lunedì 20 AGOSTO 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Linguine Mari e Monti ovvero: Telline e Chiodini

TellineEcco una ricetta povera e gustosa, semplicissima da preparare, dedicata ai “raccoglitori”: Linguine con telline e chiodini. Ovvero “aglio e olio”  rivista ai mari e monti.

Prima che orde di bagnanti assaltino le secche nostrane, dedicatevi una buona mezz’ora alla raccolta delle telline, un mollusco di mare povero, ma spesso molto più saporito di costose vongole coltivate. Scoprirete che il litorale sabbioso a nord di Napoli soprattutto a giugno è ricchissimo di grosse telline ancora non rastrellate. Agli schizzinosi che dicono che il mare è inquinato obietto che sebbene quel mare non sia il più pulito della Campania è balneabile e non ci sono avvisi per la sicurezza. Invece quelli che “le telline solo dal pescivendolo perché sono più sicure” mi fanno sorridere perché - lo sottoscrivo e lo firmo allegando tanto di prove fotografiche di barche raccoglitrici all’alba-: le telline dei pescivendoli napoletani vengono proprio dal litorale Domitio. Comunque, sia che le raccogliate sia che le compriate, le telline sono una delizia, sempre che le facciate spurgare almeno una mezza giornata in acqua di mare.

Per restare in tema di raccolta, i funghi sono un'altra delizia che potete raccogliere direttamente con le vostre mani, sempre però se siete dei veri esperti, che a distinguere una tellina sono bravi tutti, un fungo buono rispetto ad uno velenoso un po’ meno. Sfatiamo il mito che i funghi che si raccolgono solo in autunno: ogni fungo ha la sua stagione di raccolta. Il chiodino in particolare è un fungo che si raccoglie in autunno, ma lo troviamo facilmente al supermercato tutto l’anno. In questa ricetta potete sostituire i chiodini con altri funghi di stagione che avete raccolto voi, l’importante è che siano funghi dal gambo stretto (assolutamente non sono adatti gli champignon o le orecchie di elefante che  cacciano troppa acqua). Ora siete pronti per questa ricetta di “aglio e olio” modificata ai mari e monti. Il segreto della sua riuscita, visto che non ci sono sughi, è abbondare con l’olio (per un giorno non pensate alla dieta).

E ora veniamo alla Ricetta per 4 persone ovvero dei 500 grammi:

  • 500 grammi di linguine sottili o lingue di passero (se qualcuno obietta che 500 grammi sono tanti, vi spiego che la mia idea è che la pasta, se si mangia, si deve mangiare a soddisfazione, preferibilmente come piatto unico, in questo caso arricchita dalle proteine delle telline e dai funghi).
  • 500 grammi di telline fatte spurgare e poi lavate accuratamente.
  • 500 grammi di funghi chiodini o altri funghi selvatici dallo stelo sottile.
  • Due spicchi di aglio.
  • Un mazzetto di prezzemolo tenero.
  • Abbondante olio evo di buona qualità.
  • Mezzo peperoncino fresco.

Preparazione

 

Togliete la radice ai funghi e passateli velocemente sotto l’acqua. Se sono chiodini non vanno tagliati, se sono più grandi vanno tagliati in senso verticale così da mantenere la lunghezza. Scaldate 4, 5 cucchiai di olio extravergine in una padella di acciaio e fate dorare 1 spicchio di aglio tagliato a pezzettini piccoli (stesso procedimento della pasta “aglio e olio” per intenderci), poi buttate i funghi, aggiungete un pizzico di sale e lasciate cuore a fuoco medio per circa 15 minuti aggiungendo un goccio di acqua a metà cottura se si asciuga troppo. Riempite di prezzemolo tagliato finemente e lasciate riposare. Lavate la padella e rifate lo stesso procedimento dei funghi: scaldate 4, 5 cucchiai di olio buono, fate dorare l’aglio tagliato a piccoli pezzettini e aggiungete il peperoncino tagliato a pezzettini (se non vi piace troppo piccante togliete i semi). Ora buttate dentro le telline e coprite facendo attenzione a spegnere appena le telline si aprono. Mischiate le telline ai funghi e aggiungete altro prezzemolo. Infine cuocete la pasta al dente in abbondante acqua salata e conservate un mestolo di acqua di cottura per qualsiasi evenienza. Una volta cotta la pasta fatela saltare con il condimento per un minuto. Non dovrebbe risultare asciutta dal momento che le telline dovrebbero aver cacciato la loro acqua, ma se lo fosse aggiungete un po’ di acqua di cottura. Servite decorando con il prezzemolo rimanente.

Tag: primi piatti, cucina, food, linguine telline e chiodini.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Giornalista, fotografa, sociologa, attrice, cuoca, artigiana. Fa parte della redazione di Napoli Città Solidale e collabora con il Corriere del Mezzogiorno. Ama le storie e le inchieste: proverbiali i suoi scritti XL. L'eclettica Alessandra talvolta dimentica in quale iperspazio ha lasciato la testa, incorrendo in tragicomiche gaffe. Alice, per gli amici, appena può parte per qualche paese lontano, ma torna sempre nella sua città preferita: Napoli.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
sagra della ranaLa sagra della Rana a MarcianiseTorna la sedicesima edizione di un evento divenuto un...
loredana berteConcerti gratis ad agosto: ecco una...Agosto, si sa, è tempo di musica e concerti ed ecco per...
sauronottiUna notte coi dinosauriTutti i venerdì di agosto (10, 17, 24 e 31) e anche...
angelo petrella fragile e la notteFragile è la notte: una nuova serie...Fragile è la notte (Marsilio, 2018, 159 pp., 16,50 euro)...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500