giovedì 27 GENNAIO 2022
blank
 
chi siamo 
contatti

Eventi e apertura serali, dicembre alla Reggia di Caserta

Sarà un dicembre molto ricco quello la Reggia di Caserta.

Aperture Straordinarie

Per tutto il mese di dicembre, la Reggia di Caserta resterà aperta anche di martedì (consueto giorno di chiusura settimanale),  dalle 9.30 alle 16.30 (con orari differenziati per Parco Reale e Giardino Inglese). 

L’obiettivo è favorire la permanenza dei turisti in città anche nei ponti delle feste natalizie o per fine settimana lunghi.

Il biglietto avrà un costo di 10 euro e sarà valido per la visita dell’intero Complesso Vanvitelliano.

Ma non sarà l’unica apertura straordinaria di dicembre.

Tutti i sabato (ad eccezione del 25 dicembre), infatti, gli Appartamenti Reali saranno visitabili fino alle 23 (ultimo ingresso ore 22.15), con un biglietto al costo di 3 euro (numero di ingressi limitato). Tutte le domeniche sarà possibile accedere ai Ponti della Valle dell’Acquedotto Carolino e tutti i giorni, dalle 10 alle 13, sarà aperto il Teatro di Corte.

Iniziative ed eventi

​Diverse, poi, le iniziative realizzate con gli enti e le istituzioni del territorio.

Grazie alla collaborazione con Coldiretti, con l’Osservatorio Dieta Mediterranea e con il concessionario del servizio ristorazione Consorzio Daman, ogni martedì presso la buvette sarà possibile gustare menù realizzati secondo i principi della dieta mediterranea, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio immateriale dell’Umanità.

L’istituto museale, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030, intende avviare un percorso di conoscenza della dieta universalmente riconosciuta dalla comunità scientifica come strategia per vivere una vita lunga e in salute, capace di ridurre significativamente il rischio di patologie croniche debilitanti e di determinare un miglioramento della qualità di vita. Essa rappresenta, inoltre, la soluzione ideale per la costruzione di un sistema di sviluppo sostenibile in grado di preservare l’ambiente.

​Grazie alle partnership attivate dalla Reggia di Caserta, il prossimo mese si arricchirà anche di un’altra novità. ​L’associazione Premio GreenCare, con la Sezione GreenCare Caserta, il 12 dicembre donerà uno spettacolo musicale ad opera di zampognari professionisti in piazza Carlo di Borbone.

Il Comune di Caserta ha concesso il Patrocinio morale all’iniziativa. E, ovviamente, nel periodo natalizio non poteva mancare il Presepe di Corte. La straordinaria raccolta di manufatti e testimonianze dettagliate della storia del costume del Regno avviata da re Carlo di Borbone e tramandata agli eredi sarà oggetto di un’esperienza immersiva mediante un’installazione multimediale permanente che verrà realizzata con fondi di compensazione Artecard.

Confermata, infine, una delle amate tradizioni del Complesso vanvitelliano: il concerto del 26 dicembre. L’Orchestra da Camera di Caserta, il 12 e il 26 dicembre, alle ore 11.15, infatti, tornerà in Cappella Palatina per i matinèe diretti dal Maestro Antonino Cascio. L’iniziativa, realizzata nell’ambito di Autunno Musicale – Suoni & Luoghi d’Arte, di cui l’Orchestra da Camera di Caserta è uno dei promotori insieme all’associazione “Anna Jervolino”, è stata selezionata attraverso il bando di valorizzazione partecipata della Reggia di Caserta. Essa si avvale della collaborazione degli Amici della Reggia.

Reggia Card 2021

​Grande attenzione è stata destinata quest’anno anche agli abbonati ReggiaCard2021 con attività riservate.

Ogni giovedì, dal 9 dicembre, i più fedeli visitatori del Museo potranno prendere parte a corsi di formazione a cura di Coldiretti e Consorzio Daman su alcune delle principali eccellenze enogastronomiche del territorio campano. La cultura travalica i confini dell’arte e della storia per includere le specialità regionali. Gli stessi abbonati saranno i protagonisti degli incontri laboratoriali del progetto Memex, cinque appuntamenti per raccontare esperienze e memorie e giungere all’elaborazione di storie digitali. Raccolte che in parte confluiranno nell’APP di MEMEX, andando ad aggiungersi ad altre in diversi contesti europei (Lisbona, Barcellona e Parigi). Sempre dedicato agli abbonati è, poi, l’appuntamento con il cantiere di restauro della scultura del piccolo Carlo Tito di Giuseppe Sanmartino. Il 18 e il 19 dicembre, previa prenotazione e per un numero ridotto di posti, sarà possibile prendere parte a un focus sugli interventi conservativi in corso sull’opera. La partecipazione alle iniziative riservate agli abbonati prevede l’obbligo di prenotazione le cui modalità verranno comunicate nel dettaglio successivamente per ogni singola attività.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
jessica PrattLa Sonnambula torna al teatro San CarloTorna un titolo assente da 20 anni dal palcoscenico...
C84A4647Il problema al Piccolo BelliniIn ogni famiglia c’è un problema, più o meno grave, ma...
coverLidia Vitale, il volto di Anna...Ce la ricordiamo come il magistrato Giovanna Carati nel...
coverIl Diario di Anna Frank, perché vale...È forse uno dei libri più letti, sia da adulti sia da...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500