giovedì 14 NOVEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

La pittura prima e dopo la caduta del muro

Bernd Zimmer Wasserlauf Berlin 1989Nell’intento di raccontare i fermenti della scena artistica tedesca degli anni Ottanta, fino al 19 gennaio 2020 Le Gallerie d’Italia di Napoli al Palazzo Zevallos ospitano la mostra Berlin 1989.

Negli anni Ottanta la pittura tedesca si impone in tutto il mondo, assumendo la denominazione di Neo Espressionismo, e i suoi esponenti Neue Wilden, i “Nuovi Selvaggi”, a sottolineare una certa brutalità̀ di una pittura giocata su gesti enfatici e forte impianto narrativo. Emerge presto il gruppo di pittori berlinesi, tra loro Rainer Fetting, Helmut Middendorf, Bernd Zimmer, che nel 1977 avevano aperto in Kreuzberg la Galerie am Mortizplatz, uno spazio autogestito: pittura ribelle, la loro, che si ispira all’attualità̀ quotidiana dei media, della musica rock, della cultura punk, così come ai temi di carattere politico, artistico, mescolando alto e basso in piena temperie postmoderna. Pittura giovane e di culto, che in breve, dagli spazi off conquisterà̀ mercato, gallerie e musei.

Agli inizi degli anni Ottanta alcuni sono già̀ molto famosi: Gerhard Richter, Georg Baselitz e Anselm Kiefer stanno conquistando un posto importante nella storia dell’arte. È poi il turno della generazione più giovane, rappresentata da Rainer Fetting, Helmut Middendorf, Bernd Zimmer, Karl Horst Hödicke, Markus Lüpertz, A.R. Penck, Martin Disler, Siegfried Anzinger, Albert Oehlen.

Dopo Le mille luci di New York nel 2017 e London Shadow nel 2018, Berlin 1989 chiuderà̀ il trittico di mostre curate da Luca Beatrice e dedicate a quelle città che, sul finire del Novecento, hanno cambiato la storia dell’arte e non solo, perché́ la rivoluzione estetica in atto nella città tedesca funzionò da grimaldello anche per la rivoluzione sociale. 

Cosa: Berlin 1989.

Dove: Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, via Toledo 185

Quando: fino al 19 gennaio 2020. Aperture straordinarie: 1 novembre; 8, 16, 23, 26 e 30 dicembre; 1 e 6 gennaio. Da martedì a venerdì dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso alle 18.30), sabato e domenica dalle 10 alle 20 (ultimo ingresso alle 19.30). Chiuso il lunedì.

Costo: biglietto congiunto valido per la visita alle mostre temporanee e alle collezioni permanenti acquistabile direttamente in biglietteria: intero: 5,00 € (disponibile anche su TicketOne), ridotto: 3,00 €, ingresso gratuito per convenzionati, scuole, minori di 18 anni, clienti e dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo. Prenotazione obbligatoria per i gruppi e le scuole.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
titoloTranslucida, mostra personale di...Translucida è la prima mostra personale di Paolo Titolo...
camilreriCamilleri apre l'undicesima edizione...Al via il cinema Astra parte l’undicesima edizione di...
Centro Teatro Spazio COVERPirandello apre la stagione al...Agli esordi, Massimo Troisi e il suo gruppo si...
COCCINELLA UNA CAVERNA CHIAMATA WEBUna caverna chiamata webCi sono dei prigionieri incatenati in una caverna, dalla...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500