giovedì 14 NOVEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Non ci resta che l’Europa... League

ancelottiResettare la prestazione pallida di San Siro in tutto e per tutto: la sconfitta del Napoli in casa del Milan ai quarti di finale di Coppa Italia lascia l’amaro in bocca in casa azzurra perché questa competizione poteva essere alla portata di Hamsik e compagni.

La banda di Ancelotti è apparsa in campo spenta, senza idee, priva di un costrutto di gioco e con l’unica consapevolezza che non avrebbe mai potuto risalire la china nel corso del match contrassegnato dall’impronta indelebile di Piatek (un esordio da favola per il bomber polacco del Milan, autore di una strepitosa doppietta che ha fatto subito dimenticare ai suoi nuovi tifosi l’addio di Higuain passato al Chelsea).

Il magro bilancio del Napoli è testimoniato anche dalla scarsa vena realizzativa di Insigne: Lorenzo non è più il “Magnifico” da un bel po’ di tempo (non segna dal 2 novembre scorso quando i partenopei liquidarono la pratica Empoli per 5-1 al San Paolo) e questo suo arrancare in mezzo al campo si fa sentire in modo preponderante. Chi non se la passa decisamente meglio da un punto di vista fisico e mentale è Mertens: pure il folletto belga è arrugginito sul terreno di gioco. Infatti il numero 14 non riesce a timbrare il proprio nome sul tabellino dei marcatori dal 19esimo turno di campionato (Napoli-Bologna 3-2) e si vede francamente che in questo periodo “Ciro” non riesce a farsi varco tra le maglie dei difensori avversari. Per non parlare poi di Allan: il brasiliano, dato vicinissimo al PSG, è rimasto clamorosamente in maglia azzurra perché la trattativa con il club parigino si è arenata all’ultimo (il calcio è bello anche per questo perché sorprende quasi sempre e inaspettatamente) e l’ex Udinese contro il Milan è sembrato la copia sbiadita del vero Allan. Il mediano azzurro è sembrato inconcludente nonché demotivato dando la sensazione di essere stato distratto dalle ultime voci di mercato con la testa ancora a Parigi e non a Napoli.

Con una Juventus che scappa in campionato (+11 sul Napoli e quindi il terzo scudetto diventa una chimera) e una Coppa Italia che è scappata dalle mani di chi vive all’ombra del Vesuvio sotto l’effetto della fede azzurra, ora non resta che l’Europa League. E a quell’appuntamento non sono ammesse imprecisioni e né tantomeno defaillance alla truppa di Ancelotti perché se si fallisse anche in quella seconda dimensione europea non arrivando a giocare la finale allora si tratterebbe di una stagione davvero fallimentare. E proprio in tal senso la pioggia di critiche indirizzate al tecnico di Reggiolo, che potrebbe essere dipinto sulla via del tramonto, sarebbe difficile da respingere.         

L'Autore
Alessio Bocchetti
Author: Alessio Bocchetti
Giornalista pubblicista, scrive di cronaca e di sport. Collabora con il quotidiano Roma e con lo staff comunicazione della squadra multietnica Afro-Napoli United.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
gilliPlenum di Luca Gilli al Maschio AngioinoVenti fotografie per raccontare un nuovo orizzonte di...
IMG 5089We are naples: la mostra...Una mostra sui luoghi più conosciuti e gli scorci meno...
Thalassa Cratere a figure rosseLa mostra “Thalassa”: dal MANN a PaestumLa mostra “Thalassa. Meraviglie sommerse del...
maschera fai da teMaschere fai-da-te. I tuoi alleati...Creme e unguenti costosi? No, grazie. L’elisir di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500