martedì 13 NOVEMBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Festival di gol

napoli lazio feb 2018Era un sabato sera di risposte, nessuna facile, nessuna scontata. Rispondere all’infortunio di Ghoulam, di nuovo, una frattura della rotula che lo terrà lontano dal campo ancora per almeno un mese, se basta; rispondere a un mercato di riparazione che di fatto non ha riparato praticamente nulla; rispondere a una Juventus sempre più col fiato sul collo che ha archiviato la Fiorentina con due gol restando saldamente nella sua posizione di rincorsa(con una partita, ancora una volta, brutta, anche se con una maglia decente); ancora, c’era da rispondere ai cori razzisti (ancora, sì!) che tuonavano dal settore ospiti: il solito Lavali col fuoco, niente di originale.

Questo possiamo farlo subito: cambiassero almeno soggetto, invece di continuare a invocare vulcani ed epidemie. Insomma, vi siete fatti antichi, e poi non è neanche scaltro augurare un’eruzione quando si è sul posto, sarebbe più intelligente attendere di tornare a casa, al sicuro. Ma intelligenti non siete, cari tifosi laziali che ci augurate l’estinzione, e si vede da quello che cantate.

Non credo che nessuno di noi si aspettasse una partita tranquilla, la Lazio è una squadra tosta e il vantaggio dopo pochi minuti lo ha confermato. Lazio in vantaggio, terrore, e se mettessi il festival di Sanremo? No, no, vabbè, sempre meglio il Napoli che i Pooh spezzettati e Meta e Moro che dicono che non gli abbiamo fatto niente mentre loro ci uccidono la salute da martedì: piuttosto, restiamo concentrati. Ma se nel primo tempo la squadra di Inzaghi ha dato il massimo e ha tenuto saldo il vantaggio, il secondo tempo ha dato tutte le risposte possibili e immaginabili, ora e per l’avvenire. Non è saggio dare il massimo subito contro il Napoli, a meno che il tuo massimo non duri 90 minuti: ma se non sei Sting puoi resistere 20 minuti come il Benevento, 40 come la Lazio, ma prima o poi devi capitolare. E infatti al 43’ c’è il pareggio di Callejon.

Tonelli non giocava da mesi e ha giocato una partita perfetta, senza sbavature, Zielinski entra al posto del capitano incazzato come una iena, non ci può passare che stiamo pareggiando, è una questione di principio. Vantaggio su autorete, poi il gol di Mario Rui della (relativa) tranquillità.

E infine, il capolavoro di Mertens, un passaggio geniale di Zielinski che il gigante belga trasforma in gol, piazzandolo di esterno destro in un angolino dietro il portiere. La sintesi perfetta della bellezza di questa partita, di una rimonta spettacolo che ci tiene nel posto che ci spetta: per gioco, per bellezza, per correttezza, per tutto. 

Dopo l’ennesimo fallo Sarri si incazza e viene ritenuto socialmente pericoloso, tanto da essere espulso e inviato in tribuna, dove lui semplicemente continua a scrivere i suoi appunti sul taccuino, ma seduto più comodo e da dove può veere i suoi dall’alto, tipo drone, come a volte fa in allenamento: dirà più tardi che ha ritardato l’ingresso di Rog perché “il Napoli non faceva toccare la palla alla Lazio da 4 minuti. Mi ha dato gusto”. Quattro minuti, è tantissimo, quattro minuti è un’eternità. Per dire, è anche di più della canzone di Meta e Moro, ma in compenso è decisamente più divertente.  

L'Autore
Serena Venditto
Author: Serena Venditto
Serena Venditto è nata a Napoli il primo agosto 1980, per festeggiare il compleanno della squadra. Ha pubblicato con la casa editrice homi scrivens la commedia rosa Le intolleranze elementari, E le commedie gialle Aria di neve e C'è una casa nel bosco, con protagonista il gatto detective Mycroft. Ama i gialli, ma sopratutto l'azzurro.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Saa IchosTeatro e musica tutto l'anno per i...Sala Ichòs festeggia i suoi 20 anni di teatro con...
squalificatiSqualificati di Luciano MelchionnaNel Teatro Sannazaro va in scena, per la prima volta a...
cortileFuori dalla plastica, percorso da...Fuori dalla plastica, percorso da costruire e riscoperta...
oculista visita"Occhio ai bambini": prevenzione e..."Occhio ai bambini", a Napoli, al Vision Center di...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500