domenica 18 AGOSTO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

L’attimo fuggente di mela e cannella

torta-mela-e-cannellaQuello tra mela e cannella è uno di quegli incontri unici e perfetti che ci vorrebbe un romanzo per raccontarlo. Ma ogni storia è unica. Voi provate questa ricetta e sarete iniziati al viaggio.

L’incontro con mela e cannella, per me è avvenuto a Parigi attraverso il profumo di una tisana sorseggiata lentamente a casa dei miei amici di infanzia, rivisti dopo vent’anni.

Ecco che il connubio mela e cannella racchiuderà per sempre l’entusiasmo febbricitante dell’erasmus, la nostalgia di un ritorno da rimandare, la magia delle Mille e una Notte, il romanticismo che trasuda la città antica che come nessuna sa accogliere il futuro e le differenze regalando luogo a sapori e odori diversi che spalancano percorsi di vita paralleli ad ogni svolta di vicolo.
Non esistono cibi afrodisiaci, ma attimi perfetti che possono essere richiamati alla memoria attraverso il sapore e l’odore di un cibo. Eppure sono convinta che il connubio mela cannella sia uno di quegli archetipi culinari che uniscono le storie di tanti, trasportandoli in un nano secondo dalla cucina della nonna dell’infanzia fino al prossimo viaggio in Oriente.  

Ecco che se riproducete la “torta mela e cannella” rischiate che frammenti del passato o intuizioni del futuro si possano materializzare nella vostra cucina. Ma a parte gli ingredienti che trovate sotto elencati, c’è un ingrediente che non si compra e che fa la differenza tra una ricetta riuscita e una perfetta: l’affetto per le persone per le quali la preparate. E dunque, prima di tutto, per voi stessi.

La torta mela e cannella nasce dal desiderio di dare un corpo alla tisana francese e così ai ricordi.

La ricetta sembra impegnativa, ma come tutte le cose veramente belle, con tempo e passione, si realizza in modo fluido.
Questa è una ricetta per chi parte e per chi resta. E per chi colleziona attimi fuggenti.

Per la base:

  • 350 gr di farina tipo 00
  • 150 gr di farina integrale
  • 250 gr di burro
  • 250 gr di zucchero di canna grezzo
  • 3 tuorli
  • 2 pizzichi di sale
  • la scorza grattugiata di 1/2 arancia rossa
  • mezza bustina di lievito di pasta madre
  • 7,5 grammi di cannella in polvere (1 bustina e mezza)

Per la crema

  • 1/2 litro di latte intero
  • 50 gr di panna densa
  • 1 bustina di vaniglia o 1 boccetta di essenza o, meglio, un baccello di vaniglia
  • 2 tuorli d’uovo
  • 30 grammi di farina 00
  • 150 gr di zucchero

Soprattutto

  • 2 mele Pink Lady con la buccia
  • 2 mele Golden Delicious con la buccia
  • 2 arance rosse spremute
  • la buccia di ½ arancia grattugiata
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 2,5 grammi di cannella in polvere
  • 2 cucchiai di miele (di arancia preferibilmente o di mille fiori, evitare assolutamente quello di castagno troppo incisivo)

Preparazione

Tempo: una notte e 2 ore

La pasta: va preparata la sera prima la base della torta che vogliamo friabile e leggermente croccante, ma non fragile. In una ciotola grande, preferibilmente in alluminio, mettiamo le due farine miscelate con il sale (due pizzichi), il burro semifuso (non deve cuocere, va uscito dal frigo qualche ora prima e messo a bagnomaria in una ciotola con acqua calda) e alla fine i tuorli d’ovo mescolati a parte con lo zucchero, la buccia d’arancia grattugiata e la cannella.
Impastiamo tutto per il tempo necessario ad amalgamare i vari ingredienti (non vi preoccupate se è troppo friabile, se risultasse friabilissimo si può però aggiungere all’impasto un albume d’uovo sbattuto) e alla fine aggiungiamo il lievito sciolto in un dito d’acqua. Facciamo una palla, copriamo bene con uno straccio umido e lasciamo a riposare la notte in frigo, nella parte meno fredda, in basso. La mattina dopo tiriamo fuori l’impasto due ore prima di riprendere il lavoro.
La crema: a freddo, in un pentolino d’acciaio mescoliamo prima le uova e lo zucchero e un po’ di latte poi poco a poco la farina, evitando di formare grumi, poi aggiungiamo metà del latte (se ci formano grumi passiamo con il frullatore) e poi mettiamo sul fuoco e giriamo continuamente aggiungendo tutto il latte, la panna e la vaniglia e facciamo bollire per 3-4 minuti continuando a girare fino a che si crea un composto fluido, ma non troppo liquido.
La copertura: in una ciotola mischiamo il succo spremuto dalle arance con lo zucchero di canna, il miele, la cannella e la buccia d’arancia fino a formare uno sciroppo.

In due ciotole e separatamente tagliamo a fettine sottili i due tipi di mele dopo aver tolto il torsolo, ma lasciando la buccia. Bagniamo le fettine con lo sciroppo diviso in due parti per le due ciotole. Lasciamo riposare.
Inforniamo: prendiamo un ruoto medio per torte antiaderente, ungiamolo col burro e spolveriamolo con la farina. Stendiamo la pasta tirata fuori dal frigo due ore prima con un matterello ad un altezza di circa mezzo cm. Si spaccherà essendo molto friabile, ma non importa basta chiudere bene le spaccature tra una parte e un'altra una volta messa nel ruoto e attaccare bene alla base il bordo. Stendiamo la crema su tutta la base.

E adesso viene il bello: prendiamo le fettine di mela e iniziamo a creare dei giri di mele iniziando dall’esterno con le rosse (Pink Lady) e il successivo con le gialle (Golden) ma messe in modo sfasato rispetto alle prime (come vedete nella foto) alternando giallo e rosso fino al centro dove prendendo pezzetti più piccoli della mela rossa cercherete di creare il centro di quella che alla fine sembrerà una rosa-camelia.

Mettiamo la torta nel forno già riscaldato a 200 gradi per dieci minuti e poi abbassiamo a 180 per altri 20 minuti. Il tempo di cottura dipende da quanto è spessa la pasta. Se più doppia è necessario più tempo.

Mentre la torta si cuoce e il forno spigionerà un magico profumo inizierete già a viaggiare…

AdG

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
123cozzeUNO, DUE, TRE… COZZECari amici, è arrivato finalmente il momento del...
sancarkoIl San Carlo Dentro e FuoriDopo il grande successo dello scorso anno, torna...
Enzo Gragnanirello"Lo chiamano vient' 'e terra" il...Fresco della vittoria della Targa Tenco 2019, la quarta...
MigrationsAl Pan le "Migrations" di Francesca...Migrations è un’esperienza artistica che analizza i...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500