giovedì 27 GENNAIO 2022
blank
 
chi siamo 
contatti

Grazia carnale ed estasi mistica: la femminilità dipinta in mostra al Museo Campano

mostra CapuaDalla forza della profetessa Debora narrata nel Vecchio Testamento a un’icona di bellezza che non tramonta mai, quella di Marilyn Monroe. Così la mostra “La femminilità dipinta, grazia carnale ed estasi mistica”, a cura dello storico dell’arte Vincenzo De Luca, intende raccontare la complessità della donna con quadri e sculture della Fondazione De Chiara De Maio. 

Ospitata nel Museo Campano di Capua (Caserta), l’esposizione inaugurata nei giorni scorsi è solo un “assaggio”: a febbraio nel seicentesco palazzo Antignano arriveranno le opere della mostra “Monne e Madonne. Il corpo e le virtù femminili”, curata dallo stesso De Luca, che potrà essere visitata fino al prossimo 9 gennaio nella cappella del Pontano e nella chiesa del Santissimo Salvatore del Polo culturale della Pietrasanta a Napoli. Da qui proviene uno straordinario “Martirio di Sant’Orsola” in cui Filippo Vitale relaziona carnefice e vittima non solo con l’altro, ma con la propria coscienza.

Una decina le opere da ammirare in questa anteprima che risalgono quasi tutte al Novecento. Fa eccezione il ritratto di Maria Amalia di Sassonia uno dei tanti dedicati a lei  da Giuseppe Bonito, pittore di corte per Carlo di Borbone. «L’artista – spiega De Luca – ce la racconta in un senso di intimità molto forte, proprio perché aveva capito l’amore che lei aveva per Napoli dove era arrivata quattordicenne. Cresce con le abitudini napoletane e quando lascia la città si immalinconisce». Muore molto giovane, a 36 anni, proprio come Marilyn che è la protagonista della vicina locandina firmata da Andy Warhol da un ritratto fatto poco dopo la sua morte nel 1962.

GUARDA LE INTERVISTE

Del 1917 è il disegno della modella Hanka Zborowska, moglie di un amico di Modigliani. «Non è un semplice disegno – continua il curatore – È un racconto stesso della pittura senese piena di riferimenti con dei volti allungati».

A due passi, Solimena racconta un soggetto poco utilizzato nella storia dell’arte: Debora e Barak. «Debora di cui si legge nel libro dei Giudici – spiega De Luca - è una profetessa che invita Barak sul campo di battaglia per affrontare il nemico: Sisara, generale dell’esercito pagano. È un’opera interessante perché, vista in chiave cristiana, Debora potrebbe essere la vergine, la madre, mentre Barak somiglia a Cristo, il figlio. Inoltre, Debora significa “ape” che allude alla saggezza con il miele, e con il pungiglione alla forza da portare in  battaglia. Il trionfo di Barak su Sisara decreta la vittoria della prima donna nella storia del pensiero  cui è dedicato anche il canto del Vecchio Testamento».

mostra Capua 1

A completare l’esposizione, un décollage di Mimmo Rotella dedicato a Sophia Loren e una tela degli anni ’70 di Mario Schifano con una palma astratta che rappresenta Madre Natura e il ritorno alle origini. Vi è poi Amentet, una divinità egizia che garantisce il passaggio dalla vita alla morte e, dopo la morte, al Paradiso.

 

LEGGI ANCHE | Monne e Madonne: armonia fisica e forza dei sentimenti in mostra a Napoli

A Napoli l'arte da toccare nella mostra Monne e Madonne

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
jessica PrattLa Sonnambula torna al teatro San CarloTorna un titolo assente da 20 anni dal palcoscenico...
C84A4647Il problema al Piccolo BelliniIn ogni famiglia c’è un problema, più o meno grave, ma...
coverLidia Vitale, il volto di Anna...Ce la ricordiamo come il magistrato Giovanna Carati nel...
coverIl Diario di Anna Frank, perché vale...È forse uno dei libri più letti, sia da adulti sia da...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500