martedì 11 DICEMBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Un giardino… in movimento

Le JardinMeditate, gente, meditate: arriva il programma culturale dedicato ad attività creative, di riflessione, artigianato, disegno e performances ma  anche di riscoperta di un luogo cittadino.

Arte e architettura, assieme, per un giardino. Perché a Napoli ci sono mura che cingono un castello, Castel Sant’Elmo, per la precisione, e terminando in un antico corpo di guardia lasciano una piccola e suggestiva “rovina” abbandonata da anni. Eppure questa  molteplicità di passati va salvaguardata e riconquistata. Come? Con un giardino. Un po’ francese e molto napoletano. “Le Jardin”, per l’appunto, è allora un progetto importante che vincitore della terza edizione del concorso “Un’Opera per il Castello”, ci aiuta a riscoprire un luogo cittadino, un recinto di verde a cielo aperto, e rispondere una domanda, posta da tanti prima di noi: come ci si arriva? Cosa c’è lì?

Molto, e tutto da scoprire! Perché il progetto elaborato nel 2013 da un gruppo internazionale di architetti, curatori, designers e artigiani e in continuo mutamento per potersi arricchire ogni giorno della collaborazione di molte persone che ne alimentano il senso collettivo, apre per la primavera con un programma culturale dedicato ad attività creative, meditazione, artigianato, disegno e performance. Tutti i  weekend di Maggio e Giugno a “Le Jardin” di Castel Sant’Elmo, attraverso diversi laboratori, potremmo godere tutti degli spazi ritrovati di questo giardino pensile.

Eccoli tutti, e per prenotare basta un click! Le Jardin, Castel Sant Elmo è in via Tito Angleni, 22.

Foto di Le Jardin  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Raffaella R. Ferrè
Author: Raffaella R. Ferrè
Giornalista, scrittrice, le piacciono un botto di cose tra cui la Storia del '900, gli Smiths e Napoli. Ha pubblicato romanzi e racconti, fa parte della redazione di Napoli Città Sociale e collabora con Il Mattino. Pensa che il codice Html sia poesia pura. Le dicono spesso che assomiglia a Scarlett Johansson e la cosa le fa piacere anche perché, per la maggior parte del tempo, è convinta di assomigliare ad una piccola nerd.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
musicantiNuove date per MusicantiStanding ovation per il debutto nazionale...
Maria Luisa Acquaviva. Xilografie 19602018Arriva a Napoli Maria Luisa...Arriva al Pan “Maria Luisa Acquaviva. Xilografie...
veleno del teatro“Il veleno del teatro”, sul palco le...Manuele Morgese e Salvatore Della Villa. Uno rappresenta...
napoli panoramaA Natale, ritorna “Mercato Meraviglia”Ritorna l’immancabile appuntamento natalizio nella...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500