domenica 28 FEBBRAIO 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Musei: si apre!

Mario Epifani palazzo realeIn Campania finalmente siamo in zona gialla e più che la riapertura di bar e ristorante gli amanti della cultura e dell’arte a digiuno di bellezza adesso ne possono fare una scorpacciata! I musei di Napoli riapriranno nelle zone gialle, da lunedì al venerdì con regolare orario, con ingressi contingentati, ma saranno chiusi durante il week end.

Museo Archeologico di Napoli

Il MANN ha riaperto al pubblico lunedì 18 gennaio con l’augurio del direttore Giulierini: “L’arte e la bellezza ci preparano alla rinascita. il Museo sempre più vostro”. Come previsto dalle disposizioni governative, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli sarà aperto da lunedì al venerdì con i soliti orari (dalle 9 alle 19.30); il sabato e domenica, l’Istituto resterà chiuso. Nel rispetto della vigente normativa anti-Covid, grazie alle misure già adottate dopo il primo lockdown nazionale, sarà di nuovo possibile ammirare, in tutta sicurezza, le collezioni permanenti e le esposizioni del Museo: tra le mostre, “percorribili” sino ad oggi solo in anteprima virtuale, da non perdere “Lucy. Sogno di un’evoluzione” di Tanino Liberatore. L’allestimento, realizzato in collaborazione con COMICON nell’ambito del progetti Obvia, è presentato nella Sezione Preistoria e Protostoria del MANN: qui il “Michelangelo del Fumetto”, Tanino Liberatore, presenta i suoi lavori (disegni a matita e schizzi), ispirati ai ritrovamenti in Etiopia (1974) di un esemplare femminile di una giovane Australopithecus afarensis, capace già di camminare in posizione quasi eretta e chiamata Lucy dalla canzone Lucy in the Sky with Diamond dei Beatles. Ancora un’incursione nell’arte contemporanea: nel Giardino delle Fontane del Museo, sono esposti i grandi stendardi dell’exhibit “Heroes of change”, promossa in rete con Amnesty International Italia per valorizzare le creazioni degli studenti della scuola “Nicolini- Di Giacomo” sui temi della Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Da rivivere, naturalmente, il viaggio alla scoperta della grande mostra “Gli Etruschi e il MANN”.

Il Mann, in occasione della riapertura, ha deciso di prorogare le promozioni riservate ai visitatori: fino al 28 febbraio sia online che in loco si può acquistare la card di abbonamento annuale. Con Open Mann, dal costo di dieci euro, si può accedere al museo per 365 giorni l’anno. Con soli 15 euro l’accesso illimitato è valido per due persone. Rimangono poi attive le offerte dedicate ai più giovani, con sconti per gli under 25, per gli studenti e gli specializzandi.

Capodimonte

Per la prima settimana di riapertura, il Museo e Real Bosco di Capodimonte offrono una promozione speciale ai visitatori: al prezzo di un solo ticket si può acquistare l’ingresso per due persone. Prorogate fino ad aprile tutte le mostre in corso. “Capodimonte – ha detto il direttore Sylvain Bellenger – grazie allo spazio di cui dispone può garantire la massima sicurezza ai visitatori. Abbiamo un bosco enorme, 134 ettari, e il museo è uno dei più grandi d’Italia con 130 gallerie e 15mila metri quadrati di sale espositive”. Alle mostre in corso a Capodimonte, si aggiunge da oggi anche l’esposizione, inaugurata stamattina, ‘L’Ottocento e la pittura di storia: Francesco Jacovacci’ a cura di Maria Tamajo Contarini che porta all’attenzione del pubblico il dipinto di Francesco Jacovacci Michelangelo sul letto di morte di Vittoria Colonna (1880), restaurato grazie al sostegno dell’associazione Amici di Capodimonte Ets. L’allestimento della mostra è curato da Rosa Romano. L’opera è al centro di un allestimento in cui sono protagonisti le due grandi personalità della cultura e dell’arte del Cinquecento italiano: Vittoria Colonna e Michelangelo Buonarroti.

Madre

Dopo la chiusura straordinaria il Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina della Regione Campania sarà visitabile da lunedì a venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.30; ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Oltre alla collezione permanente, saranno visitabili la mostra di Mathilde Rosier “Le massacre du printemps” (fino al 1 febbraio 2021), il percorso espositivo “Alessandro Mendini piccole fantasie quotidiane”, e il playground-installazione di Temitayo Ogunbiyi “Giocherai nel quotidiano, correndo”, queste ultime due prorogate fino al 5 aprile 2021. Saranno adottate tutte le misure contenute nel DPCM 14.01.2021 e relativi allegati, che includono, tra l’altro, uno specifico piano di informazione sulle misure di prevenzione e di accesso per i visitatori, il cui ingresso sarà contingentato; per evitare condizioni di assembramento sarà inoltre incentivato l’acquisto online dei biglietti, con tariffa unica a 4 euro. Alle famiglie, il Madre riserverà una speciale tariffazione che prevede un unico biglietto a 4 euro per entrambi i genitori e l'ingresso gratuito dei figli fino a 18 anni - massimo due persone. I visitatori dovranno indossare sempre la mascherina; è stato predisposto un percorso di visita unidirezionale, con separazione fra ingresso e uscita, nel corso del quale troveranno a disposizione contenitori con soluzione idro-alcolica per l’igiene delle mani; sarà loro rilevata la temperatura corporea all’ingresso, impedendo l’accesso al museo in caso di temperatura maggiore di 37,5 °C.

Palazzo Reale di Napoli

Al Palazzo Reale di Napoli debutta il nuovo direttore Mario Epifani, insediatosi pochi giorni prima della chiusura del 6 novembre, dando il via alla nuova gestione autonoma del Museo in occasione della riapertura del 18 gennaio. I visitatori potranno accedere al Palazzo Reale, dalle 9 alle 20, e ammirare oltre metà delle sale con la nuova illuminazione, un’importante innovazione realizzata negli ultimi mesi, che esalta le bellezze e la ricchezza dell’appartamento storico. È stata prorogata al 31 maggio l’istallazione “Almost Home – The Rosa Parks House Project” dell’artista statunitense Ryan Mendoza, visitabile gratuitamente all’interno del Cortile d’Onore del Palazzo. Valida fino al 31 gennaio l’iniziativa per l’acquisto di biglietti d’ingresso per famiglie iniziata prima di Natale, che consentirà di partecipare ad una visita guidata con il direttore.  “Il mio progetto immediato è quello di lavorare sull’allestimento del percorso di visita dell’appartamento di etichetta, - racconta Epifani già direttore di Palazzo Chiablese a Torino e curatore al Museo e Real Bosco di Capodimonte - rafforzando in particolare il collegamento storico con gli spazi occupati dalla Biblioteca Nazionale. Anche con il teatro San Carlo prevediamo una serie di iniziative congiunte che possano far rivivere il Palazzo attraverso la storia della musica napoletana dal ‘600 all’800”.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
coverAccendere i riflettori sulle...Nata nel 2008 per sensibilizzare l’opinione pubblica,...
PATRONI GRIFFI copiaL’Archivio Patroni Griffi ora online...Foto di scena, copioni e documenti provenienti...
#Senzafestival, un flashmob digitale...#Senzafestival, un evento per sottolineare l’importanza...
Sformato di patate, verdure e gamberoniQuesta ricetta mi è stata ispirata da un sondaggio...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500