lunedì 13 LUGLIO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Napoli è una fumata di sigaretta?

Smog over AlmatyDice uno studio del CNR che respirare l’aria di Parigi è come a star chiusi in una stanza con 8 fumatori. E Napoli? Possiamo respirare a pieni polmoni senza timore di dare una boccata ad un sigaro?

Hanno studiato la qualità dell'aria della capitale francese negli ultimi 18 mesi e ne hanno dedotto che l’inquinamento dell’aria della Cité fa male come il fumo passivo di ''otto fumatori chiusi in una stanza di 20 metri quadri'': i ricercatori del CNR non hanno dubbi, il tasso di polveri sottili in alcuni giorni supera anche di 30 volte i livelli giudicati normali e anche il quotidiano Le Monde,  uscito in edicola con la testatina verde al posto di quella tradizionale color azzurro, titola: ''Diesel e inquinamento, lo studio scientifico che allarma''. Direte voi: ma noi stiamo qui a Napoli, perché preoccuparci? Perché non c’è da star allegri  neppure sulle nostre performance ambientali, che  - anche se non sappiamo a quante sigarette equivalgono – riportano dati alquanto preoccupanti. Nella fotografia scattata dalla XX edizione di Ecosistema Urbano , la ricerca annuale di Legambiente, Ambiente Italia e Sole 24 Ore sullo stato di salute ambientale dei comuni capoluoghi italiani, Napoli è ottantasettesima. La qualità dell’aria presenta livelli di biossido di azoto che raggiunge il livello di 37,3 ug/mc (siamo al di sotto del limite di legge di 40) e la media relativa alle concentrazioni di polveri sottili si assesta sui 35 microgrammi al metro cubo (anche questo inferiore al limite per la protezione della salute umana di 40 previsto dalla direttiva comunitaria). Se insomma i dati non sforano, la certezza è che l’aria che tira è comunque viziata. Da quante sigarette?

Ai ricercatori l’ardua sentenza.

RRF

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Raffaella R. Ferrè
Author: Raffaella R. Ferrè
Giornalista, scrittrice, le piacciono un botto di cose tra cui la Storia del '900, gli Smiths e Napoli. Ha pubblicato romanzi e racconti, fa parte della redazione di Napoli Città Sociale e collabora con Il Mattino. Pensa che il codice Html sia poesia pura. Le dicono spesso che assomiglia a Scarlett Johansson e la cosa le fa piacere anche perché, per la maggior parte del tempo, è convinta di assomigliare ad una piccola nerd.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
IMG 20200710 175318Nuovi Giochi RealiLo spettacolo della rassegna Racconti per Ricominciare...
san carloDinkopedia: sette minuti per...“Dinkopedia, la grande musica raccontata da Dinko...
Portici, cinema al FreskoRitorna a Portici la rassegna di cinema all’aperto...
Mattia, le solite ragazzateC’è un pregiudizio che impera da sempre: i giovani non...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500