sabato 4 DICEMBRE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

TV: tutte le opportunità del bonus

TVTempo di switch-off per le Tv degli italiani: significa letteralmente “spegnimento” e sta ad indicare l’oscuramento vero e proprio di alcuni canali televisivi per i vecchi dispositivi. Da mercoledì 20 ottobre 2021 la RAI spegnerà nove canali diffusi attualmente in MPEG2 a favore della codifica MPEG4; lo stesso farà Mediaset con sei dei suoi canali, tagliando fuori i Televisori più vecchi, quelli che non prevedono la visione in HD.

I canali coinvolti da tale provvedimento sono:

Rai 4 (LCN 21)

Rai 5 (LCN 23)

Rai Movie (LCN 24)

Rai Premium (LCN 25)

Rai Gulp (LCN 42)

Rai Yoyo (LCN 43)

Rai Storia (LCN 54)

Rai Sport+ HD (LCN 57)

Rai Scuola (LCN 146)

TGCom24 (LCN 51)

Italia 2 (LCN 66)

Boing Plus (LCN 45)

Radio 105 (LCN 157)

R101 TV (LCN 167)

Virgin Radio TV (LCN 257)

Tale fenomeno avverrà in tappe consecutive, la prima delle quali sarà proprio quella del 20 ottobre. I canali più visti restano al momento ancora in MPEG 2, con un secondo swich-off previsto a inizio 2022, mentre l’intera transizione avverrà entro la fine del 2023.  Sicuramente le decisioni dei prossimi mesi dipenderanno molto dai risultati di vendita di TV e decoder, incentivati dal Bonus Rottamazione. Nel frattempo tutto tace da parte delle altre emittenti commerciali: da parte di La7 e Sky (per quello che riguarda i canali free su digitale terrestre) c’è ancora “il no comment” sul fronte della traslazione alla codifica MPEG4. Probabilmente tali emittenti attendono di valutare l'impatto sull’audience registrati nei prossimi mesi da RAI e Mediaset.

foto 1 switch off

I Bonus per le Tv di nuova generazione e i decoder

La scadenza del 20 ottobre arriva con due Bonus TV, attivi dallo scorso agosto 2021, e con fondi capienti: un piccolo aiuto per mitigare i disagi economici legati alla transizione.

I bonus tv e decoder a disposizione dei cittadini italiani possono essere utilizzati per cambiare o rottamare i vecchi dispositivi e per acquistare prodotti nuovi in grado di ricevere il segnale del nuovo digitale terrestre. 

Il primo bonus tv e decoder è riservato alle famiglie meno abbienti e dà diritto ad uno  sconto di 30 euro sull’acquisto di nuovi dispositivi, senza la necessità di rottamare le vecchie televisioni. I  voucher  oggi a disposizione vanno alle famiglie risiedenti in Italia e in regola con il canone RAI, con  ISEE inferiore a 20 mila euro da dichiarare compilando la dichiarazione sostitutiva disponibile sul sito del Mise. I fondi di questo bonus sono limitati (151 milioni di euro): ciò significa che verranno concessi fino al completo esaurimento delle risorse  e comunque non oltre il 31 dicembre 2022.

Il secondo bonus, detto bonus tv senza ISEE è destinato a  tutte le famiglie italiane, a prescindere dal livello reddituale posseduto. Il bonus tv senza ISEE permette di ricevere fino a 100 euro di sconto su un nuovo televisore, purché si decida di rottamare il vecchio apparecchio.  Per ottenere lo sconto, occorre compilare l’apposito modulo disponibile sul sito del Mise, auto-dichiarando di possedere tutti i requisiti richiesti (verranno effettuati controlli a campione). Il modulo deve essere firmato sia dall’acquirente sia dal rivenditore (anche se l’acquisto viene fatto online). Per completare l’operazione occorre allegare, al modulo compilato, una copia di un documento di identità in corso di validità e inserire il proprio codice fiscale. Saranno, infine, i negozi a inserire nell’apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate tutti i dati ottenuti al fine di favorire i controlli a campione. Le agevolazioni del primo e secondo bonus  sono fra loro cumulabili.

Come verificare se il nostro Tv è di nuova generazione o no

I televisori o i decoder emessi a partire dal 2017 sono compatibili ai nuovi standard: in alcuni casi ci sarà però bisogno di risintonizzarli. Ad ogni modo, vi sono alcuni metodi per esser sicuri di poter vedere i canali televisivi coinvolti dallo switch-off.

Cliccate sul canale 501 dal vostro telecomando e proseguite in avanti: se riuscite a vedere i canali in HD, il vostro televisore è compatibile con il nuovo standard; in caso contrario è bene cambiarlo. Per verificare, invece, la compatibilità del vostro televisore con lo standard Hevc main 10 (in arrivo dal 2022), digitate sul telecomando il canale 100 per la Rai e 200 per Mediaset: se sullo schermo (in alto) compare la scritta “Test Hevc main10”, il televisore è compatibile con il nuovo segnale. Generalmente tutti gli acquisti eseguiti a partire da dicembre 2018 dovrebbero risultare compatibili con il nuovo digitale terrestre.

Info: https://www.mise.gov.it/index.php/it/

Per scaricare i moduli per i bonus: https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/comunicazioni/bonus-rottamazione-tv/modulo-rottamazione-tv

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura. Cura mostre di arte contemporanea ed eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Persecuzione valdesi coverStorie dimenticate: la strage dei...Worms, 18 aprile 1521: dinanzi al Reichstag riunito dal...
bisbigliata creaturaBisbigliata Creatura. Da Chandra...Una poetica riflessione sull’interazione fra corpo e...
BarlumiMercatino Solidale di progetto...Con l’approssimarsi delle festività natalizie è...
Nuova Orchestra Scarlatti: concerti...“Promenade Performance” è il Concerto conclusivo...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500