lunedì 23 SETTEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Adulti e bambini: la scienza lo dimostra giocare fa bene alla mente!

giocoChiudiamo un attimo gli occhi e torniamo indietro con la memoria. Indietro ad un tempo di giochi e di finzione dove un terrazzo diventava il set per mirabolanti avventure ed una cameretta un galeone dei pirati. Mi credereste se vi dicessi che quel tempo, così bello ed emotivamente forte anche solo nel ricordo, era un investimento per lo sviluppo delle nostre menti?

Una ricerca dell’Università del Colorado ha dimostrato lo stretto legame tra il gioco e lo sviluppo creativo “Durante l’infanzia il gioco ha la capacità di aumentare il ragionamento spaziale (abbiamo osservato che) le capacità di analisi spaziale erano di gran lunga superiori negli studenti che avevamo fatto uno sport, giocato con le costruzioni o ancora di fantasia (giochi d’azione)” si legge nella prefazione della ricerca.

La ricerca americana, intitolata Spatial skills in undergraduate students—Influence of gender, motivation, academic training, and childhood play ( Ragionamento spaziale negli studenti (non laureati) – influenze del genere, percorso scolastico e gioco infantile), stata realizzata due anni fa su un pannello di 345 studenti di geologia dell’Università del Colorado. Gli studiosi hanno monitorato e misurato le capacità di ognuno nell’immaginare, visualizzare, smontare e far ruotare mentalmente degli oggetti.  “Risposte corrette da un minimo del 6% ad un massimo del 75%, laddove i risultati migliori venivano da giovani che nell’infanzia avevano fatto giochi manuali” continua la ricerca.

Chi non ricorda nella propria infanzia i Lego? I mattoncini danesi che da più di messo secolo sono un best seller nell’industria del gioco. Quegli indistruttibili, coloratissimi, versatilissimi mattoncini (che se ne calpesti uno a piedi scalzi in casa ti fa vedere le stelle). Quelli, ma anche i MegaBlocks, i Clemmy Clementoni per i più piccoli, e tutti gli altri prodotti derivati. Lo studio ha portato alla luce come, silenziosamente, l’attività di giocare e costruire stimoli le menti dei piccoli e giovani.

Insomma, giocare con la fantasia e con le costruzioni fa bene, fa bene ai ragazzi che sviluppano capacità che gli serviranno in futuro. Ma, come vedremo, il gioco (ed in particolare i giochi di costruzione e creazione) ha un’utilità anche per gli adulti e per il mondo dell’impresa.

gioco 1

La ricerca dell’Università del Colorado viene ad iscriversi in un percorso di teorizzazione che va avanti da anni, da quando a metà degli anni novanta, con l’arrivo dei “video games” la Lego subì’ un pesante calo nelle vendite legato alla modifica dei comportamenti di gioco e decise di assumere come i ricercatori universitari Johan Roos e Bart Victor, le loro ricerche dimostrano una funzione del gioco fino ad allora molto sottovalutata. loro sono i padri spirituali della metodologia del “gioco serio”.

La fede nella teoria della correlazione fra gioco e sviluppo farà che la Lego contribuirà con 4 milioni di sterline a creare una nuova “professorship” a Cambridge che si occuperà di guidare un nuovo centro di ricerca dedicato ai rapporti tra gioco, apprendimento e istruzione. Il centro collabora con la prestigiosa Harward University e il Mit di Boston. L’idea è quella di creare una base accademica, a sostegno della tesi di correlazione tra gioco ed i processi di formazione.

Investimento che andrà di pari passo con la teorizzazione, prima direttamente dall’azienda e poi in maniera autonoma, del metodo LEGO® SERIOUS PLAY® di Robert Rasmussen. Si tratta di una metodologia di facilitazione fondata sull’impiego dei mattoncini LEGO come supporto metaforico all’espressione, al confronto e all’accelerazione dei processi decisionali. La pratica metaforica al centro di LEGO® SERIOUS PLAY® conduce a costruire con le proprie mani modelli tridimensionali del tema in gioco, sia esso di carattere strategico, operativo o relazionale. Fortemente basata sulle scienze dell'apprendimento, LEGO® SERIOUS PLAY® è l'unica metodologia nata e riconosciuta da LEGO® stessa a basarsi sull'utilizzo di mattoncini LEGO.

Nei primi anni 2000 il LEGO Serious Play ha trovato un posto in numerose imprese del privato come : i Daimler Chrysler, Roche Pharmaceutical, SABMiller, Tupperware, Nokia e Orange; ma è stato utilizzato anche da organizzazioni non a scopo di lucro e gruppi di organizzazioni non governative (ad esempio, SOS Villaggi dei Bambini), così come in ambito governativo (ad esempio dall'Ufficio Danese per i Brevetti e Marchi e dall'Agenzia Danese per la Gestione Governativa sotto il Ministero delle Finanze).

La ricerca dell’Università del Colorado:

CITATION: Gold, A.U., Pendergast, P.M., Ormand, C.J., Budd, D.A., Stempien, J.A., Mueller, K.J., and Kravitz, K.A., 2018, Spatial skills in undergraduate students—Influence of gender, motivation, academic training, and childhood play: Geosphere, v. 14, no. 2, p. 668–683, doi:10.1130/GES01494.1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
iodicie la lunaLA LUNA: un viaggio nella memoria...Debutta, nel suggestivo spazio di Palazzo Fondi, martedì...
San SeverUn viaggio nella scienza a Cappella...Il Museo Cappella Sansevero rinnova anche quest’anno la...
cover“Ricomincio da me”: riparte il...La salute passa anche attraverso il prendersi cura di...
nffNapoli Fim Festival, parte la...A due maestri del cinema italiano, Pupi Avati e Gianni...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500