sabato 4 DICEMBRE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

I fumetti di Moebius al MANN tra archeologia e fantascienza

MoebiusDal 10 luglio al 4 ottobre, il MANN ospiterà la più grande mostra mai allestita in Italia su Moebius, pseudonimo di Jean Giraud, fumettista francese di fama mondiale, scomparso nel 2012.

La mostra intitolata “Moebius. Alla ricerca del tempo” sarà allestita tra i suggestivi reperti delle sale museali della sezione Preistoria e Protostoria e avrà come punto focale la concezione del tempo nelle opere di Moebius e i legami che i suoi mondi fantascientifici hanno con le antiche radici della nostra civiltà. Parte dell’esposizione è dedicata, invece, al rapporto che Moebius aveva con l’Italia e in particolare con la città di Napoli a cui aveva dedicato due storie brevi, Vedere Napoli e Muori e poi vedi Napoli, e di cui dichiarò: “È strano, ogni volta che lavoro su una storia che riguarda Napoli non ci sono problemi: tutto fila liscio. Napoli ha qualcosa che mi affascina, che mi tocca sempre in un modo speciale...”

Moebius 1

L’esposizione, patrocinata dalla regione Campania, dal comune di Napoli e dall’istituto di cultura francese di Napoli, è stata curata dal Comicon e da Isabelle Giraud, moglie del fumettista, e farà immergere i visitatori nell’immaginario di Moebius attraverso tavole originali, quadri, schizzi, acquerelli, volumi e riproduzioni in realtà aumentata.

Moebius è considerato uno dei più grandi fumettisti della storia fumetto mondiale: la sua estetica tra l’onirico e il fantascientifico, il suo tratto impressionista e surreale, i suoi mondi a metà tra fantascienza e archeologia hanno influenzato numerosi autori di fumetti in tutto il mondo arrivando a collaborare negli Stati Uniti con Stan Lee, il padre dei supereroi Marvel, e in Giappone con il mangaka d’autore Jiro Taniguchi. Ma la sua influenza non si limita alla nona arte ed arriva anche al cinema con film di fantascienza come Tron, Quinto elemento, Alien e Blade Runner. Tra le sue opere più famose ed influenti si ricordano: Arzach, L’Incal, il garage ermetico e Blueberry.

“Cavalcare pterodattili attorno a fantastici scenari o muoversi all'interno di enormi carcasse di dinosauri, in un tempo che contempla un futuro al passato, rimandi a civiltà che furono, relitti superstiti di antichi mondi tecnologici non è una mera dimensione onirica: è un'esperienza concreta che si può fare addentrandosi nelle tavole a fumetti di Moebius. Per il secondo anno, dopo la straordinaria Mostra di Hugo Pratt dedicata a Corto Maltese, il MANN e COMICON, nell'ambito del Progetto Obvia, decidono di presentare al grande pubblico un altro gigante del fumetto.  Non c'era occasione più propizia dell'apertura della sezione della Preistoria per farlo” ha commentato Paolo Giulierini, direttore del MANN.

L'Autore
Vincenzo Gargiulo
Author: Vincenzo Gargiulo
Nasce a Napoli nel 2001, grande appassionato di videogiochi e cultura nerd

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Persecuzione valdesi coverStorie dimenticate: la strage dei...Worms, 18 aprile 1521: dinanzi al Reichstag riunito dal...
bisbigliata creaturaBisbigliata Creatura. Da Chandra...Una poetica riflessione sull’interazione fra corpo e...
BarlumiMercatino Solidale di progetto...Con l’approssimarsi delle festività natalizie è...
Nuova Orchestra Scarlatti: concerti...“Promenade Performance” è il Concerto conclusivo...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500