sabato 20 LUGLIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Meglio tardi che mai: il Comandante ha avuto ragione!

Sarri 2Una serata che cambia radicalmente la carriera di Maurizio Sarri. Da ieri notte il Comandante si è tolto di dosso l’etichetta di “perdente di successo” con la vittoria travolgente del Chelsea sull’Arsenal per 4-1 in finale di Europa League.

Una trama coinvolgente con un epilogo inedito che attrae irresistibilmente tutti gli appassionati del mondo del calcio. Anche il “sarrismo”, dopo questo trionfo storico, ha la sua ragione di esistere specie per quei detrattori che consideravano il tecnico toscano semplicemente un circense inesperto che non riusciva ad addomesticare un cumulo di campioni in mezzo al campo.

Ma come si suol dire: «Il tempo è galantuomo» e «Meglio tardi che mai». E Sarri ha aspettato pazientemente che la gloria lo investisse all’età di 60 anni con la conquista del suo primo trofeo internazionale. Un messaggio ben preciso anzi uno spot edificante per chi nella vita si arrende troppo facilmente o crede che per togliersi delle belle soddisfazioni servano soltanto tempi celeri.

In un modo o nell’altro i sacrifici vengono sempre ripagati così come ogni scelta che si compie ha un prezzo da pagare: qualcuno si sarebbe mai immaginato che la decisione all’epoca di Maurizio Sarri di rinunciare al posto di lavoro nella Banca Toscana pur di allenare fosse una decisione giusta a distanza di tempo? Molti avrebbero risposto probabilmente no ma il Comandante ha avuto ancora una volta ragione tanto che alzando l’Europa League nel cielo di Baku si scopre che lui è diventato il primo allenatore italiano ad averla vinta nel XXI secolo.

I tifosi azzurri non lo dimenticano per nessuna ragione al mondo e sono orgogliosi anche del suo percorso in terra inglese. Con questo suo exploit straordinario sulla panchina del Chelsea, diciamocela tutta, è come se avesse vinto un po’ pure Napoli e il Napoli. Non a caso Maurizio Sarri con grande amore a fine match ha dedicato la Coppa vinta ai suoi sostenitori, a quelli partenopei.

E chissà cosa avrà pensato Aurelio De Laurentiis quando lo ha visto trionfare considerando la prima stagione magra di Ancelotti all’ombra del Vesuvio. Il calcio si avvale soprattutto di risultati.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
forioleggeForioLegge, il festival letterario...L'isola verde si prepara ad ospitare tre giorni di...
Maglia Napoli 2019 2Fermenti in casa NapoliIl calciomercato è entrato nel vivo in casa Napoli: il...
bellavistaIl Mistero di Bellavista e...Apprendendo della triste notizia della scomparsa di...
scarlatti in jazzScarlattinJazz al Maschio AngioinoLa Nuova Orchestra Scarlatti diretta da Bruno Persico,...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500