sabato 8 AGOSTO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Il blu di Sorrento veste l'uomo di Dolce & Gabbana

Il genio creativo di Dolce & Gabbana si fonde con il blu della costiera amalfitana e crea magicamnte una collezione di pura architettura sartoriale.

Dettagli ispirati al blu del mare di Sorrento sono abbinati a tessuti leggeri di colore bianco.

I look omaggiano la creatività, il design italiano e l’atmosfera estiva e indimenticabile delle vacanze in costiera.

Le stampe sono tutte ispirate alle ceramiche del Parco dei Principi, hotel a strapiombo sul mare di Sorrento, progettato dal designer Gio Ponti nel 1960, uno dei posti più affascinanti della penisola sorrentina .

La collezione Primavera-Estate 2021 parla di leggerezza, di amore  ed è stata presentata nei Giardini del Campus Humanitas University di Rozzano a Milano.

Dolce&Gabbana continua poi il proprio impegno a supporto di Fondazione Humanitas per la Ricerca.

Ogni importo donato, fino a un massimo di 1000 €, verrà raddoppiato per sostenere la Ricerca Scientifica.

Humanitas continua la sua battaglia al Covid-19 con studi internazionali che, grazie alle donazioni e al sostegno di Dolce & Gabbana, potranno essere ulteriormente estesi.

Parco dei Principi, manifesto dell'architettura contemporanea

mattonelle gio pontiL'ingegnere napoletano Roberto Fernandes acquistò il terreno nel 1959 ed incaricò l'architetto Gio Ponti di trasformare quel luogo in un albergo.
L'eredità storica, la straordinaria ubicazione e i naturali cromatismi ispirarono Ponti nel creare una struttura radicata nel terreno caratterizzata dal verticalismo dell'antica dacia e della costiera sorrentina.

L'hotel Parco dei Principi fu inaugurato l'11 aprile 1962 e da quel giorno testimonia l'assoluta e felicissima intuizione dell'ingegnere Fernandes.

Il parco botanico di tre ettari custodisce specie vegetali rare e amori antichi: tra i tanti angoli romantici, il ponticello che riporta una targa con versi della principessa Desirée di Svezia e il Tempietto di Venere, che sorge nel luogo in cui cresceva la piantina afrodisiaca coltivata al tempo in cui il terreno apparteneva ai frati Gesuiti.

All'interno del parco, immersa tra i suoi rari esemplari botanici, c'è la piscina di acqua di mare progettata da Gio Ponti.
Dalla piscina emergono piccole isole di quiete e il trampolino sembra quasi essere sospeso sull'acqua.

 

 Fondazione Umanitas 

Fondazione Humanitas per la Ricerca è un ente non-profit, impegnato nello studio e nella cura di malattie come tumori, infarto, ictus, patologie autoimmuni, neurologiche e osteoarticolari.

Nella sua dimensione internazionale, contribuisce a formare giovani ricercatori provenienti da tutto il mondo.

Più informazioni: https://fondazionehumanitasricerca.it/la-fondazione/

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
teschioSanta Luciella: storia d’arte e...4 amici al bar: vi ricordate dalle canzone di Gino Paoli?
Giovanni Allevi 12Paestum, Giovanni Allevi apre...#Giffoni50 riparte dal mondo classico e dalle radici del...
amore oltreL’amore oltre il tempo, i premi e le...“L’amore oltre il tempo” diretto da Emanuele Pellecchia...
Al Premio Charlot si ride con Peppe...Continua all’Arena del Mare di Salerno  la XXXII...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500