domenica 28 FEBBRAIO 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

A Sud del barocco, Alla pinacoteca di Salerno si celebra l’arte del Seicento

baroccoDoppia inaugurazione con un importante focus sull’arte seicentesca a Salerno.

 Venerdì 19 febbraio a Palazzo Pinto (Arco Catalano), sede della Pinacoteca provinciale di Salerno. Alle 9,30 si tiene l’apertura del secondo lotto della Pinacoteca, attesa da anni dalla città di Salerno, e, contemporaneamente, l’opening della mostra “A Sud del Barocco”, geografia di un tempo dell’arte, curata da don Gianni Citro. Proposta dalla Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A., l’esposizione è organizzata in collaborazione con la Provincia di Salerno e la Regione Campania, attraverso SCABEC S.p.A.

Insieme ai curatori della mostra, il Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese darà il benvenuto alle autorità civili e religiose che interverranno alla cerimonia, nel rispetto delle norme di prevenzione Covid-19. Con lui saranno presenti il Sindaco della città Vincenzo Napoli, Piero De Luca e il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. "A Sud del Barocco" vuole celebrare la pittura del Seicento meridionale con un viaggio ideale nei luoghi e nella storia artistica ed esistenziale dei massimi artefici del barocco che si concentrano nella Napoli post caravaggesca e che furono protagonisti di quel periodo artisticamente importante, tormentato e affascinante.

Il barocco nella pittura irrompe in tutto il meridione con i suoi sguardi, la gestualità drammatica, le luci, il mistico e la fisicità. La scena barocca travolge la pittura e disegna una geografia marcata dei suoi confini estetici, così da trasformare Napoli e il Sud in una grande terra laboratorio e ispirazione d’arte.

La mostra, curata da don Gianni Citro, raccoglie opere di Battistello Caracciolo, Carlo Sellitto, Filippo Vitale, Massimo Stanzione, Andrea Vaccaro, Luca Giordano, Francesco Solimena e di altri maestri, in un itinerario espositivo di grande suggestione che – come sottolineano i curatori – “in tempo di pandemia, è come una iniezione di bellezza che ci restituisce vigore e speranza”.

Il percorso espositivo resterà aperto al pubblico fino al 5 maggio, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19. L’accesso è gratuito ma è necessario prenotarsi nel rispetto delle norme anti Covid19, per informazioni visitare il sito www.scabec.it/asuddelbarocco.  

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
coverAccendere i riflettori sulle...Nata nel 2008 per sensibilizzare l’opinione pubblica,...
PATRONI GRIFFI copiaL’Archivio Patroni Griffi ora online...Foto di scena, copioni e documenti provenienti...
#Senzafestival, un flashmob digitale...#Senzafestival, un evento per sottolineare l’importanza...
Sformato di patate, verdure e gamberoniQuesta ricetta mi è stata ispirata da un sondaggio...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500