lunedì 16 SETTEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Fare pulizie fa bene!

pulizieSe siete di quelli che odiano il finesettimana perché è il momento di mettere in ordine, se temete il cambio di stagione quanto la prova costume, bene, questo è l’articolo che fa per voi.

Che pulire sia una pratica zen è noto: lo chiamano “space clearing” e fa bene non solo al nostro appartamento ma anche alla nostra esistenza emotiva. Sì, perché mettendo in ordine succedono due cose: 1) rivalutiamo quanto abbiamo di davvero necessario; 2)sgombriamo casa e mente da tutto ciò che producendo disordine ci rende anche più confusi.

Ciò significa che mettendo da parte i vecchi abiti (quelli di due taglie in meno che conserviamo come promemoria e nei quali non rientreremo nemmeno dopo due mesi di pane e acqua, anzi tisane, per capirci) sgombriamo anche la testa da assurdità che  ci fanno perdere di vista l’obiettivo più importante ovvero vivere un’esistenza il più possibile “declutterizzata”. Vi suona nuova questa parola? Beh, viene dal termine inglese “clutter” che indica proprio quel senso di oppressione, confusione e disagio che la quantità di inutili suppellettili che abbiamo in casa provoca nella nostra vita.

Ci sono un botto di studi in merito che dicono che, al di là dello scetticismo, comprovano questa teoria. Già secondo la psicoanalisi l’essere disordinati e l’avere in casa propria troppe cose inutili nasconde l’incapacità di prendere delle decisioni, di assumersi precise responsabilità, di guardarsi dentro con consapevolezza. Ma c’è di più: molte ricerche dicono che lasciare che in casa propria si crei un ecosistema a parte indica una sospensione del proprio giudizio e razionalità anche in altri ambiti. Riordinare un cassetto, al contrario, per molti altri studiosi, è una pratica che può aiutare a focalizzarci sui nostri obiettivi. E dunque, perché non approfittare delle dovute pulizie di primavera anche per fare un po’ di chiarezza, prendere delle decisioni e guardare in faccia la nostra vita (e la nostra casa) con contezza per poter decidere poi cosa farne?

A insegnarci come procedere, ci sono molti molti molti libri tipo questo qui (che ho letto e che dunque posso consigliare) ma anche corsi (anche online), gruppi virtuali e newsletter: l’esperta in materia, in Italia, è Lucia Larese e qui c’è il suo sito. Il mio consiglio, però, è questo: date una lettura, iscrivetevi a gruppi e via dicendo, ma prendente la ramazza, un sacco per la spazzatura e cominciate. Vedrete, sarà liberatorio respirare meglio, non inciampare sempre in quella vecchia borsa lasciata all’angolo del letto, e non avere l’ansia di dover mettere in ordine da capo!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Raffaella R. Ferrè
Author: Raffaella R. Ferrè
Giornalista, scrittrice, le piacciono un botto di cose tra cui la Storia del '900, gli Smiths e Napoli. Ha pubblicato romanzi e racconti, fa parte della redazione di Napoli Città Sociale e collabora con Il Mattino. Pensa che il codice Html sia poesia pura. Le dicono spesso che assomiglia a Scarlett Johansson e la cosa le fa piacere anche perché, per la maggior parte del tempo, è convinta di assomigliare ad una piccola nerd.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
bagaria orkestraBAGARIJA ORKESTAR all’AperiSepeQuale giorno migliore del calendario napoletano se non...
lunchboxA ognuno il suo Lunchbox. Il cestino...L’attenzione per l’ambiente e quella per la sana...
BOA SORTEBREATHLESSVenerdì 27 settembre alle 19.00 Spazio NEA inaugura la...
cover MannAl Museo Archeologico Nazionale:...Un museo sempre più aperto al territorio e alle...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500