domenica 29 MARZO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Gli innamorati di Napoli

napoli via partenopeSubito dopo i fidanzatini di Peynet, ci sono loro, gli innamorati di questa splendida città. Perché se credete che quando si è innamorati non esista nient'altro, a San Valentino a Napoli vi ricrederete!

Al 14 febbraio manca ancora qualche giorno e prima ancora c'è il Carnevale, ma a Napoli non è mai troppo presto per pensare alla giornata tradizionalmente riservata all'amore felice, ovvero a quella condizione dell'animo che ci vede presissimi da un'altra persona al punto che - ricambiati o meno nel sentimento - non pensiamo alla difficoltà della cosa, alle possibili conseguenze, all'eventualità che colui o colei che oggi ci muove pensieri dolci e passionali domattina giocherà anche con il nostro sistema nervoso compromettendo la possibilità di avere fiducia nel prossimo.

A San Valentino, ma anche gli altri giorni, se siamo innamorati, a questa eventualità non ci pensiamo proprio. Facciamo bene?  

Se per quel che riguarda le persone ho i miei dubbi, quando questo tipo di approccio riguarda la città mi sta bene: innamorarsi di Napoli, infatti, non vorrà mai dire secondo la mia esperienza guardare al posto in cui vivo con le fette di prosciutto sugli occhi, ma superare le oggettive difficoltà con fiducia e speranza. Amare qualcosa o qualcuno, infatti, significa sempre qualcosa di diverso dal dedicargli estatica e improduttiva ammirazione: quando si vuole così bene non ci si può mica limitare a guardare, a cantare e suonarsela da soli e via dicendo! No, si vuole agire, fare, impegnarsi, appassionarsi e tutto per crescere insieme.

Già da qualche anno il San Valentino napoletano parte proprio da questo spunto: l'anno scorso, con la "Notte degli innamorati di Napoli”, ad esempio, si cerco di unire all'amore di fidanzati/sposi/amanti etc, eventi come la notte bianca del libro con l’apertura straordinaria delle librerie partenopee, le visite guidate e spettacoli al Teatro San Carlo, la serata speciale tra le stelle all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte e così via. E quest'anno?

Quest'anno puntiamo sugli accenti, per prima cosa, perché il 14 febbraio in città il  motto sarà "Innamórati di Napoli con gli Innamoràti di Napoli": in pratica tanti napoletani illustri - finora sono 43 -  faranno da ciceroni e guida in luoghi emblematici della città. L'iniziativa - come anticipa il Comune di Napoli - nasce da un'idea di Maurizio De Giovanni, il noto giallista partenopeo e ha, come madrina, la mitica Angela Luce.

Alla presentazione dell'iniziativa a Palazzo San Giacomo  - sede del Comune e luogo in cui inizieranno le visite - l'Assessore Nino Daniele ha spiegato che si realizza oggi partendo dal sentimento di orgoglio e appartenenza a una città, alla sua storia, alle sue bellezze e al suo patrimonio, sempre più forte, ora più che mai, una civica espansione del cuore. L'amore dei napoletani per Napoli, è, dunque 'un amore per sempre' come recita il claim dell'iniziativa, "pensata sia per i cittadini, che mai abbastanza conoscono il loro stesso patrimonio, che per i turisti, in crescente e costante aumento anche in periodi dell'anno precedentemente considerati di bassa stagione".

Il programma è vastissimo: le visite inizieranno, come già anticipato, da Palazzo San Giacomo alla presenza del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dell'Assessore Nino Daniele. Proseguiranno in tutta la città, dal Maschio Angioino a Trentaremi, dal centro antico agli studi Rai di Fuorigrotta, da Castel dell'Ovo a Scampia. Una cinquantina i napoletani illustri che hanno aderito fin'ora e altri si aggiungeranno nei prossimi giorni, per altrettanti percorsi e monumenti della città. L'organizzazione della manifestazione è stata affidata all'associazione di categoria Guide turistiche campane che gestirà le prenotazioni e affiancherà i nomi noti nelle visite. Già da oggi è possibile prenotarsi chiamando alle infoline dedicate o scrivendo alla mail creata per l'evento, infatti la  prenotazione è obbligatoria e a cura della Associazione Guide Turistiche Campane (mail: innamoratinapoli@libero.it - tel: 3473021515  - tel: 3473021362   tel: 3473021295)

E non dimenticate che, dopo San Valentino, per tutti gli innamorati marzo sarà il mese della terza edizione de 'Il festival del Bacio', in programma per il 21 insieme all'arrivo della primavera e  realizzato in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti.  

Clicca qui per tutto il calendario delle visite e scopri chi ci farà da Cicerone!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Raffaella R. Ferrè
Author: Raffaella R. Ferrè
Giornalista, scrittrice, le piacciono un botto di cose tra cui la Storia del '900, gli Smiths e Napoli. Ha pubblicato romanzi e racconti, fa parte della redazione di Napoli Città Sociale e collabora con Il Mattino. Pensa che il codice Html sia poesia pura. Le dicono spesso che assomiglia a Scarlett Johansson e la cosa le fa piacere anche perché, per la maggior parte del tempo, è convinta di assomigliare ad una piccola nerd.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
kindle 1867751 960 720#restoacasa ma con stile: idee per...Idee per trascorrere un altro weekend in quarantena (a...
Benedetta Paravia con i bimbiAmici in quarantena: la prossima...Come saremo dopo l’emergenza planetaria Covid -19? Quali...
Corde ObliqueCorde Oblique, il 3 aprile il nuovo...In uscita il 3 aprile 2020 per Dark Vinyl Records...
InternoItaliaFuori è chiuso - Interno Italia:...Face comunità intorno al cinema, da protagonisti, al...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500