giovedì 16 SETTEMBRE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Amicar: l'unico car sharing 100% elettrico della città metropolitana di Napoli

Napoli diventa sempre di più smart city. Succede grazie al servizio Amicar Sharing 100% elettrico, realizzato da oltre un anno in città dal gruppo di imprese sociali Gesco, che da oggi si arricchisce di 30 Renault Zoe E-Tech Electric. La collaborazione tra Gesco e Renault Retail Group Napoli, presentata stamattina all’interno della struttura che ospita le Terme Stufe di Nerone, segna una nuova frontiera anche per l’estensione del car sharing full electric a tutta la Città Metropolitana. 

“Amicar sharing rappresenta per Gesco una importante evoluzione dell’impianto strategico imprenditoriale - dichiara Sergio D’Angelo, presidente del gruppo di imprese sociali Gesco - Una scelta che investe decisamente nella mobilità sostenibile e condivisa, che contribuisce a contenere l’impatto sull’ambiente, e a ridurre le emissioni di CO2. Amicar è partita a Napoli da circa un anno e, al netto delle limitazioni indotte dalla pandemia, si è sviluppata con discreto successo nel contesto cittadino, dove si avvia a diventare sempre più un utile strumento di mobilità urbana per i cittadini”. 

Amicar utilizza la formula già collaudata da un anno di attività denominata Free Floating. Questa soluzione di mobilità si contraddistingue per la forte flessibilità in fase di riconsegna della vettura a fine corsa. 

Il cliente che usufruisce del servizio di car sharing, infatti, può riconsegnare la vettura, in qualsiasi area di parcheggio presente all’interno della zona Metropolitana di Napoli. Grazie anche all’App dedicata, disponibile gratuitamente, il cliente può verificare la disponibilità della vettura, il livello di ricarica e prenotare la Renault Zoe E-Tech Electric che si trova nel luogo più vicino alle proprie esigenze. Le 30 ZOE saranno costantemente monitorate da personale dedicato per garantire sempre un corretto livello di ricarica della batteria. Inoltre, particolare attenzione sarà prestata all’aspetto legato alla sanificazione e pulizia delle vetture, soprattutto nel contesto sanitario come quello attuale. All’interno della vettura sarà presente un erogatore per l’igienizzazione del posto di guida. I vantaggi per l’utilizzatore, all’interno dell’area Metropolitana di Napoli sono molteplici: parcheggi gratuiti e libero accesso alla ZTL. In più, l’autonomia di quasi 400 Km di Renault Zoe E-Tech Electric consente di pianificare le proprie attività con maggiore tranquillità.

https://youtu.be/15kXB4h9NRE

“Inizia la nostra collaborazione con Gesco - sottolinea Francesco Fontana-Giusti, direttore comunicazione Renault Italia - a dimostrazione del successo della vettura 100% elettrica, ideale per questo tipo di servizio grazie ad una autonomia di quasi 400 km, flessibilità e tempi di ricarica. Le attività di car sharing saranno seguite da Mobilize, una Business Unit presentata dal nostro CEO Luca de Meo lo scorso gennaio, centrata su transizione energetica, servizi legati ai dati e alla mobilità come il car sharing che vede diverse espressioni in tutta Italia, e da oggi anche nella città metropolitana di Napoli. I vantaggi per la collettività saranno significativi. Basti pensare che, grazie all’utilizzo delle 30 ZOE, in un anno si potrebbero risparmiare più di 30 tonnellate di CO2, l’equivalente di quanto emetterebbe nell’atmosfera una flotta di 30 vetture termiche con emissioni medie di 90g/km di CO2 ed una percorrenza media annua di 12.000 km per vettura”. 

Evidenzia Ciro Bifulco, docente di ingegneria dei trasporti all’Università degli Studi di Napoli Federico II: “La mobilità condivisa è il primo passo per un futuro che evolve verso la mobility-as-a-service: gestori di servizi di mobilità soddisferanno i bisogni di spostamento con un’offerta globale e realmente multimodale, multiservizio e multioperatore, fatta di integrazione tra car-sharing e bike-sharing, trasporto collettivo, sistemi ettometrici, personal (electric) people mover, ecc. Le automobili non spariranno affatto, né sparirà il valore edonico del loro utilizzo. Al contrario, in una logica di

sharing mobility si potrà usufruire, senza possederle, di automobili sempre tecnologicamente evolute ed a passo con i tempi e il maggiore costo di una tecnologia sempre più amica dell’uomo e dell’ambiente sarà in parte compensato dalla specializzazione dei veicoli, posseduti dagli erogatori di servizi, e che potranno adattarsi a specifici compiti e contesti. L’alba di questi fenomeni è già cominciata e l’iniziativa che si presenta oggi ne è una ottima anticipazione

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Veronica Simioli’Ncroce, il singolo di Veronica SimioliÈ disponibile ufficialmente su YouTube il videoclip di...
Farine con germe di granoLe farine “sensoriali” per pizze...Pizze alte, soffici, leggere o croccanti e altamente...
denim HM‘90Denim. Da H&M si ricicla il...Tornare indietro è l’unico modo per andare avanti:...
Young Symphony, a Pomigliano d'Arco...Inizia venerdì 17 settembre, alle ore 20, presso il...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500