mercoledì 23 OTTOBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

La cura del sonno (per l’influenza)

sleep-womanLasciarsi andare tra le braccia di Morfeo non vuol dire tagliare i ponti con la realtà, anzi! Uno studio dice che è il modo migliore per combattere l’influenza!

Uomini e donne passano circa un terzo della vita dormendo e per quanto in questi ultimi decenni si sia cercato di approfondire e capire i meccanismi di questo fenomeno così complesso ed importante, il sonno resta ancora un mistero. È vero, oggi possiamo distinguere tra due fasi (REM e non-REM) ed è noto che la sua importanza ha una valenza anche sul piano evolutivo (è assente nei pesci e negli anfibi, comincia a comparire nei rettili e negli uccelli,  si struttura definitivamente nei mammiferi) ma la notizia degli ultimi giorni è che il classico rimedio della nonna per combattere i malanni stagionali come febbre, raffreddore, mal di gola e di schiena, funziona davvero e ha delle basi scientifiche.

Andare a letto presto, non tirarsi su appena suona la sveglia, approfittare della calma pomeridiana per un pisolino, insomma dormire molto aiuta davvero a combattere l'influenza!

Lo ha scoperto un gruppo di studio dell'Università di Washington: guidati da James Krueger, questi scienziati hanno infatti scoperto e individuato una proteina che migliora il potere di guarigione garantito dal sonno. In pratica, la molecola Acpb prodotta dal cervello innescherebbe,l mentre noi dormiamo, una catena di azioni antinfiammatorie.

Oggetto di studio, ad ora, sono dei topi studiati durante il decorso dell'influenza provocata dal temutissimo virus H1N1: bene, quelli di loro che hanno dormito molto hanno mostrato migliori risposte dei loro compagni che privati geneticamente della proteina Acpb, hanno sviluppato sintomi più gravi e una mortalità più elevata. Ora non fate quella faccia provata: che questo studio, pubblicato sulla rivista “Brain, Behavior, and Immunity”,  porti come auspicato allo sviluppo di nuovi farmaci per combattere doloretti, infiammazioni e via dicendo in modo completamente nuovo (si pensa a spray nasali a base di Acpb) se siete alle prese con raffreddore e quant’altro potete darvi da fare e provare da soli la valenza di questa scoperta: date retta alla nonna, agli studiosi e a noi. Dormite molto, dormite tanto, e se qualcuno vi rimprovera potrete sempre dire che lo fate per la scienza!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Raffaella R. Ferrè
Author: Raffaella R. Ferrè
Giornalista, scrittrice, le piacciono un botto di cose tra cui la Storia del '900, gli Smiths e Napoli. Ha pubblicato romanzi e racconti, fa parte della redazione di Napoli Città Sociale e collabora con Il Mattino. Pensa che il codice Html sia poesia pura. Le dicono spesso che assomiglia a Scarlett Johansson e la cosa le fa piacere anche perché, per la maggior parte del tempo, è convinta di assomigliare ad una piccola nerd.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
I fazzoletti di tutti gli addiiL’Amore nel nuovo spettacolo di...Debutta a Napoli lo spettacolo I fazzoletti di tutti gli...
B izzoBiagio Izzo apre la stagione del LendiSarà il comico napoletano Biagio Izzo e il suo...
Gli ultimi giorni del comandante PlinioGli ultimi giorni del comandante...Sarà presentato a Napoli il romanzo storico “Gli ultimi...
still lifeApre a Gesco uno sportello gratuito...Uno sportello gratuito di ascolto e sostegno genitoriale...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500