sabato 17 AGOSTO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Film di donne: Arrivederci inverno di Helke Misselwitz

Winter adeUn singolare documento di testimonianze femminili per la prima volta in proiezione a Napoli. Trent’anni dopo la caduta del Muro di Berlino il Goethe-Institut di Napoli dedica una puntata del suo Montagskino (la rassegna di cinema tedesco di oggi e di ieri) a una delle poche registe della DDR, Helke Misselwitz, e al suo straordinario lavoro Winter Adé (Arrivederci inverno), un viaggio in treno attraverso la DDR nel 1988.

L’appuntamento è per lunedì 11 febbraio 2019 alle ore 18.30 nel Multicinema Modernissimo (Via Cisterna dell’Olio 49/59). Ingresso: 4 Euro (libero con la Goethe-Card).

Winter ade FOTO 1

Winter adé sta simbolicamente per un’epoca nella DDR segnata dal desiderio di cambiamento. La regista Helke Misselwitz viaggia in treno dalla sua città natale di Zwickau, a sud, attraversando il paese a nord fino al mare, un luogo di nostalgia. In incontri organizzati e accidentali parla con donne di diverse generazioni e di diversi ambienti sociali della loro vita, delle loro preoccupazioni e delle loro speranze. Lo spettatore conosce contraddizioni e svolte, poesia e tristezza nelle conversazioni aperte con l’economista Hillu, con Christine, l’operaia nella fabbrica di bricchetti che lavora a tre turni e sua figlia disabile, le ragazze punk Anja e Kerstin, l’anziana Margarete Busse alle sue nozze di diamanti, le donne della pescheria di Sassnitz e la maestra dell’orfanotrofio Erika "Banni" Banhardt.

Winter Adé è stato presentato in anteprima nel novembre 1988 alla settimana del documentario e del cortometraggio di Lipsia.

Winter ade FOTO 2

Helke Misselwitz, nata nel 1947 vicino a Zwickau, in Sassonia, dal 1970 ha lavorato come presentatrice televisiva e assistente alla regia per la televisione della Germania dell’Est. Dal 1978 al 1982 ha studiato presso l’Accademia di Cinema e Televisione della DDR (oggi: Filmuniversität Babelsberg Konrad Wolf) e ha cominciato poi a lavorare come autrice e regista. Dopo aver studiato con il regista Heiner Carow presso l’Accademia delle Arti della DDR, ha realizzato i suoi primi documentari.

Oggi Helke Misselwitz insegna regia presso la Filmuniversität Babelsberg Konrad Wolf ed è membro dell’Accademia delle Arti, Berlino.

Winter ade FOTO 3

Dal 4 febbraio al 25 marzo 2019 torna Montagskino. Ogni lunedì un appuntamento con il cinema tedesco di oggi e di ieri. Una rassegna che mette insieme i più importanti e più bei film tedeschi degli ultimi anni, ma non solo, al Multicinema Modernissimo di Napoli. Il Goethe-Institut Neapel d’intesa con il Cinema Modernissimo dedica la sua prima rassegna dell’anno al cinema femminile. Per creare occasione di dibattito e mostrare come queste registe abbiano dato un importante e decisivo contributo alla cultura cinematografica.

Männer zeigen Filme & Frauen ihre Brüste - Gli uomini fanno film e le donne mostrano il seno è il titolo provocatorio del pluripremiato film d’esordio di Isabell Šuba del 2013, in cui la regista tedesca racconta la difficoltà di essere presa sul serio nel mondo del cinema. La storia, che si svolge a Cannes durante il Festival, non è una storia del tutto finta. E anche se, tre anni dopo, proprio lì Toni Erdmann diretto dalla tedesca Maren Ade viene celebrato dalla critica cinematografica internazionale, c’è ancora un grande squilibrio nell’industria cinematografica in cui le donne dietro la cinepresa sono sottorappresentate. Sebbene questa disparità sia sempre più discussa in pubblico, il cammino verso l’uguaglianza nell’industria cinematografica è ancora lungo.

Il Goethe-Institut Neapel dedica la sua prima rassegna dell’anno alle registe, sia per offrire loro un forum sia per dimostrare che, come i loro colleghi maschili, danno un contributo importante e decisivo alla cultura cinematografica.

Winter ade FOTO 4

La selezione combina, come sempre, opere eccezionali di registe affermate con quelle di esordienti. Oltre all’opera prima di Maren Ade, Der Wald vor lauter Bäumen (t.l.: Tanti alberi fanno un bosco), e Western di Valeska Grisebach, una originale reinterpretazione del famoso genere, si trovano anche la straordinaria opera Der traumhafte Weg (t.l.: Il sentiero sognato) di Angela Schanelec, 3 Tage in Quiberon (t.l.: 3 giorni a Quiberon) di Emily Atef, che mette in fiction la leggendaria intervista della rivista Stern a Romy Schneider e il dramma 4 Könige (t.l.: 4 Re) di Theresa von Eltz.

Winter ade FOTO 5

Un altro punto focale è rappresentato dai documentari. A trent’anni dalla caduta del muro di Berlino, l’opera di Helke Misselwitz Winter Adé (t.l.: Arrivederci inverno) sui desideri e le necessità delle donne nella RDT poco prima della fine della sua esistenza continua a stupire. In occasione della Giornata internazionale della donna, il Montagskino presenterà due film sul tema della donna e del lavoro. Nel suo documentario Aperti al Pubblico Silvia Bellotti cattura gli eventi in un ufficio comunale napoletano. Nel suo cortometraggio Cristian Diorio, Ylenia Azzurretti si affaccia sulla spalla dei guantai del quartiere Sanità. E per celebrare la ricorrenza dei 100 anni del Bauhaus (1919-2019), una selezione di brevi documentari della costruttivista Ella Bergmann-Michel sarà presentata per la prima volta a Napoli.

