mercoledì 18 SETTEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Buoni ma con stile: con Graphi-Tee la moda oggi è ecosostenibile

GraphiteeTre ragazzi belli tosti, una carriera brillantemente avviata nel mondo della moda e un progetto visionario: rendere ciò che indossiamo sostenibile per il nostro pianeta.

Secondo un report delle Nazioni Unite, il settore industriale del tessile ha un impatto ambientale, in termini di inquinamento, secondo solo a quello di Oli e Gas:  il 20% dello spreco globale di acqua, il 10% delle emissioni di anidride carbonica, nonché la produzione di gas serra è legato alla produzione di vestiti e calzature.

Ed è così che circa tre anni fa Matteo Ward, ex manager di Abercrombie and Fitch, Silvia Giovanardi, proveniente dalla Maison ETRO e il fotografo di moda Victor Santiago hanno deciso di investire le proprie competenze e risorse in una start up che combina fashion, innovazione tecnologica e ecologia: Graphi-Tee, la prima T-shirt interamente ecosostenibile. Disegnata da Silvia Giovanardi, Graphi-Tee è stata pensata, progettata e prodotta in Italia recuperando per la tinteggiatura fino a 10 grammi di grafite di scarto per capo (grafite destinata alla discarica), oltre ad utilizzare esclusivamente cotone organico certificato Tessile EcoBio. Un’idea, quella dell’utilizzo della grafite di recupero per la colorazione dei tessuti, che sembra avveniristica, ma che in realtà attinge ad una tradizione del passato: quella degli abitanti di Monterosso Calabro,  in provincia di Vibo Valentia, secondo la quale la grafite naturale ricavata dalla miniera del territorio, l’unica presente in Italia, veniva adoperata per tingere i manufatti tessili. Idee giovani, metodi antichi, amore per il pianeta: la formula ha funzionato a tal punto da fruttare ai tre imprenditori il RedDot Design Award: “Best of the Best 2017”, uno dei premi più prestigiosi del design mondiale,  per l’innovazione sostenibile nel settore fashion.

Graphitee 1

Ma una T-shirt, il capo più “basico” presente nel guardaroba di ognuno di noi,  è stata solo il punto di partenza: oggi è disponibile una intera linea casual per uomo e per donna ecosostenibile per il brand WRAD. Se pensate al settore Fashion come all’apoteosi della superficialità e dell’effimero è il momento di cambiare idea. Sulle passerelle internazionali di domani non sfileranno solo vestiti ma anche progetti belli e profondi: quelli in grado di cambiare il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Project manager della rivista di arte contemporanea Racna Magazine, si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura collaborando con l'Istituzione Internazionale Art1307, Villa di Donato, Casa Morra – Fondazione Morra e diversi artisti. Curatrice d'arte contemporanea e scrittrice compulsiva, collabora fra l'altro con il quotidiano “Roma”, come referente Arte Contemporanea. Dal 2012 collabora con la casa editrice Marchese editore, occupandosi di pubbliche relazioni, promozione e creazione di eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Angkor Wat Alessandra del Giudice Angkor What?Vado ad Angkor Wat! Non so in quanti abbiano scosso la...
RalphPRalph P, il rapper al Cinema...Il giovane rapper Ralph P sarà presente all’anteprima al...
un figlio è pocoUn figlio è poco, due sono troppiAngelica Massera, l’attrice e web creator romana,...
obsObsolete&Discontinued ai Magazzini...Un affascinante progetto che esalta a tutto tondo il...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500