giovedì 22 GIUGNO 2017
blank
 
chi siamo 
contatti

Il Click di NapoliClick

Buon Compleanno Nartea

narteaNarteA compie 10 anni. Festeggia la Napoli che promuove le competenze e le bellezze del territorio.

L'associazione, impegnata soprattutto nella creazione di format teatrali nati per valorizzare i luoghi storici di Napoli, ha fatto della visita teatralizzata il suo strumento principale per la diffusione della cultura partenopea e la riscoperta di quei siti monumentali depositari della storia di una delle città più ricche di patrimonio artistico e culturale al mondo.

Da settembre 2016, Nartea, dopo 10 anni di peregrinazioni teatrali, tra i luoghi più suggestivi di Napoli, trova finalmente una sede al Museo dell'Archivio Storico del Banco di Napoli, Il Cartastorie, con il quale avvia una collaborazione stabile: "Quando ci hanno convocato all'Archivio Storico del Banco di Napoli – spiega il direttore artistico di NarteA, Febo Quercia - prima dell'estate, per un incontro di conoscenza, non pensavamo affatto che l'intento fosse quello di inserire la nostra associazione in un progetto così importante. Il primo incontro con il direttore del Museo, Sergio Riolo, fu quasi un esame. A questo primo incontro ne seguirono altri due. La visita al percorso multimediale del Museo fu un momento decisivo e solo alla fine ci venne fatta la proposta di un presidio stabile e di una sede fissa al Cartastorie. Per noi che siamo sempre stati girovaghi, era strano pensare di avere un punto fermo. Ma poi ci sembrò chiaro che il nostro lavoro aveva una stretta convergenza con quello che era il progetto del Museo, dove abbiamo trovato non solo accoglienza, ma anche nuovi spunti per il nostro lavoro artistico. E poi, dopo dieci anni di attività, una sede stabile così importante dal punto di vista culturale, ci è sembrato il giusto corollario del nostro lavoro". Nei suoi 10 anni di attività, l'Associazione NarteA ha dato vita ad oltre trenta format, tra visite, itinerari, cene teatrelizzate, spettacoli itineranti e una caccia al tesoro culturale nei maggiori siti storici di Napoli, coinvolgendo circa 40mila spettatori. Tutti i lavori sono stati ispirati dai luoghi nei quali sono andati in scena, perché è in quei luoghi- ben 35 i "palchi storici naturali" degli spettacoli di Nartea - che sono depositate le storie, a volte nascoste e sotterrate dalla memoria, che NarteA recupera attraverso un certosino lavoro di documentazione, trasformandole in testi adatti alla divulgazione teatrale e affidandoli ad attori professionisti.

nartea 1

Tra le novità che NarteA propone al suo pubblico per il decennale della sua attività è previsto un nuovo spettacolo itinerante, dedicato alla figura di Caravaggio, che ruota intorno al mistero dei quattro quadri prodotti dall'artista a Napoli in soli 84 Giorni.  Tra gli eventi previsti per il decennale, NarteA propone anche un progetto musicale dal titolo NarteAinMusica. La storia di una città passa anche attraverso i suoni e le musiche che si rincorrono tra le strade e abitano i suoi vicoli e palazzi: non si può dire di conoscere a pieno un luogo, se non si è in grado di fischiettarne canzoni e motivi da essa ispirati. È con questo scopo che NarteA propone un percorso musicale, che accompagnerà gli ospiti dentro la storia della canzone partenopea. Il primo appuntamento di NarteAinMusica è previsto nella Chiesa di Santi Severino e Sossio il 4 marzo, con una formazione composta da Daniele La Torre (plettri), Serena Pisa (voce), Marianita Carfora (voce) e Marco D'Acunzo (chitarra). Si prosegue l'11 marzo con Anime, all'Archivio storico del Banco di Napoli, dove si farà rivivere, nel quartiere Vicaria, vicino la sede del tribunale di Castel Capuano, presenze inquietanti e misteriose di donne e uomini, la cui storia è in realtà misteriosamente segnata tra le ombre delle causali di pagamento e carte infilzate dalla metà del '500 fino ad oggi. Il 18 marzo, a Cappella Sansevero, va in scena la visita teatralizzata Il testamento di pietra,nell'ambito della quale si potranno ammirare il Cristo velato, la Pudicizia il Disinganno e la Cavea sotterranea, concepita dal principe di Sansevero come tempietto sepolcrale destinato ai suoi discendenti, oggi luogo in cui sono conservate le famose Macchine Anatomiche. Il 25 marzo torna al Club55 di via Toledo, Meretrices – Tra le pieghe dell'ipocrisia, spettacolo itinerante che mette in scena la condizione del meretricio nel periodo precedente la legge Merlin.

