domenica 29 MARZO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Monsieur Oillòc e Mister Oillàn

napoli lecce 2020C’è una coppia da stadio, di quelle che non giocano ma stanno sugli spalti, non importa in quale settore, tribuna, curva, distinti, sono ovunque – si sentono meglio in tribuna, però – quasi immancabile.

Non si conoscono, ma sono complementari e date le forze magnetiche che agiscono nello stadio di calcio (una versione del cosmo in miniatura) finiscono per sedersi accanto, man mano che la partita va avanti si rendono conto di essere fatti l’uno per l’altro: sono Monsieur Oillòc e Mister Oillàn. Ieri si sono incontranti davanti i miei occhi, e devo dire che, pur avendone sentito parlare, mai avevo potuto osservare questo fenomeno così da vicino. Metto così a parte anche voi amici di bar sport di quello che ho appreso dal mio osservatorio privilegiato.

Il ruolo di Monsieur Oillòc è chiaro fin dall’inizio dell’incontro: richiamare l’attenzione della tifoseria sull’imminente rete. Appena il portiere dà la palla al primo difensore, per Monsieur Oillòc è iniziata l’azione che immancabilmente ci porterà al gol del vantaggio, alla vittoria, alla gloria imperitura, alla conquista della galassia, all’eliminazione delle doppie punte. Al grido di Oillòc! Oillòc! Monsieur Oillòc segue l’azione fin dai suoi primi, embrionali sviluppi, fino a urlare in maniera sempre più concitata man mano che un azzurro armato di palla e buona volontà si avvicina alla porta avversaria. Ho il sospetto che lo mandi allo stadio il Servizio Sanitario Nazionale – dipartimento Cardiologia, poiché l’allerta continua mantiene toniche ed elastiche le coronarie. Ma purtroppo Monsieur Oillòc è vittima della maledizione di Cassandra: più urla il suo eponimo grido di battaglia, meno è probabile che il Napoli segni. Al gol di Milik, per dire, era distratto e non ha detto niente. In verità, non ha detto niente neanche Milik, dal momento che quasi non si è accorto di averla menata dentro, non ha esultato e noi del gol ci siamo accorti con diversi secondi di ritardo. Ieri Monsieur Oillòc si è sgolato, considerato che il primo tempo poteva finire 40 a 0.

Monsieur Oillòc è dunque un ottimista, un positivo, che infatti si tace nel secondo tempo per lasciare spazio all’esibizione di Mister Oillàn.

Uno si esalta, uno si deprime, alternandosi perfettamente come in una partita di ping pong. Ma alla fine sempre uno vince: e ieri ha vinto Mister Oillàn.

Oillàn, stu scem, l’abbiamo pagato un patrimonio (segue dettaglio della cifra) e guarda che cumbina!

Oillàn, st’imbecille, ma ch’faje?

Oillàn, ma che cambi?

Oillàn, Ospina! Ma chi gli ha detto che è un portiere? Non è in grado neanche di parare la bottiglina di Lete che gli lanciano dalla panchina. Il fatto che giochi al posto di Meret è un abuso di potere, è un personaggio pericoloso. Perché gioca lui? Perché non gioca Meret? Se proprio Meret non può, non è meglio Karnezis? Abbiamo un debito con lui?

Oillàn, Koulabali! Isterico come il primo giorno di ciclo, ormai vive perennemente diffidato.

Gattuso, Oillàn! Ha vinto due partite di seguito e ha cambiato tutta la difesa, rimettendo insieme persone che non avevano mai giocato o non giocavano da mesi e facendo il turn over del portiere, una bestemmia.

Il Napoli è crollato davanti al Lecce schierando la vecchia guardia, turbando un equilibrio fragile che si stava creando e non bisognava toccare, considerando che non abbiamo niente in cassaforte e potevamo invece scalare punti su chiunque, con i risultati di questo fine settimana di campionato.

Mister Oillàn, severo censore della squadra e dei suoi costumi, ieri li avrebbe mandati non in ritiro, ma in miniera. A partire dall’allenatore.

E io la penso esattamente come lui.

L'Autore
Serena Venditto
Author: Serena Venditto
Serena Venditto è nata a Napoli il primo agosto 1980, per festeggiare il compleanno della squadra. Ha pubblicato con la casa editrice homi scrivens la commedia rosa Le intolleranze elementari, E le commedie gialle Aria di neve e C'è una casa nel bosco, con protagonista il gatto detective Mycroft. Ama i gialli, ma sopratutto l'azzurro.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
kindle 1867751 960 720#restoacasa ma con stile: idee per...Idee per trascorrere un altro weekend in quarantena (a...
Benedetta Paravia con i bimbiAmici in quarantena: la prossima...Come saremo dopo l’emergenza planetaria Covid -19? Quali...
Corde ObliqueCorde Oblique, il 3 aprile il nuovo...In uscita il 3 aprile 2020 per Dark Vinyl Records...
InternoItaliaFuori è chiuso - Interno Italia:...Face comunità intorno al cinema, da protagonisti, al...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500