giovedì 27 GIUGNO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Il week end poliedrico del Museo Madre alla scoperta di Mapplethorpe

MapplethorpeIl Museo madre presenta la sua programmazione di un week end poliedrico, una panoplia di generi artistici. Una programmazione straordinaria che ruota intorno la grande retrospettiva dedicata a Robert Mapplethorpe, uno dei più grandi fotografi del XX secolo. Si consiglia la prenotazione.

L’importanza di Mapplethorpe

Mapplethorpe o lo si ama o lo si odia, ma è innegabile il segno che ha lasciato nel mondo della fotografia artistica. Con i suoi lavori il fotografo ha forzato le barriere dei codici fotografici sul nudo in studio servendosi in maniera irriverente dei codici fino a quel momento usati esclusivamente nel mondo della pornografia. Artista irriverente e talentuoso Mapplethorpe è stato al centro delle controversie legate al mondo dell’arte contemporanea a New York. Nel 1990 a Cincinnati, in seguito all’allestimento della sua mostra The Perfect Moment, sia la galleria che il suo direttore furono denunciati per istigazione all’oscenità. Associazioni religiose americane furono oltraggiate dall’utilizzo di capitali pubblici per l’allestimento delle opere del fotografo. Mapplethorpe passa alla storia per aver aperto ancora un po’ di più il dialogo fotografico, portando sul davanti della scena ancora un’altra forte e meravigliosa descrizione del bello.

Mapplethorpe 1

Phillip Prioleau, 1982 © Robert Mapplethorpe Foundation. Used by Permission

Le giornate a lui dedicate

Il programma apre sabato 12 gennaio alle ore 11 con una visita guidata alla grande retrospettiva dedicata a Robert Mapplethorpe, che ebbe un articolato e appassionato rapporto con il territorio campano, quando in occasione di una sua visita, instaurò un’empatica relazione con esso, grazie alla fruttuosa collaborazione con il gallerista napoletano Lucio Amelio. La mostra, a cura di Laura Valente e Andrea Viliani, ed organizzata in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation di New York, comprende più di 160 opere, allestite in ipotetico dialogo con opere archeologiche, antiche e moderne, e per la prima volta, nella storiografia espositiva dell’artista, prevederà un inedito e articolato programma performativo, in cui saranno coinvolti alcuni dei più importanti coreografi internazionali. 

Dalle 17h Musica ad arte. Un percorso che esplora i rapporti tra artisti, cantautori e musicisti, innovatori e sperimentatori di nuove forme di espressione  e di comunicazione. Musica, arti visive e storia contemporanea si intrecciano nelle storie e negli aneddoti che raccontano le opere e la ricerca di autori quali Andy Warhol, Joseph Beuys, Mario Schifano, ma anche di musicisti quali David Bowie, Lou Reed, Iggy Pop e Brian Eno, facendone emergere l’influenza esercitata sulle generazioni successive.

Il giorno dopo, domenica 13 gennaio alle ore 11,00 si riprende con  Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra. In mostra più di 160 opere, allestite in ipotetico dialogo con opere archeologiche, antiche e moderne, accuratamente selezionate, in prestito dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, e una selezione di disegni, dipinti, sculture e manufatti provenienti dal Museo e Real Bosco di Capodimonte. La mostra è un tributo a Mapplethorpe per il trentennale delle prime importanti retrospettive dedicate nel 1988 all’artista, tra cui la mostra itinerante  The Perfect Moment, il cui primo capitolo fu presentato all'Institute of Contemporary Art alla University of Pennsylvania di Filadelfia nel dicembre di quell’anno, pochi mesi prima della scomparsa di Mapplethorpe, a 43 anni, il 9 marzo 1989.

Mapplethorpe 4

White Gauze, 1984 @Robert Mapplethorpe Foundation. Used by Permission

Prenotazione consigliata / Partecipazione gratuita / Ingresso al museo a pagamento

 Cosa : Retrospettiva dedicata a Robert Mapplethorpe

Dove : Museo Madre, via Settembrini 79, 80139 Napoli

Quando : 12-13 gennaio 2019

Costi : Intero: € 8.00. Ridotto: € 4.00. Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese. Il Madre rientra nel circuito CampaniaArtecard

 Info e prenotazioni : +39 081 197 37 254 / www.madrenapoli.it 

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
giovedi caravaggioUltimo Appuntamento con I Giovedì di...Si terrà giovedì 27 giugno nell'Auditorium del Museo di...
LisbonaLisbona – la città sull’Oceano dove...Una città sull’Oceano non la si può confondere con...
autunno Memorie d’autunno, presentazione al...Il Gran Caffè Gambrinus ospita la presentazione del...
alberto angelaComunicare il Passato. A Napoli...Il passato non è un deposito, né un baule impolverato...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500