giovedì 21 FEBBRAIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Energia sostenibile: finanziamenti con Ecobonus e -15% sulla bolletta con le case “moderne”

energiaCon una casa “rimodernata” si può ridurre l’impatto sull’ambiente e avere un risparmio medio annuo sulla spesa per l’energia del 15%. Il dato è quello delle statistiche di Enea, l’ente pubblico di ricerca italiano che opera nei settori di energia, ambiente e sviluppo sostenibile, che stima il risparmio medio dei consumatori compreso tra i 250 euro del 2014 e i 150 euro del 2017, dipendente anche dal prezzo differente del gas.

Per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio sono disponibili detrazioni fiscali, operative dal 2007 e prorogate annualmente fino ad oggi, nell’ambito del sistema degli Ecobonus. Si tratta di sostituire gli infissi o gli impianti per il riscaldamento, realizzare strutture per l’isolamento termico e lavori per la riduzione del rischio sismico. Nel quadriennio 2014-2017, spiega all’Adnkronos Amalia Martelli, del Dipartimento Unità Efficienza Energetica di Enea, sono arrivate quasi un milione e mezzo di richieste di detrazione, per investimenti attivati per 13 miliardi e un risparmio di energia primaria di 4.688 GWh/a; 420mila richieste sono pervenute ad Enea soltanto nel 2017, segno di un trend che appare in ascesa.

Gli Ecobonus, continua Martelli, “consistono in una detrazione dall’imposta lorda (Irpef e Ires). L’ultima proroga risale alla legge di Bilancio 2019 che ha prorogato queste detrazioni fino al 31 dicembre 2019 per quelli di tipo privato, mentre la legge di Bilancio 2018 ha già prorogato questi incentivi al 31 dicembre 2021 per interventi su parti comuni condominiali". Negli ultimi tempi è stata introdotta anche una aliquota di detrazione che varia in base al tipo di intervento, che per quelli di tipo condominiale arriva al 70%, al 75% in caso di coibentazione di una quota significativa delle strutture opache e all’80-85% se l’intervento è mirato anche a una riduzione del rischio sismico.

Per i lavori ultimati nel 2018 la richiesta di detrazione va trasmessa attraverso il sito https//finanziaria2018.enea.it, per quelli completati nel 2019 si dovrà invece aspettare il nuovo sito, che sarà disponibile a breve.

Ulteriori informazioni sono consultabili all’indirizzo www.acs.enea.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Nico Falco
Author: Nico Falco
Giornalista e videoreporter, scrive di cronaca nera per il quotidiano Il Mattino e su Napoliclick cura le rubriche di teatro, viaggi e consumo critico

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Comunico Ergo SonoComunico, Ergo Sono!In occasione della Giornata Mondiale della Lingua Madre,...
 Carnevale degli ScugnizziIl Carnevale degli ScugnizziLa comunità dello Scugnizzo Liberato e La...
Archivio Canzone NapoletanoPassioNa: quattro Serate di musica...La Canzone Napoletana è tra le musiche POPolari più...
strane coppie 3Alle “Strane Coppie” di Antonella...Le relazioni fra donne, nelle loro molteplici dinamiche,...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500