venerdì 14 DICEMBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Riso in spiaggia

insalata di risoSegno inequivocabile che l’estate è arrivata è la voglia di cucinare l’insalata di riso da gustare all’aperto: al mare, in montagna o in un parco. Qui i segreti per non sbagliare e la ricetta doc.

  • Il primo segreto per un’insalata di riso o di pasta saporita è la QUANTITA’ del condimento: proprio perché realizzata con ingredienti freddi, crudi o cotti in modo semplice, il totale degli ingredienti aggiunti deve essere almeno uguale al peso del riso (calcolato quando è cotto, non quando è crudo), per evitare l’effetto “caccia al peperone smarrito”.
  • Il secondo segreto è la VARIETA’. Diktat: non abbiate paura di sbagliare e non siate parchi, più è colorata e ricca di ingredienti diversi più l’insalata è buona. Infatti il vantaggio dell’insalata di riso è che potete scegliere di togliere o aggiungere ingredienti che vi piacciono senza paura di sbagliare, l’unica accortezza è che le verdure vanno cotte in modo semplice e per pochi minuti, al vapore, bollite o arrosto. Se alcuni ingredienti come i cetriolini o le cipolline in agrodolce donano quel tocco stuzzicante e non possono mancare (sempre che vi piaccia l’aceto) la scelta degli elementi deve ricadere principalmente su prodotti freschi piuttosto che conservati. Inoltre se non avrete usato tanti sottaceti potrete insaporire l’insalata con un po’ di limone (non troppo perché copre i sapori), al contrario se già c’è molto aceto evitate il limone per non creare un effetto amaro e aspro.
  • Il terzo segreto è il CONDIMENTO. Considerate che il riso assorbe tantissimo l’olio, quindi (a meno che non siate a dieta ferrea) usate un po’ di olio in più che sia olio evo (delicato o robusto secondo i gusti, ma comunque più salutare e gustoso di altri oli). Importante è mescolare l’olio con l’ingrediente base dell’insalata di riso, ovvero i pomodorini (ciliegino o datterino o mix di entrambi) tagliati a pezzettini conditi anche con il sale e uno spicchio di aglio, oppure con erba cipollina triturata asseconda che siate “agliofili” o “cipollofili” o se preferite un effetto più naturale senza aggiungere né l’uno né l’altro. Il condimento con i pomodori va fatto riposare così che l’olio si insaporisca e amalgami e doni una buona fragranza a tutta l’insalata. Inoltre agli ingredienti di base dovrete mescolare tutte le altre verdure almeno un’ora prima di cuocere il riso facendo ancora riposare in frigo (un errore che fanno molti è invece aggiungere alla fine l’olio direttamente nel riso senza farlo amalgamare con il resto). Parte del condimento dell’insalata sono le spezie: nell’insalata di riso multicolor potete usare a piacere prezzemolo o basilico (in quantità modica) e anche qualche foglia di menta fresca (per un sapore più esotico) asseconda dei gusti mentre vi consiglio di evitare altre spezie più forti e decise come l’origano che toglierebbero in freschezza e non si abbinerebbero o coprirebbero il sapore di alcuni ingredienti.
  • L’ultimo suggerimento, che in fondo è anche il primo, è la scelta e la cottura del RISO. Per chi va di fretta l’ideale è il Parboiled, che cuoce in pochi minuti e tiene benissimo la cottura. Altri tipi di riso che tengono bene la cottura, ma che necessitano asseconda del tipo una cottura diversa sono: Ribe e l’Arborio. Se invece volete ottenere un sapore più esotico, potete scegliere i risi aromatici come il Basmati e il Jasmine, ma esistono anche  in commercio alcuni risi italiani, come il Fragrance, che raggruppa varietà di riso dal chicco aghiforme e naturalmente profumate, come Apollo, Giglio e Giano. Un’alternativa interessante al solo riso è il mix di tre cereali: riso, farro e orzo di una nota marca commerciale. La cottura del riso deve essere realizzata in abbondante acqua salata e il riso va tolto al dente e sciacquato velocemente con acqua fredda per togliere l’amido e bloccare la cottura.Ora che abbiamo definito l’ABC veniamo alla Ricetta dell’insalata di riso tradizionale che è piuttosto flessibile ovvero potete scegliere gli ingredienti secondo l’estro del momento e la loro stagionalità. Quindi qui troverete una lista di componenti di base che potete usare in totale o in parte o arricchire ulteriormente, sempre rispettando però la regola della varietà e del condimento.

