domenica 28 FEBBRAIO 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Passato, presente, futuro. Tre film sulla Camorra che hanno fatto la storia del Cinema

film camorraIndubbiamente il Cinema ha un grande pregio: attraverso storie personali e romanzate e fatti di invenzione parlano a tutti. Le persone si immedesimano nei personaggi vivendo fatti di finzione in modo reale. In quest’ottica, nella lotta alla criminalità organizzata che ancora oggi le istituzioni e i cittadini combattono, i film che parlano di Camorra sono importantissimi perché lanciano un forte messaggio di denuncia sociale.

Nella storia del Cinema sono molti i registi che, a volte in modo ironico, molte altre drammatico, in certi casi farsesco o addirittura  utilitaristico, hanno parlato nello specifico di Camorra. A poche ore dalla scomparsa di uno dei più pericolosi boss della malavita campana mai esistiti Raffaele Cutolo - scomparso il 17 febbraio del 2021 all’età di 79 anni nel carcere di Parma, dove scontava il carcere a vita in regime di Massima sicurezza (41 bis) -  ci si rende conto quanto alcuni di questi lungometraggi siano in grado di parlare ai cittadini napoletani ancora oggi. Come monito, certo, per far in modo che alcune cose non accadano più. Ma anche come stimolo per migliorare e fare in modo che chi ancora delinque, avvelenando la vita dei cittadini onesti e favorendo la resistenza del luogo comune che vede ancora saldo il binomio “Napoli-Camorra”, sia combattuto quotidianamente.

Passato – Il Camorrista

Proprio alla vita di Raffaele Cutolo si ispira il capolavoro di Giuseppe Tornatore “Il Camorrista”, pellicola del 1986 destinata ad essere il primo dei grandi successi del regista siciliano. La diffusione del film - che segue l’ascesa al regno della Nuova Camorra Organizzata  di “O prufessore” di Ottaviano fino al suo incarceramento , a seguito di un processo e a una condannato a quattro ergastoli da scontare a partire dal 1995 in regime di 41 bis - fu al principio molto contrastata: due mesi dopo la sua uscita venne ritirato per una querela, ritornando nei cinema solo alcune settimane più tardi; mentre la versione integrale, consistente in cinque ore di girato, non è mai stata proiettata. La frase “O Malacarne è nu guappo ‘e cartone” è ancora oggi famosa in tutto il mondo e ha sicuramente contribuito a diffondere anche fuori i confini  regionali il significato di “Guappo di Cartone”, ossia persona con atteggiamenti aggressivi ma, in realtà, poco coraggiosa. Ben poche persone sanno però che il film trae origine dal romanzo omonimo scritto da Giuseppe Marrazzo,  importante giornalista d’inchiesta esperto di temi sociali e criminalità organizzata.

Presente - Gomorra

Pluripremiato e molto noto il film di Matteo Garrone “Gomorra”, tratto dal best seller di Roberto Saviano, parla di Camorra al giorno d’oggi. La sua forza è data dall’estremo realismo, legato all’utilizzo del dialetto, alla scelta di attori - prevalentemente del posto e non professionisti ma con “la faccia giusta” - e ad un lavoro certosino nella scelta dei set, allestiti in contesti di “naturale” degrado della periferia napoletana. Gomorra si è aggiudicato sette David di Donatello, due Nastri d’Argento, due Ciak d’oro in Italia, mentre all’estero  ha vinto cinque European Film Awards e il Gran Premio della Giuria a Cannes. Da esso è nata anche la serie omonima, ancora in produzione.

foto 1 gomorra

Futuro - Fortapàsc

Uscito nelle sale italiane nel 2009 con la regia di Marco Risi, Fortapàsc racconta la storia vera di Giancarlo Siani, giovane cronista de Il Mattino ucciso a causa delle sue inchieste dalla Camorra nel 1985, a soli 26 anni. Corrispondente da Torre Annunziata del quotidiano, Siano era, seppur giovane e con pochi anni di esperienza, uno dei maggiori esperti di Camorra in Campania. Un film da far vedere alle donne e agli uomini di domani, su una persona che ha messo la professione e l’amore per la verità prima della sua stessa vita.

foto 2 fortapasc

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura. Cura mostre di arte contemporanea ed eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
coverAccendere i riflettori sulle...Nata nel 2008 per sensibilizzare l’opinione pubblica,...
PATRONI GRIFFI copiaL’Archivio Patroni Griffi ora online...Foto di scena, copioni e documenti provenienti...
#Senzafestival, un flashmob digitale...#Senzafestival, un evento per sottolineare l’importanza...
Sformato di patate, verdure e gamberoniQuesta ricetta mi è stata ispirata da un sondaggio...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500