giovedì 27 GENNAIO 2022
blank
 
chi siamo 
contatti

Inaugurato a Napoli il primo Museo dell'Acqua

Inaugurazione MuseoUn nuovo percorso museale nella Napoli sommersa tra un gioco di luci e suoni.  Nella Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, è stato inaugurato il primo Museo dell'Acqua, nato dalla collaborazione tra l’associazione “Pietrasanta Polo Culturale Onlus” e l’Azienda Speciale ABC - Acqua Bene Comune Napoli.

Alla iniziativa hanno partecipato il Rettore della Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta Vincenzo De Gregorio, il presidente dell’Associazione Pietrasanta Raffaele Iovine, la presidente dell’ABC Alessandra Sardu, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il direttore generale dell’ABC Alfredo Pennarola, la direttrice dell’Archivio di Stato Candida Carrino, il presidente della BBC Banca di Credito Cooperativo Amedeo Manzo e il geologo Riccardo Caniparoli che terrà una breve lezione sul sottosuolo napoletano.

Raggiungibile con il nuovo “ascensore archeologico” costruito nel sottosuolo della Pietrasanta e inaugurato nelle scorse settimane, il museo è stato ideato da Sergio D'Angelo, già Commissario Straordinario dell’ABC,  con il presidente della Pietrasanta Raffaele Iovine e ha visto la riattivazione di due importanti cisterne dell’acquedotto Bolla, entrambe funzionanti fino al 1885 nel sottosuolo della Basilica della Pietrasanta.

«Ce l'abbiamo fatta - spiega Sergio D'Angelo - e non è stato semplice. Inauguriamo il primo museo dell'Acqua a Napoli. Penso che dobbiamo tramandare alle nuove generazioni l'importanza e il valore di questa essenziale risorsa che sappiamo essere esauribile e  spiegare  come deve essere utilizzata. Il Museo che realizziamo presso Pietrasanta è un museo civico nato in collaborazione con la onlus Pietrasanta e consente di scendere a trenta metri di profondità con un ascensore in stile. Ci dà la possibilità di visitare in primo luogo antiche cisterne dell'acquedotto Bolla, ma soprattutto di raccontare la storia del nostro acquedotto, come arriva l'acqua nelle nostre abitazioni».

«È una giornata memorabile - spiega Raffaele Iovine - anche perché oggi l'associazione compie 10 anni di vita. Con l'ABC inauguriamo questo primo modulo del Museo dell'Acqua. I visitatori potranno ammirare le antiche cisterne completamente valorizzate, riempite di acqua e con effetti speciali».

1624543725807

Protagonista di questa prima realizzazione del progetto, che si amplierà nei prossimi mesi, è l’Acqua di Serino. Principale opera di approvvigionamento e distribuzione di acqua potabile nell’Italia postunitaria sino al primo novecento, dell’Acquedotto del Serino si potranno ammirare gli originali elaborati progettuali disegnati su seta, risalenti al 1881 e fino ad ora custoditi nell’archivio Storico Aziendale di ABC Napoli.

Il visitatore sarà in introdotto alle antiche cisterne dell’Acquedotto Bolla da reali pezzi idraulici della rete post bellica dell’acquedotto napoletano: la cosiddetta “Cisterna delle anguille”, la più piccola delle due, e la “Sala delle Onde”. Quest’ultima, denominata la piscina del Principe che si trova esattamente sotto il Palazzo del Principe Gaetano Filangieri d’Arianello in via Atri, ed è considerata la più grande del centro antico, larga dieci metri, lunga oltre venti, profonda più di cinque e con una capacità di 400 metri cubi di acqua.

P1260715

Grazie anche alla collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il percorso museale sarà arricchito nel tempo con reperti a tema come congegni idraulici, statue, ceramiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
jessica PrattLa Sonnambula torna al teatro San CarloTorna un titolo assente da 20 anni dal palcoscenico...
C84A4647Il problema al Piccolo BelliniIn ogni famiglia c’è un problema, più o meno grave, ma...
coverLidia Vitale, il volto di Anna...Ce la ricordiamo come il magistrato Giovanna Carati nel...
coverIl Diario di Anna Frank, perché vale...È forse uno dei libri più letti, sia da adulti sia da...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500