giovedì 21 FEBBRAIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Scarola che passione!

Pizza di scarolaTra le verdure invernali la scarola è quella che di gran lunga preferisco. Comunemente conosciuta anche con il nome“indivia” essa può essere di due tipi, classica o liscia, adatta ad essere cotta oppure riccia utilizzata prevalentemente all’insalata. Come tutte le verdure è ricca di vitamine e minerali e, per il suo sapore delicato, il suo utilizzo in cucina risulta molto versatile.

Questa settimana ci dedicheremo a due piatti tipici della cucina napoletana: la Pizza di scarole e la Zuppa di scarole e fagioli con l’aggiunta delle intramontabili cozze.

LA ZUPPA DI SCAROLE E FAGIOLI (CON AGGIUNTA DI COZZE COME VARIANTE) 

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr di fagioli tondini secchi
  • 2 fasci di scarola liscia
  • 700 gr di cozze
  • Un gambo di sedano
  • Una carota
  • Olio EVO
  • Aglio
  • Peperoncino
  • Sale
  • Prezzemolo

Preparazione:

Lasciare in ammollo in acqua fredda i fagioli secchi per 10-12 ore. Trascorso il tempo necessario sciacquarli sotto acqua corrente.

Eliminare il gambo e le foglie esterne della scarola, tagliarla e lavarla in acqua abbondante, farla appassire in una casseruola senza acqua con un coperchio per 10-15 minuti.

Fare soffriggere 3-4 cucchiai di olio EVO con aglio e peperoncino. Non appena l’aglio sarà imbiondito eliminarlo e aggiungere il sedano e la carota precedentemente tagliati finemente. Farli soffriggere per un minuto e aggiungere i fagioli, farli insaporire per qualche altro minuto e aggiungere la scarola. Aggiungere qualche bicchiere d’acqua fino a coprire il tutto. Abbassare la fiamma e fare cuocere per 30-40 minuti con un coperchio.

Nel frattempo pulire bene le cozze. Farle aprire in una pentola  a fiamma vivace con un cucchiaio di olio Evo e uno spicchio d‘aglio. Coprire la pentola con un coperchio e fare cuocere le cozze per qualche minuto. Quando i mitili saranno aperti filtrare con un colino la loro acqua e versarla nella zuppa con le cozze.

Fate cuocere la zuppa ancora per 5 minuti a fiamma vivace e senza coperchio per farla asciugare del liquido in eccesso.

Aggiustare a gusto di sale. La zuppa a questo punto sarà pronta e potete accompagnarla con qualche crostino.

zuppa di scarole

LA PIZZA DI SCAROLE 

Per la pasta:

  • 500 gr di farina 0
  • 7 gr di lievito di birra essiccato
  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 5 gr di sale
  • 2 cucchiai di olioPer la scarola:
  • 2 fasci di scarola liscia
  • Aglio
  • Olive nere di Gaeta
  • Capperi
  • Sale

Preparazione:

In un bicchiere di acqua tiepida fare sciogliere il lievito secco con un cucchiaino di zucchero. Attendere un paio di minuti che il lievito si attivi formando una schiumetta. Disporre la farina a fontana, versare il lievito e iniziare a lavorare. Dopo qualche minuto di lavorazione aggiungere la restante acqua, l’olio e il sale e continuare  a lavorare. Se l’impasto risulta troppo morbido aggiungere un po’ di farina fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Fare lievitare la pasta per 3-4 ore coprendola accuratamente.

Eliminare il gambo e le foglie esterne della scarola, tagliarla e lavarla in acqua abbondante. Fare soffriggere l’aglio in 3-4 cucchiai di olio EVO, eliminare l’aglio e fare cuocere la scarola per 10-15 minuti insieme ai capperi e le olive snocciolate. Aggiustare di sale se necessario.

Una volta lievitato dividere il panetto in due parti. Coprire con della carta forno il fondo di un ruoto a cerniera di 24 cm di diametro. Formare un primo disco aiutandosi con un mattarello e dell’altra farina. Adagiarlo nel ruoto e con le mani adattarlo alla forma necessaria, aggiungere la scarola soffritta e chiudere con il secondo disco di pasta. Infornare a 170 gr per 35 minuti.

Buon appetito e buon divertimento!

Pagina Fb: A cena con Skina

L'Autore
Francesca Cardone
Author: Francesca Cardone
Laureata in Economia delle imprese cooperative e delle organizzazioni non profit, è appassionata di cucina e di escursioni nella natura, alla scoperta di nuovi posti e nuovi sapori.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Comunico Ergo SonoComunico, Ergo Sono!In occasione della Giornata Mondiale della Lingua Madre,...
 Carnevale degli ScugnizziIl Carnevale degli ScugnizziLa comunità dello Scugnizzo Liberato e La...
Archivio Canzone NapoletanoPassioNa: quattro Serate di musica...La Canzone Napoletana è tra le musiche POPolari più...
strane coppie 3Alle “Strane Coppie” di Antonella...Le relazioni fra donne, nelle loro molteplici dinamiche,...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500