giovedì 25 APRILE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Dermocosmesi oncologica, quando la bellezza aiuta la guarigione

cosmesiRicomincio da me è un progetto volontario specializzato in cosmetica oncologica e che ha come obiettivo la riabilitazione delle pazienti oncologiche, sia da un punto di vista fisico con la dermocosmetica professionale che psicologica, con la riabilitazione dell’immagine di sé, che spesso durante le cure tende a deteriorarsi.

Il progetto nasce nel 2015 dalla dottoressa, cosmetologa, farmacista e spa therapist Myriam Mazza. “è nato tutto un poco per caso, delle mie clienti della farmacia e del centro mi hanno chiesto consigli sulla cosmetica oncologica, all’epoca in Italia la ricerca in questo campo non era molto avanzata. Le mie clienti e pazienti avevano bisogno di ritrovarsi, di sentirsi sé stesse”.

Questa branca della cosmetica, legata principalmente ai bisogni delle pazienti oncologiche sta conoscendo negli ultimi anni un boom di crescita, ricerche e finanziamenti iniziano a convergere intorno a quella che la dottoressa Mazza definisce “un momento di coccola”.

“Guarire l’autostima di una paziente è come guarirla in parte dal male che l’affligge. – continua la dott. Mazza- Aiutare la paziente a ritrovare la sua bellezza, l’immagine di sé alla quale era abituata ed affrontare la malattia con un animo differente”

La pelle delle pazienti oncologiche ha delle necessita e bisogni molto particolare, i prodotti devono essere estremamente delicati ed ipoallergenici “. All’inizio non sapevo neanche che prodotti consigliare, da lì ho avuto la voglia ed il bisogno di fare di più. Di studiare e di indirizzare il mio lavoro, volontario, in questo campo. All’inizio ricordo molta diffidenza da parte dei dottori, abbiamo dovuto batterci perché alla nostra mission fosse riconosciuto il potere terapeutico nel quale crediamo fermamente”

Nell’inverno 2017 la dottoressa Mazza incontra la presidentessa di Genitori Insieme onlus, ex Carmine Gallo onlus. Genitori Insieme è un’associazione che nasce all’interno dell’ospedale Sato Bono-Pausilipon, l’ospedale pediatrico, dalla volontà dei genitori dei pazienti di oncoematologia di rendere la permanenza in ospedale più sopportabile. L’incontro tra l’associazione ed il progetto Ricomincio da Me da luogo a CoccoliAMOci, un progetto della dottoressa Mazza dove lei ed il suo team mettono a disposizione le loro competenze in dermo-cosmetologia oncologica ai CARE GIVER. “Abbiamo deciso di fare questo progetto rivolto alle mamme e papà dei piccoli pazienti, che spesso per il dolore si ammalano insieme ai figli – spiega la presidentessa dell’associazione Fiorella di Fiore- La figura del genitore in questi momenti di grande difficoltà per il bambino deve essere una figura che ispiri forza. Aiutare le madri a ritrovare l’immagine di sé, a non apparire distrutta ai propri figli o anche semplicemente potersi rilassare pochi minuti, sono gesti che aiutano molto il processo di guarigione.”

“I bambini assorbono tutte le emozioni dei genitori- racconta Myriam Mazza del progetto volontario Ricomincio da me- io ricordo di una bambina con quattro flebo che le attraversavano le esili braccia, lei era in braccio a sua madre mentre le stavamo facendo un trattamento curativo alla pelle, come la madre iniziava a rilassarsi anche la bambin sembrava sentirsi meglio, più serena”

Genitori Insieme

Il 17 di questo mese e per altri 4 incontri il progetto CoccoliAMOci sarà al Santo Bono Pausilipon, l’obiettivo del progetto è di “coccolare” le mamme dei nostri piccoli eroi per offrire cure esperte a chi, a sua volta, si prende cura. Molto spesso le mamme si ammalano con i loro bambini, proprio per questo, grazie a massaggi rilassanti, a cure estetiche, a maschere facciali o lezioni di trucco, il progetto offre un po’ di conforto e fa dimenticare dove ci si trova. Il suo scopo è ridurre lo stress e migliorare la qualità della vita delle mamme nei reparti, la cui bellezza e femminilità viene offuscata dalla lungodegenza ospedaliera. Il progetto si rivolge anche alle adolescenti in cura alle quali offre un supporto emozionale per migliorare lo stato di dolore e gli effetti collaterali delle terapie.

Se volete donare, conoscere o interagire con l’associazione Genitori insieme o con il progetto Ricomincio da me: http://www.genitorinsieme.it o la pagina FB https://www.facebook.com/pg/Ricomincio-da-Me-1019296138266085/about/?ref=page_internal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
PREMIO DE FELICEPremio Nazionale Ezio De Felice 2019...C'è tempo fino al 26 luglio per partecipare al bando di...
MAGGIO DEI MONUMENTI 2019Maggio dei Monumenti 2019: una...Con un omaggio ad uno dei più grandi intellettuali...
La montagna ci invita escursioni sul VesuvioLa montagna ci invita, escursioni...Torna ad Ottaviano l’evento “La montagna ci invita”,...
SHAKESPEARETutti il mondo è Palcoscenico. al...“Tutta Napoli è un palcoscenico”, verrebbe da esclamare...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500