giovedì 27 GENNAIO 2022
blank
 
chi siamo 
contatti

Ago, filo e Co. Tutto ciò che devi sapere per iniziare a cucire a mano

ago e filoUn tempo ogni donna sapeva cucirsi un abito da sola. Oggi anche solo per “attaccare” un bottone si ricorre al sarto.

Sebbene i tempi siano fortunatamente cambiati e le donne oggi si siano emancipate dall’ambiente domestico, è sicuramente utile possedere i rudimenti del cucito. Maschi o femmine che siate, ecco a voi tutto ciò che si deve sapere per incominciare a prendere ago e filo.

Aghi – In commercio è disponibile una gran varietà di aghi per il cucito a mano. In misure e dimensioni diverse, sottili, lunghi, corti, in linea di massima gli aghi sottili sono indicati per tessuti leggeri e delicati, gli aghi più grossi per stoffe pesanti. In genere li trovate nei negozi a pochi euro in confezioni miste.

Filo – quando si parla di filo la questione diventa più complicata.

filo di cotone per imbastitura – meno resistente del filo comune, il filo utilizzato per imbastire serve solo a tenere fermi due pezzi di stoffa durante la cucitura vera e propria. Il suo essere particolarmente sottile è  finalizzato a non rovinare il tessuto lasciando segni e a facilitarne la rimozione dopo la cucitura definitiva.

filo di cotone comune – la sua composizione dipende dal tessuto su cui deve essere applicato e dalla tipologia di cucitura : mercerizato o sintetico in poliestere è indicato sia per cucire a mano sia a macchina. In

filo per impunture – in genere di alta qualità è un filo utilizzato quando il punto rimane “a vista”, e la sua caratteristica principale è che non si ingarbuglia mentre si lavora.. È  molto resistente e adatto per impunture a macchina, lavori in patchwork, applicazioni e per cucire le asole.

filo per ricamo a mano - i fili per il ricamo a mano sono in genere di 2 tipi:  il “perlè” che è un cotone ritorto e il “mulinè” che sono 6 fili uniti e divisibili a seconda del punto di ricamo.

foto 1 ricamo

Forbici per il cucito a mano  -  utili per tagliare il filo e rifinire, le forbici per il cucito sono piccole e a lama corta. Si distinguono da quelle per il ricamo che hanno invece le punte ben affilate per tagliare anche i fili meno raggiungibili.

Bottoni – i bottoni, così come gli abiti, si differenziano in “taglie”.  La Ligne  (dal francese, significa“linea”ed è stato utilizzato per la prima volta nel Nono secolo) e l’unità tradizionale di misura di bottoni. È ancora uno standard ancora usato oggi.. Una ligne (1L) equivale a 0,635 mm.

foto 2 bottoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura. Cura mostre di arte contemporanea ed eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
jessica PrattLa Sonnambula torna al teatro San CarloTorna un titolo assente da 20 anni dal palcoscenico...
C84A4647Il problema al Piccolo BelliniIn ogni famiglia c’è un problema, più o meno grave, ma...
coverLidia Vitale, il volto di Anna...Ce la ricordiamo come il magistrato Giovanna Carati nel...
coverIl Diario di Anna Frank, perché vale...È forse uno dei libri più letti, sia da adulti sia da...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500