martedì 26 MAGGIO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Sport e spazi pubblici: una proposta a sostegno dei lavoratori del settore fitness

sport spazi pubbliciFase due: Si allentano le misure di sicurezza attuate in tutta Italia per contrastare l’emergenza Coronavirus. Dal 18 maggio infatti è possibile circolare, nell’ambito della regione, senza autocertificazione, incontrare amici e parenti nel rispetto del distanziamento sociale e tornare a praticare sport. Con timidezza riaprono anche i negozi non di prima necessità e gli spazi pubblici tornano a disposizione della comunità, sebbene parzialmente e a determinate condizioni.

Il 21 maggio riaprono invece gli esercizi di ristorazione che abbiano attuato tutte le disposizioni emanate a livello nazionale e regionale. Dopo mesi di isolamento e “costrizione” nelle proprie abitazioni, complice il tepore primaverile, i cittadini napoletani si riappropriano dei luoghi pubblici all’aperto. Vige però un clima di incertezza, di naturale preoccupazione, ma anche di poca chiarezza, legato a disposizioni in tumultuoso e continuo cambiamento. Seguire le indicazioni che, di volta in volta, si succedono e sostituiscono non è facile per il cittadino comune. E in quest’ottica un tema caldo resta lo svolgimento delle attività sportive in tali luoghi. Come fare per praticare sport in effettiva sicurezza?

Assegnare temporaneamente aree e spazi pubblici ai soggetti operanti nel settore delle palestre, delle associazioni e dei centri sportivi è stata la proposta della Commissione Politiche Giovanili, Sport, Decentramento e Bilancio della Prima Municipalità di Napoli, presieduta dal Consigliere Federico Manna. Un modo questo per sostenere un settore in grave difficoltà e, al tempo stesso, invogliare le persone a praticare sport nel rispetto delle disposizioni previste per contrastare un’emergenza epidemiologica ancora in corso.

foto 1 villa pignatelli

“All’esito di un proficuo confronto circa i molteplici interessi da tutelare, tra cui va considerata in primis la salute degli utenti, ma al contempo la necessità di consentire una ripresa economica di chi opera nel settore delle palestre, delle associazioni e dei centri sportivi, che, per la natura stessa dell’attività, è stato fortemente pregiudicato dai richiamati provvedimenti restrittivi - si legge in una lettera indirizzata dalla Commissione alla Giunta regionale e all’assessore allo Sport del Comune, Ciro Borriello - si ritiene che una possibile soluzione possa consistere nella temporanea assegnazione di spazi e aree pubbliche in favore di tali soggetti per l’esercizio di quelle attività ginniche, motorie ed equivalenti (yoga, pilates, ecc.), le cui modalità e caratteristiche sono conformi all’esecuzione all’aperto. Si chiede inoltre di procedere all’individuazione di tali aree tenendo nella dovuta considerazione le esigenze, parimenti degne di tutela, degli usuali utenti delle stesse, e che sia assicurata la pulizia degli spazi occupati”. Sul tema non si ragiona solo nella Municipalità di Chiaia- San Ferdinando, ma in tutta la città.

“Quella della Prima Municipalità è una proposta che non può che vederci favorevoli. – dichiara Paolo De Luca, presidente della Quinta Municipalità, Vomero-Arenella – In fin dei conti è un tema su cui stiamo lavorando già da tempo come Municipalità. A Piazza Quattro Giornate, ad esempio, si sono tenute negli anni passati diverse manifestazioni ludiche e sportive, con il coinvolgimento di strutture private del territorio. E giusto lo scorso anno in via Luca Giordano abbiamo ospitato la serata dedicata al tango insieme alle scuole del territorio e una incredibile partecipazione spontanea dei cittadini. Stiamo cercando di utilizzare, se così si può dire, questa condizione di emergenza per cambiare l’attitudine del nostro quartiere. Da luogo di movida, ad appannaggio solamente dei giovanissimi, a luogo di intrattenimento culturale trasversale, ovviamente nel rispetto delle misure di sicurezza previste per contrastare il Covid-19. Non solo sport, ma anche musica, arte, incontri letterari e cinema all’aperto”.  

Foto 2 parco del poggio

Si prospetta per i nostri cittadini un’estate particolare – Prosegue Ivo Poggiani, presidente della terza Municipalità, Stella San Carlo all’Arena, che pone l’attenzione su alcune criticità. – Non solo per le limitazioni di carattere sanitario, ma anche e soprattutto per le condizioni economiche in cui vessano i cittadini. Semplicemente, molte famiglie non si potranno permettere il lusso di andare in vacanza. Compito dell’amministrazione locale è quello di creare opportunità di svago per bambini, ragazzi, adulti, e sicuramente fra queste attività c’è l’attività sportiva. Poi c’è la questione spazi pubblici, in questo momento particolarmente complessa: ad ora i parchi municipali non sono ancora stati aperti, opere di ripristino e manutenzione cruciali affinché avvenga tale riapertura attendono che si trovino fondi. In quest’ottica sarebbe auspicabile un punto di incontro con realtà private, circoli, palestre, centri fitness, associazioni, per trovare il modo di restituire questi luoghi alla città, dando contemporaneamente la possibilità agli imprenditori del settore di tornare a lavorare. Nel nostro quartiere stiamo prendendo decisioni importanti per venire incontro agli esercenti, consentire loro una riapertura delle attività commerciali. Ci stiamo adoperando affinché venga riaperto il Parco del Poggio con la consueta rassegna cinematografica estiva, e con il direttore Sylvain Bellenger per attività negli spazi del Real Bosco di Capodimonte. Non nascondo però che tutto ciò è reso complicato dal fatto che i decreti ministeriali lasciano il peso sui Comuni, con protocolli difficili da sbrogliare. È innegabile che i Comuni siano rimasti molto scottati in questi mesi dai decreti del Governo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura. Cura mostre di arte contemporanea ed eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
cuntastroppoleIl tempo e lo spazio della creazioneLe Cuntastroppole raccontano dell’importanza del lavoro...
NonEandatoTuttoBeneNon è andato tutto bene: ecco il...Quale società ci attende? Che tipo di comunità siamo...
Lino CaloneÈ 'nu juorno important, il singolo...Al via le riprese del videoclip della canzone “È 'nu...
palestraPalestre: tante regole ma anche una...Certo, non sarà proprio la stessa cosa tornare in...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500