martedì 26 MAGGIO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Gravidance: perché dopo il buio viene la luce

GravidanceGravidance: perché dopo il buio viene la luce

E’ un gioioso inno alla vita e un invito alla rinascita la colonna sonora della quarantena: Gravidance. Il singolo appena pubblicato di Laye Ba con Daniele Sepe e voce di Fecerica Palo prodotto dal collettivo “Gli ultimi saranno” è dedicato ad Alessia Cardinale e supporta il programma di adozioni a distanza in Zimbawe dell'UCEBI.

Guardare alla quarantena con occhi diversi, interpretandola come un periodo di gestazione di possibilità di essere e percepire nuove. Gravidance è il dono del collettivo di artisti per il sociale "Gli Ultimi Saranno" di Laye Ba con Daniele Sepe per questi giorni e soprattutto per i giorni nuovi che verranno. “La canzone celebra la natura nel suo atto miracoloso più bello e luminoso: la nascita di nuova vita. Gravidance è attesa fiduciosa di qualcosa di nuovo e meraviglioso che verrà. Gravidance è buio prima della luce. Gravidance è preludio di nascita e speranza di ri nascita. Questo è il nostro dono per tutte e tutti noi. Per questi giorni. E per i giorni nuovi. Che ci aspettano. Sta a noi Renderli Giorni di una vita migliore Da Ri-costruire Assieme” spiega Raffaele Bruno del collettivo “Gli ultimi saranno” un collettivo composto da artisti, musicisti e attori, e ha il proposito di creare e intensificare legami tra società civile e persone o gruppi di persone appartenenti a realtà socialmente periferiche.

Il singolo è dedicato ad Alessia Cardinale, amica del gruppo prematuramente scomparsa, ostetrica di Villa Betania e pittrice dal segno potente che aveva ascoltato il brano Gravidance e aveva realizzato il dipinto della copertina.

 

 

Il brano supporta l’UCEBI in particolare per progetto di Adozione a distanza per Orfani dello Zimbabwe: si tratta di minori che hanno bisogno di tutto, e offrir loro il necessario per vivere e per andare a scuola li toglie dalla strada e dai pericoli di una vita sbandata. In alcuni casi gli orfani inseriti nel programma non sono molto piccoli d’età. Info: https://www.ucebi.it/component/content/article/68-zimbabwe-e-oltre/356-una-vita-un-dono.html

Io respiro al ritmo del tuo cuore

Ti sento forte

Nu cor' dint' a' panz'

Mani e pier' ca me camminano arint'

Mi abiti

Ti nutro

Figlio mio

tu potrai essere

Tutto quello che vorrai

Un calciatore, una rockstar, un panettiere

I sassi lungo il cammino

Li toglieremo assieme

uno ad uno

E tutti quelli che diranno

"Questo non si può fare"

Li faremo sparire

Come ad un certo punto

Spariranno gli spasmi

E apparirai

Tu

Gravidance gli ultimi saranno

Gli ultimi saranno ( https://gliultimisaranno.it/ ) è un collettivo di artisti nato per supportare il sociale capitanato dall’attore, scrittore e direttore artistico e parlamentare con Federica Palo, Massimo De Vita, Alessandro Freschi alias Frè, Francesco Cacciapuoti, Maurizio Capone, Enzo Colursi è ispirata alla decennale esperienza del Delirio Creativo, un rito teatrale di creazione e improvvisazione collettiva di cui Raffaele è ideatore. “Gli ultimi saranno” ha il proposito di creare e intensificare legami tra società civile e persone o gruppi di persone considerate “ultime” dalla società attraverso l’espressione artistica. Si è scelto il carcere come primo luogo di interesse per l’attività del collettivo, così, a partire dal dicembre 2018, il progetto ha previsto una serie di incontri negli istituti di detenzione, dando vita a un rito di improvvisazione artistica che ha visto i detenuti non solo come spettatori, ma come parte integrante dell’evento. Più di 20 eventi realizzati finora, in 15 strutture diverse, e altri 9 in programma. Nel tempo, agli eventi si è aggiunta l’iniziativa “Dona un Libro”, una campagna di raccolta e distribuzione di libri con dedica destinati alle biblioteche carcerarie. La raccolta è stata proposta dal Presidente della Camera Roberto Fico anche presso Montecitorio, dove sono stati raccolti più di 200 volumi. Il 10 febbraio scorso ha realizzato un concerto a Montecitorio per sostenere il progetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
cuntastroppoleIl tempo e lo spazio della creazioneLe Cuntastroppole raccontano dell’importanza del lavoro...
NonEandatoTuttoBeneNon è andato tutto bene: ecco il...Quale società ci attende? Che tipo di comunità siamo...
Lino CaloneÈ 'nu juorno important, il singolo...Al via le riprese del videoclip della canzone “È 'nu...
palestraPalestre: tante regole ma anche una...Certo, non sarà proprio la stessa cosa tornare in...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500