lunedì 17 DICEMBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

7q La Mater Matuta in Mario Schifano e Gennaro Vallifuoco

La Mater MatutaL’associazione MM18 ed il Pio Monte della Misericordia inaugurano sabato 6 ottobre 2018 alle 12.00, nella prestigiosa Cappella del Pio Monte, 7Q, la mostra relativa al più ampio progetto culturale “La Mater Matuta – in Mario Schifano e Gennaro Vallifuoco”, in mostra fino all’11 ottobre.

“La Mater Matuta – in Mario Schifano e Gennaro Vallifuoco” è un progetto ideato da Davide Caramagn, presidente dell’Associazione MM18, in occasione del ventennale della scomparsa del Maestro Mario Schifano e realizzato grazie alla collaborazione della Fondazione Domenico Tulino, con il patrocinio della Giunta Regionale della Campania – Assessorato all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili – Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, del Comune di Napoli e dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. In mostra ci saranno 3 opere di Schifano e tre di Vallifuoco ispirate alle Mater Matuta.

“Portam itineri dici longissima esse”: si dice che in un viaggio il tratto più difficile è quello dell’uscio. Attraversare la “porta” significa iniziare il viaggio metaforico e in questo senso l’Associazione Culturale MM18 intende porsi come aiuto e guida per gli artisti nel fare il primo passo, il più importante. La stessa MM18 nasce nel segno di una visione molteplice di se stessa, con lo sguardo teso a ieri e ad oggi. Già il nome dell’associazione reca in sé questa visione, fondendo l’antica numerazione latina con quella araba, definendo, così, personalmente l’anno della sua venuta alla luce, il 2018. In più, “MM18” vuole anche essere un tributo al progetto che l’ha vista nascere: “Mater Matuta 2018”, un progetto che si e già concretizzato nella mostra “7q – La Mater Matuta in Mario Schifano e Gennaro Vallifuoco”, presso il Pio Monte della Misericordia (Napoli). Uno sguardo teso al passato ed al presente, e contemporaneamente orientato ad una visione globale della cultura, a 360°, con lo scopo di intraprendere e sperimentare strade innovative che sappiano collegare l’arte, la letteratura, la musica, ed ogni altra forma di manifestazione culturale. MM18 diviene, così, anche momento di aggregazione, divulgazione e diffusione di idee mediante l’organizzazione di eventi, mostre, incontri, rassegne, e attività ulteriori come la valorizzazione di emergenti professionalità. Nel nostro percorso, sicuramente irto di ostacoli, la porta del primo del primo passo ci è stata aperta dalla Fondazione Tulino proprietaria delle opere e dal Pio Monte della Misericordia che ci ha offerto spazi espositivi di grande prestigio.

Nella mitologia romana, Mater Matuta era la dea del Mattino o dell'Aurora e quindi protettrice della nascita degli uomini e delle cose. Più tardi fu associata alla dea greca Ino o, appunto, Aurora. Aveva un tempio nel Foro Boario, accanto al Porto fluviale di Roma, consacrato secondo la leggenda da Romolo, distrutto nel 506 a.C. e ricostruito nel 396 a.C. da Marco Furio Camillo, nell'odierna area di Sant'Omobono, realizzato, forse, all'epoca di Servio Tullio (secondo quarto del VI secolo a.C.). Altri templi dedicati alla dea erano nelle città di Satricum e Cosa.

La sua festa (Matralia) veniva celebrata l'11 giugno, a questo culto erano ammesse solo le donne vergini o sposate una sola volta, il cui marito era ancora vivo, mentre le donne schiave ne erano severamente escluse. Per l'occasione venivano offerti alla dea cibi cotti in vasi di terra.

La collezione di Matres Matutae conservata al Museo Provinciale Campano di Capua, in provincia di Caserta, è tra le più importanti collezioni mondiali.

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Sanita Ensamble ph FSquegliaNatale in musica al San Carlo con la...Natale in musica al Teatro San Carlo di Napoli. Sabato...
villa campolietoNatale in Villa 2018: concerti e...La diciottesima edizione di “Natale in Villa”, promossa...
premio napoli 2018 finalePremio Napoli Gran finale della...Si chiude con una cerimonia aperta alla città la 64esima...
ViniliciVINILICI (perché il vinile ama la...È un viaggio attraverso la storia della musica, come...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500