Accanto alla rassegna in collaborazione con Stella Film e il Multicinema Modernissimo il Goethe-Institut promuove intensamente il cinema per i giovani, nell’anno scolastico 2018/ 2019 in collaborazione con Moby Dick s.r.l.

Per maggiori info: www.goethe.de/napoli

 

Ecco gli appuntamenti con il cinema tedesco al Multicinema Modernissimo:

Montagskino – I tedeschi del lunedì

Nuove prospettive del cinema tedesco

Rassegna di film in lingua originale sottotitolati in italiano

FILM DI DONNE

4 febbraio – 25 marzo 2019

Proiezione settimanale, ogni lunedì, ore 18.30

Ingresso: 4 Euro (libero per i possessori della Goethe-Card)

In collaborazione il Multicinema Modernissimo

04.02.2019

WESTERN di Valeska Grisebach

Germania 2015-2017, 121’

In una regione isolata della Bulgaria un gruppo di tedeschi sta lavorando alla costruzione di una centrale idroelettrica. I rapporti con gli abitanti del paese lì vicino sono complicati e suscitano negli operai rivalità pericolose.

11.02.2019,

           

WINTER ADÉ (t.l.: Arrivederci inverno) di Helke Misselwitz

DDR 1987/88, 116’

Un anno prima della caduta del muro di Berlino, Helke Misselwitz coglie l’atmosfera del Paese, le speranze, i desideri e le delusioni delle donne in particolare, nel suo suggestivo viaggio cinematografico attraverso la RDT.

18.02.2019

           

DER WALD VOR LAUTER BÄUMEN (t.l.: Tanti alberi fanno un bosco) di Maren Ade

Germania 2003, 81’

Piena di idealismo, Melanie inizia il suo primo incarico da insegnante al liceo in città. Velocemente vengono allo scoperto le sue debolezze. Più cerca amicizia più le persone intorno a lei iniziano a ritrarsi.

25.02.2019

           

DER TRAUMHAFTE WEG (t.l.: Il sentiero sognato) di Angela Schanelec

Germania 2015/2016, 81’

In Grecia negli anni ‘80, Theres si innamora di Kenneth, che deve andarsene in fretta e la lascia sola. Trent’anni dopo, a Berlino, la storia dei due li riunisce di nuovo, incorniciata dalla crisi matrimoniale dell’attrice Ariane.

 

04.03.2019

EVENTO: DONNA E LAVORO

Introduzione di Antonella Di Nocera

In presenza delle registe

Aperti al pubblico di Silvia Bellotti

Italia 2017, 60’

Gli uffici dell’Istituto Autonomo per le Case Popolari di Napoli sono il palcoscenico di tenzoni verbali tra gli impiegati e utenti che presentano casi di difficile ed imprevedibile soluzione.

Cristian Diorio di Ylenia Azzurretti

Italia 2015, 15’

Maria e Immacolata portano avanti la tradizione dell’arte dei guantai partenopea. Le due donne raccontano davanti alle loro macchine vicende personali che racchiudono qualcosa della loro storia personale, del loro lavoro e insieme qualcosa della stessa città.

11.03.2019

4 KÖNIGE (t.l.: 4 Re) di Theresa von Eltz

Germania 2015, 98’

Alex si risveglia al pronto soccorso di un ospedale psichiatrico. Qui conosce Lara, Fedja e Timo. È il periodo di Natale e i quattro ragazzi, sotto la supervisione e cura del Dr. Wolff, passeranno delle Feste indimenticabili.

18.03.2019

           

ELLA BERGMANN-MICHEL: 4 DOCUMENTARI

Ella Bergmann-Michel (1896-1971), artista costruttivista tedesca che lavorava principalmente con il collage e la fotografia, dal 1931 al 1933 realizzò cinque film, elementi preziosi che sono un raro esempio di un’opera cinematografica impegnata socialmente e allo stesso tempo artistica in Germania.

  • Wo wohnen alte Leute 1931, 13’
  • Erwerbslose kochen für Erwerbslose 1932, 9’
  • Fliegende Händler in Frankfurt am Main 1932, Arbeitskopie 21’
  • Wahlkampf 1932 (Letzte Wahl) 1932/33, 13’

25.03.2019           

3 TAGE IN QUIBERON (t.l.: 3 giorni a Quiberon) di Emily Atef

Germania 2018, 115’

Nel 1981 Romy Schneider trascorre alcuni giorni in un resort in Bretagna. È qui che ha rilasciato la sua ultima intervista alla rivista tedesca Stern. Emily Atef usa questo breve periodo come punto di partenza per il suo nuovo film.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
123cozzeUNO, DUE, TRE… COZZECari amici, è arrivato finalmente il momento del...
sancarkoIl San Carlo Dentro e FuoriDopo il grande successo dello scorso anno, torna...
Enzo Gragnanirello"Lo chiamano vient' 'e terra" il...Fresco della vittoria della Targa Tenco 2019, la quarta...
MigrationsAl Pan le "Migrations" di Francesca...Migrations è un’esperienza artistica che analizza i...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500