Ingredienti x 4

  • 400 grammi di riso (guardate il suggerimento rispetto a tipologia e cottura)
  • 300 grammi di pomodorini ciliegino o datterino.
  • Pisellini primavera surgelati o piselli freschi: 100 grammi.
  • 2 grossi peperoni, uno giallo e uno rosso da fare arrosto.
  • Prosciutto cotto senza polifosfati, 100 grammi in un’unica fetta da tagliare a dadini.
  • Formaggio tipo fontina, asiago, galbanino: 150 grammi tagliato a dadini.
  • Tonno in olio evo (meglio il trancio in barattolo da spezzettare): 100 grammi.
  • 2 uova sode (da non mescolare: meglio usarle come decoro alla fine perché mescolate all’insalata si spappolano).
  • Wurstel piccoli passati un paio di minuti in acqua bollente e fatti raffreddare tagliati a rondelle (le nonne impallidirebbero, ma i bambini li adorano).
  • Sottolio o sottaceti: non devono mancare (sempre se vi piacciono) cipolline e i cetriolini in agrodolce tagliati a pezzettini o a rondelle e i sottolio: funghetti interi piccoli, carciofi grigliati e pomodori. In totale non più di 200 grammi.
  • Olive nere e olive verdi: una manciata, circa 200 grammi snocciolate.
  • Capperi sottosale messi a bagno e strizzati: 50 grammi.
  • Altre verdure che si abbinano bene: asparagi, carciofi, zucchine, melanzane, champignon grigliati o al vapore (l’importante è che restino croccanti), sedano carote e finocchi crudi (conditi con qualche goccia di limone altrimenti diventano neri).
  • 2 spicchi di aglio e/o un ciuffo di erba cipollina o 1 cipollina fresca (messa a scaricare nell’acqua e poi strizzata)
  • Spezie a scelta: basilico o prezzemolo tritati finemente e qualche foglia di menta fresca.
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.
  • Se vi piace e non avete usato troppi sottaceti: il succo di 1 limone aggiunto rigorosamente all’ultimo minuto.

Preparazione 

Cuocete il riso al dente, scolatelo e passatelo velocemente sotto l’acqua fredda girandolo, aggiungete un po’ di olio e fatelo riposare. Arrostite i due peperoni (nel forno usando il grill o sulla griglia) cercando di lasciarli croccanti, togliete la pelle e tagliateli a striscioline. Sbollentate o cuocete a vapore i pisellini primavera per 10-15 minuti e scolateli. Cuocete  le altre verdure che avete scelto alla griglia, al vapore o bollite. Tagliate i pomodorini e tutte le altre verdure crude e cotte a quadratini o rondelle di mezzo centimetro, mischiatele a olive, capperi e peperoni e condite con l’olio, il sale e le spezie e fatele riposare in un contenitore che porrete nel frigo per 1 ora. Dopo di che mescolate il riso freddo alle verdure condite e aggiungete il formaggio, il prosciutto, i wurstel a pezzetti, il tonno sfilettato e i sottolio e i sottaceti tagliati a dadini. Provate se di sale e di olio va bene e se state per servire e vi piace aggiungete il succo di limone (se invece avete intenzione di magiare l’insalata qualche ora dopo vi suggerisco di portare con voi il limone e aggiungerlo poco prima di mangiare l’insalata altrimenti rischiate che diventi amara). Se mangiate l’insalata a casa servite in un piatto da portata decorando con parte delle verdure che avrete messo da parte, le uova sode tagliate a spicchi a forma di stella e dei ghirigori di maionese realizzati con il sac’a poche.

Un’altra ricetta ottima in estate e particolarmente scenografica è il Cous Cous freddo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Gran finale Premio Napoli 2018Premio Napoli: gran finale al MercadanteIl sipario del Teatro Mercadante si alzerà martedì 18...
libro 1Il pomeriggio dei piccoli con il...Mamme e papà, con i loro bimbi, sono attesi a Napoli per...
pilatesTornare in forma dopo le feste senza...Non sono ancora passate le feste che già state cercando...
PutipuPutipù, l'amore al tempo degli SquallorPutipù è uno spettacolo teatrale sulla poetica degli...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500