mercoledì 1 APRILE 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Alzati dal divano e muoviti. Dal Pilates i consigli giusti

pilates 3Sportivi o no in questo momento in cui istituzioni e medici ci raccomandano di stare a casa il più possibile ci troviamo a fare i conti con la sedentarietà forzata. Uno stile di vita - sebbene oggi indispensabile a causa del pericolo di contagio da Coronavirus - tutt'altro che sano: la mancanza di esercizio fisico e della vita all'aria aperta ha forti ripercussioni sull'umore, sullo stato fisico e addirittura sulle nostre difese immunitarie. Eppure, anche se costretti a casa, non è detto che dobbiamo trascorrere tutta la giornata sul divano. Ne parliamo con Manina Tsoukatou, insegnante di Pilates presso lo Studio “Equilibrium e Benessere” di Napoli.

Il Pilates è una disciplina che prevede una profonda sinergia fra mente e corpo durante la pratica ed è adatta a tutti. Quali possono essere buone abitudini da adottare per contrastare la sedentarietà?

La prima cosa da fare è cercare di mantenere fede quanto più possibile al ritmo quotidiano di sempre: svegliarsi presto al mattino, non andare a dormire troppo tardi. Conservare quindi il proprio orologio biologico. Mangiare sano, bere molta acqua e evitare alcol e fumo fanno il resto. Cerchiamo di muoverci almeno mezz'ora ogni giorno e dedichiamoci ai nostri hobby, quelli che spesso sacrifichiamo perché abbiamo altro da fare.

Il Pilates prevede esercizi atti a stimolare le nostre difese immunitarie? Se si, quali?

Qualsiasi tipo di attività fisica stimola le difese immunitarie di un individuo. Il Pilates lo fa ancora di più perché si basa proprio sulla connessione fra mente e corpo con esercizi che coinvolgono entrambi. Con questa pratica ci si concentra su respirazione, concentrazione, fluidità/ritmo e controllo, aiutandoci a liberare endorfine, la sostanza del “buonumore”. Con gli esercizi di concentrazione determiniamo un abbassamento del cortisolo, l'ormone dello stress, che quando in eccesso ha un'azione dannosa sul nostro sistema immunitario. Di quanto questo sia vero vi è una importante testimonianza storica: Joseph Pilates, inventore appunto di questa tecnica, durante la Prima Guerra mondiale fu prigioniero in un campo di detensione vicino Lancaster, in Inghilterra. Durante questo periodo coinvolse alcuni suoi compagni detenuti in un programma di allenamento quotidiano. Quando nel 1918-19 scoppiò la terribile epidemia di influenza spagnola, che uccise migliaia di persone nessuno dei detenuti che seguiva con lui il programma si ammalò.

Quale può essere una routine di esercizi che possiamo fare per iniziare la giornata nel modo giusto?

Cominciamo con esercizi di allungamento muscolare per preparare il corpo al movimento. Dedichiamo cura all'allungamento della colonna vertebrale per stabilizzarla, e proseguiamo con una serie di esercizi per i muscoli profondi, quali diaframma, pavimento pelvico, trasverso dell'addome. Proseguiamo con semplici movimenti di mobilità delle spalle e con gli addominali. Cerchiamo di muovere tutto il corpo in maniera fluida e precisa e terminiamo sempre con lo stretching. Non dimentichiamo che il Pilates significa integrazione: integrare mente e corpo per una vita equilibrata.

Quali gli esercizi consigliati alle persone anziane?

Il principale problema delle persone anziane è l'osteoartrosi e l'osteoporosi.

Sono utili gli esercizi  di estensione della colonna, a cui associare esercizi in piedi che coinvolgono l'equilibrio. Infine, se lo stato fisico e di salute lo permette, si possono incorporare esercizi semplici di mobilità con piccolo pesetti. Assolutamente da evitare, sopratutto senza supervisione, esercizi che forzano alla flessione della colonna. La perdita della mobilità e il dolore induce le persone istintivamente a smettere di muoversi. Il Pilates crea un ambiente sicuro per raggiungere anche piccoli obiettivi come aumentare l'energia e imparare a sentire il proprio corpo accettando i cambiamenti in maniera positiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Project manager della rivista di arte contemporanea Racna Magazine, si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura collaborando con l'Istituzione Internazionale Art1307, Villa di Donato, Casa Morra – Fondazione Morra e diversi artisti. Curatrice d'arte contemporanea e scrittrice compulsiva, collabora fra l'altro con il quotidiano “Roma”, come referente Arte Contemporanea. Dal 2012 collabora con la casa editrice Marchese editore, occupandosi di pubbliche relazioni, promozione e creazione di eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
alanisDa Pearl Jam a de Andrè, le novità...Alanis Morissette, Dua Lipa, Pearl Jam e un concerto...
fusilliCarciofi e funghi più salsiccia e...Siamo arrivati al giro di boa di questa difficile...
Pillole d'arteUn'opera in un minuto, le pillole...Si tratta di vere e proprie pillole d'arte quelle...
peppa pigPeppa Pig, in arrivo le nuove...Un mese con la simpatica maialina rosa più amata dai...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500