domenica 21 LUGLIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Olympian’s, la palestra dei campioni che insegna la difesa ai più deboli

taekwondoNell’area nord di Napoli c’è una palestra un po’ fuori dal comune, fondata all’inizio degli anni ’70 : la palestra Olympian’s. Questo stabilimento, legato all’associazione ITF, la prima associazione di TAEKWON DO, ha portato quest’arte marziale dagli schermi alla realtà. Tutto questo è stato possibile solo grazie alla passione del suo fondatore il Master Antonio Troiano.  Da questa palestra non hanno tardato a fiorire stelle come Ettore Troiano e Maurizio Troiano, entrambi rispettivamente campione e vice campione del mondo di Taekwon do nei mondiali Korea 2004, o ancora Marco Troiano  vice campione del mondo nei mondiali di Canada 2012 e Londra 2016 e campione del mondo nei mondiali a Roma 2014. Oggi questi campioni sono passati da essere allievi a essere maestri, tramandandosi di padre in figlio la stessa passione e costanza e insegnandola a chi varca la porta di questa palestra.

 Il TAEKWON-DO

È  un'arte marziale coreana e uno sport da combattimento a contatto pieno nato fra gli anni '40 e '50 (nonché sport nazionale in Corea del Sud) basato principalmente sull'uso di tecniche di calcio. Combina tecniche di combattimento volte alla difesa personale alla pratica agonistica soprattutto come sport olimpico, ma anche come esercizio ed in alcuni casi filosofia e meditazione. Nel 1989 è divenuto l'arte marziale più popolare al mondo in termini di praticanti.

La filosofia del taekwondo ha come fondamento l'etica, la morale, le norme spirituali attraverso le quali gli uomini possono vivere senza litigare.

Le parole stesse del generale Choi,  fondatore dell’ITF ci aiutano a capire meglio la filosofia dietro questo sport : «spero sinceramente che attraverso il taekwondo ogni uomo possa acquistare la forza sufficiente per arrivare ad essere il guardiano della giustizia, opponendosi ai conflitti sociali e coltivando lo spirito umano al livello più alto possibile. È con questo spirito che mi sono dedicato all'arte del taekwondo per tutti i popoli del mondo». Il generale Choi stabilì la filosofia e i seguenti principi come le basi del taekwondo e tutti gli studenti seri di quest'arte li dovrebbero osservare e rispettare attraverso il loro cammino sia nell'arte che nella vita.

I principi sono i seguenti: Cortesia (Ye Ui): per dimostrare questo principio e per rispettarlo bisogna  incoraggiare il senso di giustizia e umanità, rispettare i beni altrui, agire con giustizia e con sincerità,  bisogna distinguere il corretto dallo sbagliato e avere la consapevolezza, quando qualcosa è sbagliata, di sentirsi colpevoli. lo studente deve cercare di mettere in pratica i seguenti elementi di cortesia per costruire un carattere nobile. Perseveranza (In Nae), Autocontrollo (Guk Gi), Spirito Indomito (Baekjul Boolgool) che si manifesta quando una persona affronta un grosso problema utilizzando il suo coraggio e senza rinunciare ai suoi principi.

taekwondo 1

Uno sport per il sociale

Negli anni ’70 il Taekwon Do era alla ribalta, presente sul grande e piccolo schermo, la grande moda. C’era però qui in Italia, ancora poca risposta dal mondo sportivo. Grazie al Master Antonio Troiano Casoria è diventata terreno fertile per quest’arte marziale che viene dall’altro capo del mondo e con lei veicola valori importanti ed utili per rispondere al disagio di questa cittadina del napoletano. “Casoria è un territorio molto difficile, alle volte pericoloso – racconta Marco Troiano- noi lavoriamo molto con donne e bambini, per insegnarli a difendersi ma anche l’auto controllo, fondamentale nel combattimento di arte marziale. Stiamo facendo anche un gran lavoro nelle scuole qui a Casoria, insegnano ai bambini il rispetto e l’autocontrollo, il valore del sacrificio e l’umiltà. Questo per rispondere al fenomeno del bullismo, tra le altre cose. Offriamo ai più giovani una valvola di sfogo”. Il programma si chiama Edu kick e si svolge nell’ora di educazione fisica nelle scuole aderenti del comune di Casoria. “Temi come la violenza o la forza fisica sono presenti nella vita dei ragazzi a quell’età, questo territorio non è completamente sicuro. Noi lavoriamo per indirizzare questi concetti verso qualcosa di costruttivo”.  La palestra ha anche un fortissimo team femminile, tra le quali si contano la maggior parte delle stelle della palestra, tutte tra i 15-16 anni. “Insegnare alle donne l’autodifesa è fondamentale in questo clima di insicurezza. Le ragazze sono le più penalizzate in contesti come il nostro perché vengono associate alla debolezza. Le nostre ragazze picchiano forte e sanno difendersi. Perché noi quello che insegnano è la difesa, l’auto controllo e la coscienza di se e della propria forza” continua l’allenatore. Tra i giovani si possono contare promesse come Anna e Luisa Amato, vice-campionessa del mondo Londra 2016 o Vincenzo Maione Campione del mondo Argentina 2018. Tra i meno giovani,ma una delle più recenti vittorie, Giuseppe Cristiano, campione regionale di Kick Boxe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
forioleggeForioLegge, il festival letterario...L'isola verde si prepara ad ospitare tre giorni di...
Maglia Napoli 2019 2Fermenti in casa NapoliIl calciomercato è entrato nel vivo in casa Napoli: il...
bellavistaIl Mistero di Bellavista e...Apprendendo della triste notizia della scomparsa di...
scarlatti in jazzScarlattinJazz al Maschio AngioinoLa Nuova Orchestra Scarlatti diretta da Bruno Persico,...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500