martedì 19 OTTOBRE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

La mia Prima. Al Centro di fotografia indipendente in mostra i progetti degli allievi

CFILa pandemia ha limitato incontri e partecipazioni collettive ma non ha mai ridotto la creatività. La Classe 19/20 del corso annuale del Centro di Fotografia Indipendente finalmente inaugura “La mia Prima”, la mostra attraverso cui saranno esposti i progetti degli allievi della scuola.

Emilia Ferrara, Gaetano Ippolito, Elèna Lucariello e Mattia Tarantino sono i giovani autori che per un anno, il più difficile per il nostro Paese, hanno sperimentato tecniche e messo in discussione se stessi per approdare a progetti profondi, intensi e intimi. Con i docenti Mario Spada, Biagio Ippolito, Luca Anzani, Angelo Raffaele Turetta, Massimo Velo, Salvatore Pastore, Roberta Fuorvia, Guglielmo Verrienti, Marco Spatuzza, Giuseppe Riccardi e Mariagiovanna Capone, gli allievi hanno iniziato un percorso approfondito nella fotografia durato un anno, ciascuno con la propria conoscenza tecnica e bagaglio culturale. Il vernissage della mostra si terrà giovedì 7 ottobre, alle 19, e sarà visitabile fino al 28 ottobre presso la sede della scuola a piazza Guglielmo Pepe.

I lavori in esposizione

“Person in Charge” è il progetto autobiografico di Emilia Ferrara che ha voluto coraggiosamente mostrare le cicatrici, sul corpo e nell’anima, dovute alla rara sindrome genetica di cui soffre fin dalla nascita. Un lavoro in cui si è messa a nudo per affrontare le forme insopportabili di giudizio e pregiudizio che hanno purtroppo segnato la sua vita.

Linguaggi differenti e commistioni di generi per Gaetano Ippolito che per il suo progetto “Untouch” ha intrecciato cinema pulp anni ’80, poesia e fotografia analogica. Una modalità che gli ha permesso di raccontare una parte di se stesso, facendo affiorare nodi emotivi rappresentati dai frame cinematografici, per poi ritrovare un equilibrio nel buio della manipolazione in camera oscura.

Con “Sacrificium” Eléna Lucariello ha affrontato rituali ancestrali e raccoglimenti interiori percorrendo due strade parallele. Da una parte gli organi interni dell’animale che rappresentano la vita nascosta nella sua essenza purificatrice, e dall’altra i luoghi di meditazione e ricerca di spiritualità.

Mattia Tarantino con “Marialaura” ha proseguito il suo progetto long term mostrando la vita quotidiana nella sua famiglia d’origine. Un racconto poetico che mostra con delicatezza la disabilità e il ruolo dei caregiver familiari.

MARIALAURA

Info:

CFI - Centro di Fotografia Indipendente

Presenta LA MIA PRIMA

mostra allievi anno accademico 2019/2020

opening 7 ottobre 2021 ore 19

Piazza Guglielmo Pepe, 4 - Napoli

Emilia Ferrara - Person in Charge

Gaetano Ippolito - Untouch

Elèna Lucariello - Sacrificium

Mattia Tarantino – Marialaura

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Sviluppo sostenibileDal guardaroba perfetto alle...Università, start up e mondo scientifico insieme per...
el blues 2 minEl Blues di Loi al teatro SannazaroAl teatro Sannazaro di Napoli Milva Marigliano e Igor...
Cella San Tommaso dAquinoTorna a splendere la Cella di San...Nuovo splendore per la Cella di San Tommaso d’Aquino che...
peppino di capriPremio Bianca D’Aponte: ecco l’unico...Chiara Civello, Peppino di Capri, Mannarino, Cristina...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500