sabato 23 MARZO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Il sole all’improvviso

napoli verona apr 2016Contrariamente alle più nere previsioni meteo, oggi a Napoli non piove. In tutti i sensi. Splende il sole su Sarri in tribuna, sulle assenze di Koulibaly e Mertens.

Su Higuaín, che in camicia di jeans siede in tribuna, nello sguardo la raggia e le lacrime della scorsa domenica, che dopo una settimana tremenda non sono ancora asciutte, nonostante questo bel sole. Ci proveranno i compagni, che scendono in campo con scritto in fronte: «Gonzalo, ce la vediamo noi».

Splende il sole su una tifoseria che comincia a intonare Un giorno all’improvviso prima ancora del calcio d’inizio. Come a dire «Noi ci siamo, sempre e per sempre». E anche il Napoli, quello in campo decimato da varie forme di porcheria arbitrale, c’è, e si vede subito.

L’inizio del primo tempo distribuisce pali e occasioni clamorose con cadenza da antibiotico, una ogni cinque minuti: al minuto 9 palo di Lorenzo Insigne, al 14° palo di Gabbiadini, che ha un’altra splendida occasione al 18°, al 21° assist di Hamsik per Callejon che crossa a Gabbiadini: azione pazzesca che termina con una altrettanto pazzesca parata di Gollini. Giusto per non farci mancare nulla, Albiol si toglie la maglia per far vedere all’arbitro che un difensore del Verona gliel’ha stracciata da dosso e viene ammonito. Commento? Meglio di no.

 E finalmente al 31° parata su Callejon e sulla ribattuta Gabbiadini la butta dentro, e se ne cade il San Paolo. Al minuto 44 fallo in area di Sourayen su Callejon: rigore ed espulsione, batte Insigne e segna. Il San Paolo ha un’altra scossa di assestamento e Gonzalo finalmente sorride.

I primi venti minuti del secondo tempo contro un Verona in dieci ma che sembra non volersi arrendere sono archiviabili e dopo 25 minuti esce Gabbia (che volentieri si sarebbe trattenuto un altro po’) ed entra El Kaddouri. E dopo poco Callejon firma il 3-0 che seda definitivamente qualsiasi velleità veronese.

Non ho quasi citato un giocatore, eppure è stato in assoluto il migliore in campo: un Hamsik supremo, veloce, occhi ovunque per sapere chi fa cosa, come e perché. Più che un capitano, un condottiero acheo.

L'Autore
Serena Venditto
Author: Serena Venditto
Serena Venditto è nata a Napoli il primo agosto 1980, per festeggiare il compleanno della squadra. Ha pubblicato con la casa editrice homi scrivens la commedia rosa Le intolleranze elementari, E le commedie gialle Aria di neve e C'è una casa nel bosco, con protagonista il gatto detective Mycroft. Ama i gialli, ma sopratutto l'azzurro.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
isidoroAlla Sala Assoli di Napoli “Isidoro”...Fra lacrime e risate giunge sul palco della Sala Assoli...
Milik 1Le tante curiosità sul NapoliCon la sosta del campionato a causa degli impegni delle...
funghiI funghi come risorsa per la memoria...La memoria è un bene prezioso si sa, ci permette di...
FSCLegno sostenibile per garantire le...Edilizia ed ecosostenibilità: in tempi in cui si parla...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500