mercoledì 23 OTTOBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

L’amore e la dolcezza dell’infanzia in Benin

benin bambiniSono volti di bambini perlopiù e immagini di donne, immortalati tra i paesaggi e i colori della loro Africa o colti in sguardi e movimenti in bianco e nero, in un insieme di poesia e dolcezza al tempo stesso che è lontanissimo dai ritratti stereotipati delle persone afflitte da povertà e fame nel Sud del Mondo.

Perché sono la speranza e il sogno, l’amore e la fiducia che ci restituiscono gli scatti di Giovanni de Giovanni in esposizione dal 7 dicembre (vernissage ore 17) al PAN Palazzo delle Arti di Napoli (via dei Mille 60)  fino al 13 dicembre prossimo, a ingresso gratuito dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle 20, domenica dalle 9.30 alle 19.30.

“Enfance au Bénin” è una straordinaria mostra fotografica cui si accompagna un libro di testi e immagini, destinato a sostenere progetti sociali e sanitari per  il popolo africano.

La mostra è la storia di un viaggio compiuto in Africa, tra Bénin e Togo, dall’autore insieme con il fratello Roberto de Giovanni: l’uno intento a fotografare, l’altro impegnato nei primi passi della futura professione di medico.

«Da sempre appassionato di fotografia – racconta Giovanni de Giovanni -  ho avuto nell’incontro con Sergio Siano e Roberto Stella, docenti del corso di fotografia di base e fotoreportage dell’associazione UpNea, l’incontro che ha fatto esplodere questo interesse. Alla festa di laurea in ingegneria aerospaziale mi è stata regalata una macchina professionale e ho cominciato a pensare di sviluppare un progetto fotografico. L’occasione si è presentata quando mio fratello Roberto ha conosciuto il dottore Pennisi dell’associazione Mosi Cicala onlus. Da 15 anni il dottore organizza spedizioni a scopo umanitario in Bénin, centro Africa, dove con volontari medici e studenti di medicina coopera con l’ordine di suore camilliane del posto. Quando mio fratello mi ha detto che sarebbe andato, ho subito voluto incontrare il dottore per chiedere se ci potesse essere spazio per un fotografo. Sono partito il 24 luglio per un viaggio di due settimane tra Bénin e Togo, io, mio fratello col dottore Pennisi e altri splendidi compagni di viaggio: il medico Stefania Gatto, gli studenti in Medicina Margherita Medugno e Paolo Borrelli e la giornalista Francesca Cimmino.  Delle due settimane non vorrei parlare, spero lo facciano le foto. Ma, pure per un viaggiatore seriale come me, che è stato dalla Cina agli USA, questa ha rappresentato l’esperienza più sconvolgente ed arricchente che abbia vissuto. Tanto da rendere un inferno riaprire quelle immagini per svilupparle. Il Bénin è l’Africa non violenta, ma povera e malata. Si tratta dell’Africa bambina, ingenua e derubata».

L’associazione Mosi Cicala nasce nell’ottobre del 2008, per opera di un gruppo di medici e amici volontari sin dal 2002 impegnati in una opera di sostegno dell’ospedale La Croix dei Padri Camilliani e della missione delle “Figlie di San Camillo” a Zinviè, in Benin (Africa equatoriale). Molti gli obiettivi raggiunti: due padiglioni di degenza, un nuovo blocco operatorio, la ristrutturazione del nido, una sala gioco per i piccoli degenti, una scuola, un pozzo e altri interventi in collaborazione con la direzione dell’ospedale e benefattori. Sono stati eseguiti circa 600 interventi di media-alta chirurgia, in particolar modo tiroidea, ostetrica-ginecologica e in urgenza, e contribuito alla realizzazione di un centro per la lotta alla malnutrizione.

Venerdì 11 dicembre alle 17.15, verrà presentato il libro, dal titolo omonimo, con le fotografie di Giovanni di Giovanni e gli interventi di Maurizio de Giovanni, Monsignor Gennaro Matino e Roberto Pennisi di Mosi Cical Onlus. Interverranno gli autori e Simonetta De Chiara Ruffo.

Enfance au Bénin

Mostra fotografica di Giovanni de Giovanni

in esposizione al PAN Palazzo delle Arti di Napoli
dal 7 al 13 dicembre 2015 | inaugurazione lunedì ore 17

11 dicembre 2015 | ore 17.15

Presentazione del libro Enfance au Bénin
che contiene le fotografie di Giovanni de Giovanni,
gli interventi di Maurizio de Giovanni, Mons. Gennaro Matino
e Roberto Pennisi di Mosi Cical Onlus

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Ida Palisi
Author: Ida Palisi
Giornalista professionista, esperta di comunicazione sociale, dirige l’Ufficio Comunicazione Gesco. Collabora con il quotidiano Il Mattino per le pagine della Cultura.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
I fazzoletti di tutti gli addiiL’Amore nel nuovo spettacolo di...Debutta a Napoli lo spettacolo I fazzoletti di tutti gli...
B izzoBiagio Izzo apre la stagione del LendiSarà il comico napoletano Biagio Izzo e il suo...
Gli ultimi giorni del comandante PlinioGli ultimi giorni del comandante...Sarà presentato a Napoli il romanzo storico “Gli ultimi...
still lifeApre a Gesco uno sportello gratuito...Uno sportello gratuito di ascolto e sostegno genitoriale...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500