sabato 23 MARZO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

La domenica di Sarri sul divano sotto la coperta

napoli chievo mar 2016A un giornalista Sky che sabato sera, dopo la partita col Chievo, gli ha chiesto se avesse già preparato tutto per vedere Atalanta – Juventus sotto la copertina, sul divano, col tè caldo e i biscottini, Sarri ha risposto: «No no no, se ho ancora la febbre me ne sto a letto. Se no, io non guardo la Juve. Vedrò la registrazione di Napoli – Chievo, e la sera il Palermo, per prepararci a domenica prossima».

Un modo per dire che gli altri non li guardiamo, il nostro lo facciamo come si deve e andiamo dritti per la nostra strada. Il che, per carità, è avvenuto puntualmente sabato sera: 3-1 giustissimo, frutto di una partita impeccabile. Tranne diversi sprechi in fase di realizzazione, per il resto il Napoli ha giocato benissimo e, dopo il vantaggio del Chievo dopo un minuto a causa di un momento di seminfermità mentale di Chiriches (che forse pensava che la partita non fosse ancora cominciata), ha dato prova di essere una squadra che c’è, solida, in forma fisica e psicologica eccellente. Koulibaly come sempre ovunque, Callejon indiavolato, Higuaín che segna e sta talmente in forma che se ne va tutto incacchiato perché ne è mangiati almeno altri tre.

E così ci siamo goduti la momentanea vetta guardando le altre: sabato una Roma che corre (si mettesse in fila, dove crede di andare), domenica un Sassuolo che atterra un Milan depresso. Bello vederlo così, il Sassuolo, speriamo che nonostante le tre espulsioni faccia una partita simile domenica prossima, quando vedrà la Juve a Torino. E veniamo a loro.

Gli è andata bene anche questa settimana, in questa partita che ha qualcosa di comico: segna Barzagli, non succedeva dal 13 maggio del 2009, quando, a partita ormai vinta (sempre con l’Atalanta, è un po’ la sua bestia nera), i compagni gli dicono: «Dai, fai Pasqua pure tu» e lui segna il primo gol in serie A. Per dire, se ha segnato costui, immaginate quanto l’Atalanta possa essere irresistibile. Sbaglia cose difficili da sbagliare, ha un attacco immobile come un presepe, ma tant’è: la Juve gioca male con costoro, fa due gol (il secondo con Lemina) e vince. Mah.

Mister, peccato che tu non abbia visto Atalanta – Juventus, ti saresti ripreso dal tuo raffreddore.

Ma tanto, che sei stato sotto la copertina a vedere la registrazione del Napoli, e non hai sbirciato, non ci crede proprio nessuno.

L'Autore
Serena Venditto
Author: Serena Venditto
Serena Venditto è nata a Napoli il primo agosto 1980, per festeggiare il compleanno della squadra. Ha pubblicato con la casa editrice homi scrivens la commedia rosa Le intolleranze elementari, E le commedie gialle Aria di neve e C'è una casa nel bosco, con protagonista il gatto detective Mycroft. Ama i gialli, ma sopratutto l'azzurro.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
isidoroAlla Sala Assoli di Napoli “Isidoro”...Fra lacrime e risate giunge sul palco della Sala Assoli...
Milik 1Le tante curiosità sul NapoliCon la sosta del campionato a causa degli impegni delle...
funghiI funghi come risorsa per la memoria...La memoria è un bene prezioso si sa, ci permette di...
FSCLegno sostenibile per garantire le...Edilizia ed ecosostenibilità: in tempi in cui si parla...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500