domenica 22 APRILE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Pisciatori seriali cercate un wc!

vico-piscioPisciatori seriali cercatevi un wc! La nuova forma di cafoneria di fare pipì a zonzo, autogiustificata dal sentirsi “alternativi”, è smascherata. Il Kestè lancia “Da vico piscio a Galleria d’Arte!”.

C’era una volta il cafone arricchito, oggi c’è il cafone sdoganato dal sentirsi alternativo, che a modi adolescente incontinente beve birra scaricandola dove capita, magari al primo angolo nascosto o meglio in penombra affinché il pisciare a zonzo assurga a dimostrazione lampante della propria libertà repressa. Ebbene pisciatori seriali, la “libertà” di appestare adulti e bambini è finita. "Kestè Gàllerija: Allerija, partecipazione e cultura come strumenti di trasformazione del territorio" vuole dimostrare attraverso la sensibilità-sensibilizzazione dell’arte che fare pipì nei vicoli è solo e semplicemente una grande mancanza di rispetto per il prossimo e la città, in definitiva per se stessi. L’iniziativa vuole trasformare l’ormai tristemente conosciuto “Vico piscio”, vico San Giovanni Maggiore Pignatelli, in Galleria d’Arte. “Un papà di famiglia che abita nel vicolo non ne poteva più di vedere giocare i suoi bambini tra pipì e cacche. Ma in casa hanno pochissimo spazio. E’ assurdo che chi viene a fare i suoi bisogni qui non pensi alle persone che ci vivono o devono attraversare questo spazio. Il vicolo storicamente è stato utilizzato come bagno pubblico ed è stato costantemente pulito dal Kestè per questo ora vogliamo coinvolgere tutti i cittadini per restituirgli la bellezza”, spiega Fabrizio Caliendo del Kestè.
Il vicolo sarà trasformato in una Gàlleria d'arte all'aperto, anche grazie al lancio di un  crowdfunding: il 22 e 23 luglio sarà realizzata la mostra "numero zero" che servirà a girare il video, poi lanciato a livello internazionale, per la diffusione del progetto. Ieri, 22 luglio, sono strati preparati i contributi artistici e l'impianto elettrico nel vicolo e oggi, mercoledì 23 luglio, dalle 16.00 fino alle 23.30 ci sarà l’esposizione e la performance del vicolo. La prima mostra ha come tema: "About Peace", “poiché- spiega Caliendo- il vicolo è stato per anni luogo di violenza e perché desideriamo che si parli della pace, quella pace che questa città merita così come la merita il mondo con le sue innumerevoli scandalose, conosciute e taciute guerre!”. Mercoledì, dunque, si accendono i fari della galleria, sulle opere, si suonerà dal vivo in un mini palco nel vicolo e chi vorrà potrà portare la sua testimonianza artistica: un pensiero, una foto, una canzone, una poesia, "about peace"!
Il progetto servirà anche a recuperare fondi per la manutenzione di Largo San Giovanni Maggiore, già affidata nel 2009 al Kestè e ad Artèteka dal Comune di Napoli per "meriti di resistenza civile".
Eventi periodici, partecipazione territoriale e coinvolgimento delle forze produttive, tra cui gli artisti sono alla base del progetto-evento “Centro di Gravità Permanente” che si svolge ogni secondo giovedì del mese lungo il “decumano del mare” presso Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli. Oltre a spettacoli di strada, concerti, mostre, la manifestazione si arricchisce ogni volta di idee originali che condividono la stessa filosofia: “la cultura e la partecipazione come strumento di riappropriazione delle strade e della piazze”.

Chiunque vuole portare la sua testimonianza o un' opera per il progetto "Kestè Gàllerija: Allerija, partecipazione e cultura come strumenti di trasformazione del territorio" può scrivere a expo@keste.it

Guarda il video

Fotogallery

AdG

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Giornalista, fotografa, sociologa, attrice, cuoca, artigiana. Fa parte della redazione di Napoli Città Solidale e collabora con il Corriere del Mezzogiorno. Ama le storie e le inchieste: proverbiali i suoi scritti XL. L'eclettica Alessandra talvolta dimentica in quale iperspazio ha lasciato la testa, incorrendo in tragicomiche gaffe. Alice, per gli amici, appena può parte per qualche paese lontano, ma torna sempre nella sua città preferita: Napoli.

Articoli correlati

napolicittasolidale

Fotogallery

il poggio

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
AvaNposto Salvatore Cantalupo«Vuoto Totale, Azione n.0»...Venerdì 27 e sabato 28 aprile alle 21, con la sua...
les jumeaux foto claudio bonifazio ar“Les Jumeaux”, i gemelli Borra al...Sabato 21 aprile alle 21 e domenica 22 alle 18:30 al...
napoli panorama 13Le 10 cose da fare a Napoli dal 20...Ecco per voi una selezione degli eventi più...
la rivincita del cuore“La rivincita del cuore”,...“La rivincita del cuore. Attesa, dolore e gioie, fra...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
amicar 500