giovedì 21 FEBBRAIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Chi vivrà vedrà

Longo dietaUna dieta mediterranea ricca di pesce, legumi e verdure è un ottimo preludio per poter vivere a lungo. Questo tipo di cura fa dimagrire e aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, il diabete, l’obesità e i tumori.

Con un bassissimo consumo di pane, pasta e frutta aiuta a dimezzare l’apporto calorico giornaliero. Inoltre la dieta mediterranea riesce così a rallentare i processi di invecchiamento e se viene seguita meticolosamente è in grado di regalare 10 anni di vita in più. Questi sono i dettami alimentari dello scienziato italiano Valter Longo, autore del libro “La dieta della longevità” , pubblicato dall’editore Vallardi in Italia. L’opera è un accurato studio venticinquennale sulla relazione tra il cibo e l’invecchiamento cellulare. Seguendo questi preziosi consigli, il medico italiano afferma che «si tratta di riprogrammare il corpo in modo tale da farlo entrare in una modalità di invecchiamento più lento, ma anche di ringiovanirlo attraverso una rigenerazione che si basa sulle cellule staminali. Non si tratta né di un digiuno radicale né di una dieta tipica perché non è continuativa. » Per vivere in buona salute occorre consumare solamente una porzione di frutta al giorno e durante la settimana si possono consumare il pesce (merluzzo, orate, vongole, sardine, trote, gamberi) e i legumi senza alcuna limitazione di quantità. Per quanto concerne i pesci che contengono di più il mercurio come il tonno e il pesce spada, bisogna cercare di mangiarli con parsimonia. Longo dispensa consigli anche sugli orari dei pasti: è opportuno iniziare a mangiare dopo le 8 e finire prima delle 20.  La dieta naturalmente va affiancata ad un regolare esercizio fisico e per le persone in sovrappeso è consigliabile fare due pasti al giorno e due spuntini a differenza dei normopeso che ne possono fare tre con uno snack. La carne, sostituita dalle proteine vegetali, va eliminata completamente in età adulta eccetto per i bambini a cui va bene sia quella rossa che bianca. Valter Longo è genovese di nascita e americano di adozione. Si laurea presso l’Università del North Texas e nel 1997 consegue un dottorato di ricerca in Biochimica presso la University of California di Los Angeles approfondita con un post-dottorato in Neurobiologia dell’invecchiamento e malattia di Alzheimer alla University of Southern California (USC). Attualmente Longo è Professore di Biogerontologia e Direttore dell’Istituto sulla Longevità all’University of Southern California e direttore del programma di Oncologia e longevità in IFOM.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessio Bocchetti
Author: Alessio Bocchetti
Giornalista pubblicista, scrive di cronaca e di sport. Collabora con il quotidiano Roma e con lo staff comunicazione della squadra multietnica Afro-Napoli United.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Comunico Ergo SonoComunico, Ergo Sono!In occasione della Giornata Mondiale della Lingua Madre,...
 Carnevale degli ScugnizziIl Carnevale degli ScugnizziLa comunità dello Scugnizzo Liberato e La...
Archivio Canzone NapoletanoPassioNa: quattro Serate di musica...La Canzone Napoletana è tra le musiche POPolari più...
strane coppie 3Alle “Strane Coppie” di Antonella...Le relazioni fra donne, nelle loro molteplici dinamiche,...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500