venerdì 14 DICEMBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

La Napoli dei Bastardi

de giovanni gassmannNapoli set de "I Bastardi di Pizzofalcone"  la nuova serie Rai tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni. L'autore partenopeo più acclamato di sempre ci racconta Napoli del reale e quella dei desideri.

Mi è capitato almeno tre volte in pochi giorni di sentire persone, donne in verità, raccontare emozionate di aver incontrato Alessandro Gassmann a Napoli. Una in particolare, ieri, al supermercato cercava di attirare l'attenzione del salumiere decantando a gran voce i pregi estetici dell'attore, tanto che tutti nel negozio sono stati al corrente della notizia, anche chi non l'aveva già letto sui giornali. Alessandro Gassman dal 26 novembre scorso è il commissario Lo Jacono sul set de “I bastardi di Pizzofalcone”. La fiction, tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni (Bastardi di Pizzofalcone, Buio e Gelo) e diretta da Carlo Carlei è stata scritta dallo stesso de Giovanni con gli sceneggiatori Silvia Napolitano e Francesca Panzarella. Si gira a Napoli (set amato dal cinema mondiale da sempre) fino a primavera, e le prime puntate andranno in scena in autunno.
è solo a causa di un altro uomo che ho potuto assistere a standing ovation pubbliche di questo tipo, anche in questo caso soprattutto ad opera di donne, ed è, appunto,  Maurizio de Giovanni, l'autore apprezzato prima per la serie del commissario Ricciardi e poi per l'altra fortunata serie dei Bastardi.

Eppure non sarà facile incontrarlo sul set perché, dice "Ci sono stato solo due volte, anche se continuano ad invitarmi, preferisco defilarmi e lasciare spazio alle professionalità del cinema. Il mio ruolo è quello di rivedere i dialoghi settimanalmente ed è stato quello di collaborare alla selezione degli attori principali. Scelta della quale sono molto soddisfatto: da Gassmann, a Carolina Crescentini, a Tosca d'Aquino, a Massimiliano Gallo, ad attori giovani come Antonio Folletto e Simona Tabasco che riserveranno al pubblico bellissime sorprese". Le riprese sono in questi giorni al centro storico e nella Taverna dell’Arte di via Mezzocannone è ambientata la taverna di Letizia, interpreta da Gioia Spaziani.
L’ispettore Lojacono non poteva che essere Alessandro Gassmann con cui de Giovanni ha una relazione amicale e professionale iniziata a teatro con lo splendido adattamento di "Qualcuno volò sul nido del cuculo" di cui Gassmann si è occupato della regia. "Con Alessandro, una persona di sensibilità ed intelligenza rare, c'è in programma un nuovo testo originale per il teatro- svela lo scrittore- ma questa volta spero che sia lui ad interpretarlo".
L'operazione più che riuscita di ambientare il meraviglioso soggetto di "Qualcuno volò sul nido del cuculo" a Napoli rientra nel progetto, forse inconscio forse no, di de Giovanni e di altri intellettuali di spicco della città di vederla rinascere proprio a partire dalla cultura.
Protagonista della serie dei Bastardi, insieme ai personaggi, è una Napoli trasversale che spazia dai Quartieri Spagnoli, al Centro Storico, a Posillipo e, ovviamente, a Monte di Dio. "La location scelta per il commissariato - continua de Giovanni - è spettacolare: si tratta dell'ex archivio notarile che si trova alla fine di via Pizzofalcone e gode di un panorama a strapiombo sulla città. Sono felice  che in tv si veda anche questa Napoli".

In questa affermazione non si nasconde alcuna critica a Gomorra, anzi, Maurizio non concorda con le polemiche che hanno riguardato la serie di cui è grande fan: "Gomorra è il miglior prodotto di fiction da anni ed è un racconto che non vuole esaurire la città: Romanzo Criminale non racconta Roma, ma una sua parte di cui non si può negare l'esistenza, così come non si può negare l'esistenza della camorra. Gomorra racconta una parte della città, io ne racconto un'altra. Come è noto io non scrivo di camorra, ma di delitti passionali che hanno a che fare con i complessi sentimenti umani. Ognuno ha la sua voce, le sue storie". Critico invece lo scrittore  rispetto alle istituzioni: "In una regione come la Campania che ha 6,5 milioni di abitanti e nessuna azienda quotata in borsa è facile capire che la cultura è l'unica grande opportunità che abbiamo: pensiamo alla storia, al patrimonio artistico, all'archeologia, alle bellezze naturali, al teatro, alla letteratura, al cinema. Quando anche le istituzioni lo capiranno forse avremo degli spiragli di sviluppo e libertà. Invece non abbiamo eventi culturali di rilievo, Galassia Gutenberg l'abbiamo persa e non abbiamo una fiera letteraria, il Teatro Festival, unico grande evento culturale, è gestito in modo approssimativo e solipsistico. Mantova per la sua fiera letteraria in pochi giorni è invasa da turisti di tutto il mondo. Qui non si riesce a proporre la cultura come elemento di accoglienza turistica. La cultura è centrale eppure non vedo né un'organizzazione permanente né una sola attività organica".
"L'azienda Cultura" insomma potrebbe essere uno strumento essenziale di arricchimento mentale e materiale per tutti, dall'intellettuale che va a teatro, alla signora che riconosce l'attore famoso sul set Napoli.

Fotografia di Emilia Ferrara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
pino daniele 10“Mal di te”, lo spettacolo-ricordo...“Mal di te”  è il nuovo spettacolo dei Lazzari Felici,...
Gran finale Premio Napoli 2018Premio Napoli: gran finale al MercadanteIl sipario del Teatro Mercadante si alzerà martedì 18...
libro 1Il pomeriggio dei piccoli con il...Mamme e papà, con i loro bimbi, sono attesi a Napoli per...
pilatesTornare in forma dopo le feste senza...Non sono ancora passate le feste che già state cercando...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500