lunedì 23 SETTEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

E se il dottore fosse un robot?

roboticaLa robotica ha per lungo tempo fatto parte del nostro immaginario collettivo legato al futuro, pensiamo ai classici della fantascienza (come Asimov per esempio e le sue leggi) ma se vi dicessi che il futuro è oggi? Una ricerca del Bridge Market Research ha evidenziato che gli investimenti in questo campo non cessano di aumentare, nel 2025 si pensa che la cifra totale sarà vicina ai 23 miliardi di euro. Il campo più investito è quello medico, in Italia stiamo conoscendo gli albori di quella che potrà essere la rivoluzione del futuro in medicina con androidi e robot che sostituiscono il personale medico per certe mansioni, in America del Nord invece questa tecnologia esiste già da qualche anno. Il Futuro è oggi!

Cos’è la robotica?

La robotica è una scienza interdisciplinare che si occupa dello sviluppo e della progettazione dei robot. Nasce dall’ingegneria meccatronica e di intreccia di altre discipline come l’informatica e la psicologia, la linguistica e la biologia e la meccanica. Il padre spirituale è lo scrittore Isaac Asimov che nel 1942 aveva già immaginato questo futuro (incrediile!) al punto di immaginare anche un codice etico al quale i robot avrebbero dovuto attenersi e, notizia ancora più incredibile, questo codice etico è la base del codice riguardante la robotica emesso dal Parlamento Europeo. Asimov è ritenuto il profeta della robotica. È il padre delle tre leggi della robotica e dei robot positronici. Il testo dello scrittore russo specifica poi i quattro principi – tutti asimoviani – che ingegneri e progettisti dovranno rispettare: beneficenza: i robot devono agire nell’interesse degli esseri umani; non-malvagità: “primum, non nocere”, i robot non devono fare del male a un essere umano; autonomia: ovvero i robot non devono condizionare l’agire umano; giustizia: tutti gli esseri umani devono poter godere dei benefici associati alla robotica (soprattutto nei casi di assistenza a domicilio e cure mediche). Bisogna però notare che il termine robot non appartiene allo scrittore, ma fu coniato nel 1920 dal termine ceco “robota” inventato dallo scrittore Karel Čapek che lo utilizza col significato di “lavoratore”. Secondo una definizione del Robot Institute of America, il robot è infatti un “manipolatore polifunzionale” che può eseguire dei compiti e movimenti programmati

robotica 1

Gli umanoidi

La robotica umanoide è di certo uno dei campi di ricerca più affascinanti, senza contare carico di immaginario fantascientifico, e il suo obiettivo è quello di creare delle sembianze umane, dotate di intelligenza artificiale. Non ci sorpremde che per il momento il paese pioniere in questo campo sia il Giappone, dove è stato realizzato Asimo, il progetto di umanoide più avanzato al mondo portato avanti dalla Honda: sensori, servomotori e videocamere gli consentono di replicare i nostri movimenti e di rispondere ai comandi vocali. I robot umanoidi come Asimo o sono stati progettati per essere utilizzati prevalentemente in ambito domestico, o anche con finalità educative come per esempio Nao, un prototipo della Aldebaran Robotics, società francese di tecnologia, con quartier generale a Parigi. La gamma delle possibili utilizzazioni è molto vasta, dipendendo dalla sua programmabilità: tra gli usi immaginabili vi è quello di robot di compagnia, compagno di giochi e assistenza ai malati.  Quest’ultimo è attualmente l’utilizzo principale che stiamo immaginando per i nostri (futuri) amici di ferro e circuiti. R1 è invece un robot italiano, progettato e realizzato dall’Istituto Italiano di Tecnologia che da anni sta perfezionando iCub, il robot bambino, un umanoide molto sofisticato. L’R1 ( your personal humanoid) è stato progettato studiando le reazioni degli umani nell’interazione con l’AI ( intelligenza artificiale).

La robotica e la medicina

In Usa i robot hanno già delle mansioni lavorative all’interno degli ospedali, sono infatti addetti all’assiste distribuzione medicinali e pasti per esempio nelle città di New York, San Francisco e Chicago. In Italia per il momento il nostro R1 è in sperimentazione in una sola struttura ospedaliera, a San Giovanni Rotondo Casa Sollievo della Sofferenza.

Un altro servizio che oggi è possibile offrire in ambito sanitario è la Riabilitazione Robotica: con sistema che integrano e supportano il lavoro dei terapisti nel momento della riabilitazione potendo fornire un supporto materiale, i robot sono utilizzati in questo campo principalmente per movimenti di mano, polso, gomito e spalla. I robot permettono di aumentare l'intensità di trattamento; proporre scenari sempre più stimolanti per il paziente attraverso l'utilizzo della realtà virtuale; realizzare protocolli personalizzati secondo le caratteristiche cliniche del singolo paziente e infine misurare in modo oggettivo la risposta al trattamento.

robotica 2

Il robot per la telemedicina InTouch Vita

Due robot – medici vanno citati per concludere quest’articolo: il geniale robot Da Vinci, un robot con sottili bracci comandati a distanza che permette l’esecuzione di operazioni delicate e con un impatto meno invasivo sul paziente come operazioni al cuore, alla prostata (parliamo in questo caso della prostatectomia robotica), utero e polmoni. Basta praticare un foro di pochi centimetri e il robot chirurgico inizia a operare con millimetrica precisione. O ancora Robot dediti alla Telepresenza come per esempio Rp Vita, sviluppato dalla IRobot e che trasmette al medico i dati in video streaming e interviene autonomamente in caso di richiesta del paziente grazie a una mappatura dell’ospedale e a sensori anti ostacolo.

La robotica oltre al campo medico sta invadendo molti altri campi come la difesa, l’intrattenimento, la casa (quella che definiamo Domotica), il futuro che immaginiamo da più di 5 decadi sta bussando alla nostra porta ma siamo pronti ad aprire?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
iodicie la lunaLA LUNA: un viaggio nella memoria...Debutta, nel suggestivo spazio di Palazzo Fondi, martedì...
San SeverUn viaggio nella scienza a Cappella...Il Museo Cappella Sansevero rinnova anche quest’anno la...
cover“Ricomincio da me”: riparte il...La salute passa anche attraverso il prendersi cura di...
nffNapoli Fim Festival, parte la...A due maestri del cinema italiano, Pupi Avati e Gianni...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500