giovedì 1 OTTOBRE 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Il Vomero? Si illumina d’artista

luci-nataleDal 4 dicembre luci d’artista in via Scarlatti firmate da due maestri che nel quartiere collinare vivono e lavorano: Sergio Fermariello e Riccardo Dalisi.

Vicini di casa e negli intenti i due decani dell’arte napoletana, ma conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo, hanno messo a disposizione i loro disegni esclusivi perché vengano trasformati in meravigliose luci d’artista destinate ad impreziosire il passeggio vomerese durante le settimane di Natale.

E mentre i Decumani aggiungono quest’anno al consueto corredo di renne, magi e abeti, anche Massimo Troisi e Maradona, il quartiere collinare tenta un’operazione di natura diversa, dall’indiscusso, intrinseco valore artistico, chiamando a firmare le luminarie natalizie a due maestri che hanno contributo a diffondere in Italia e all’estero il nome e il valore della città di Napoli.

Riccardo Dalisi, architetto, designer, maestro di strada, non è nuovo alla materia dell’arredo urbano. Già nel 2010 realizzò un’installazione luminosa -ideata e prodotta insieme con i ragazzi di Rua Catalana- che dava vita ad un vero e proprio presepe volante: quindici lampade sospese chiamate ad illuminare un percorso e valorizzare l’insula di Gregorio Armeno. In occasione dell’intervento per l’aera pedonale del Vomero, Dalisi ripropone una serie di ‘teste’ già realizzate per la Piedigrotta di due anni fa.

Sergio Fermariello, invece, ha in serbo per gli abitanti del Vomero un lavoro specificamete pensato per l’occasione, unico nel suo genere e non immediatamente riconducibile alla sua poetica, quella del segno illimitato, ancestrale, delle pitture rupestri e dei guerrieri, un segno inconfondibile (visibile nella stazione ‘Quattro Giornate’ della metro una sua installazione) a cui negli anni ha abituato il su pubblico.

Al di là dei luoghi comuni, degli stereotipi che affogano la città, dell’oleografia sotto cui troppo spesso soccombe, l’operazione, di riportare i due artisti ad essere protagonisti del quartiere è fortemente voluta da alcuni commercianti del Vomero, e mira a restituire la collina ai cittadini, a fare in modo che possano tornare a riconoscersi nella antica eleganza dei palazzi tardo liberty e in quella delle  strade  tracciate col sistema radiale secondo l’esempio parigino; insomma a che il quartiere Vomero si riappropri da un lato della sua vocazione  europea e torni ad essere dall’altro, come già per tutta la seconda metà del Novecento, luogo deputato alle arti.

Forse non tutti sanno che Villa Haas, la splendida residenza che affaccia su Piazza Fuga, ha rappresentato nella seconda metà del secolo scorso il crocevia dell’arte napoletana, ospitando di volta in volta nelle sue stalle o negli attici superpanoramici i nomi più brillanti della storia dell’arte del Novecento: da Chiancone a Striccoli, da Tomai a Perez, passando per Matania fino alla dinastia dei fratelli Mazzella che ancora oggi infaticabili, forgiano nelle cantine della villa figure immaginifiche.

La proposta di collocare in via Scarlatti i lavori di Dalisi e Fermariello dopo un lungo tribolare ha avuto finalmente l’ok della Pubblica Amministrazione e della Camera di Commercio (che ha contribuito alla sua realizzazione). Dal 4 dicembre tutti col naso all’insù: il Vomero si illumina d’artista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Sarah Galmuzzi
Author: Sarah Galmuzzi
Giornalista, mamma, grafomane, gattara, storica dell'arte, non necessariamente in quest'ordine, polemica fino alle bolle, odia le sopracciglia ad ala di gabbiano e i sottaceti, ma ama praticamente tutto il resto, soprattutto gli accessori king size. A memoria d'uomo nessuno è uscito vivo da una discussione con lei.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
sannino 1Giovanna Sannino, il talento di chi...Bella, talentuosa e ambiziosa: si chiama Giovanna...
Santana vs Benson a Villa di DonatoCon un duello fino all'ultimo riff di chitarra, apre la...
Camille, l’evento di teatro-danza al...Ci sono spettacoli che, ancor prima di andare in scena,...
On line uno shop per comprare tutto...Parola d'ordine ecoshopping: si chiama Green Network...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500