Il primo aprile ancora un concerto di NarteAinMusica. Il 9 aprile sarà la volta di Giuseppe Moscati – Un lampo nell'eterno, in scena alla Farmacia degli Incurabili, per ricordare i gesti di un grande uomo, la sua missione e la sua eco nel tempo. Il 22 aprile si ritorna a Cappella Sansevero per Il testamento di Pietra; mentre il 29 aprile alla Galleria Borbonica, va in scena Noi vivi, spettacolo itinerante per ricostruire le Quattro giornate di Napoli. Il 30 aprile, alla Chiesa e chiostro del Carmine, va in scena Echi della Rivolta, performace teatrale itinerante che catapulta il pubblico nel Seicento, ai tempi di Masaniello e della rivolta napoletana, per far scoprire la storia di un uomo autorevole e carismatico a cui si affidò tutto il popolo partenopeo.

Il 6 maggio debutterà il nuovo spettacolo itinerante di NarteA, 84 giorni, dedicato a Caravaggio. Ancora il 13 maggio, NarteA propone la visita tetarlizzata Januaria – Una notte al Museo del Tesoro di San Gennaro, alla scoperta del grandioso patrimonio del santo più venerato al mondo. Il 20 maggio, si ritorna ancora a Cappella San Severo con Il testamento di Pietra; sempre il giorno 20 e a seguire il 21, al Museo dell'Archivio Storico del Banco di Napoli, si svolgerà la manifestazione Wine and The City, che quest'anno festeggia insieme a NarteA il suo decennale. In due serate dedicate alla cultura e al vino, si coniugherà la visita guidata al Museo dell'Archivio Storico con le degustazioni di vino.

Il 2 e 3 giugno riprende il progetto musicale NarteAinMusica. Mentre l' 11 giugno, replica lo spettacolo su Caravaggio, 84 Giorni; il 17 giugno replica Il Testamento di Pietra a Cappella Sansevero. A chiudere il mese di giugno, il 24, sarà ancora un appuntamento musicale targato NarteA.

nartea 2

Sempre nell'ambito delle attività per il decennale, NarteA intende lanciare, nel mese di luglio, una piccola rassegna di teatro, intitolata Teatro in Archivio, con spettacoli che vedranno protagonista la storia. La rassegna si svolgerà nel cortile del Museo dell'Archivio Storico del Banco di Napoli, con appuntamenti tutti i sabato e domenica del mese. Ad inaugurare il nuovo progetto, l'8 e il 9 luglio, saranno Lucio Allocca e Tina Femiano con il reading - spettacolo Io e Giovanna, tratto dal libro di Delia Morea, La voce delle mani, diretto dallo stesso Lucio Allocca. La vicenda si svolge sullo sfondo della Guerra dei Cent’anni: la storia è quella di Anna, una prostituta vivandiera che prima per odio vorrebbe uccidere Giovanna D’Arco, poi inizia a venerarne la figura e infine per salvarla prova a prendere addirittura il posto.

A seguire, il 15 e 16 luglio, Roberto Giordano porterà in scena Napoletani di versi. La storia della lingua diviene qui il mezzo attraverso il quale si narrano le vicende di un popolo e di una città. A chiudere la rassegna Teatro in Archivio, il 29 e 30 luglio, lo spettacolo Briganti – Le ultime notti della banda Pilone, scritto e diretto da Antimo Casertano, prodotto da Associazione NarteA. Lo spettacolo vuole indagare i fatti e le atrocità realmente avvenute tra il 1860 e il 1870, nell'oscuro quadro nell'Unità d'Italia, quando operava in Campania il noto brigante Antonio Cozzolino, da tutti conosciuto come Pilone. NarteA è giunta molto lontano nel suo viaggio lungo 10 anni, approdando anche a Barcellona, con Grimaldi Lines. Nell’ambito di Grimaldi Educa, progetto dedicato alla formazione dei giovani studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori di Grimaldi Lines, l'associazione ha stretto una partnership con la prestigiosa compagnia di navigazione, realizzando un progetto innovativo per l’alternanza scuola-lavoro indirizzato ai licei, dal titolo Arte del Comunicare - Comunicazione multimediale e organizzazione turistico – culturale. L’obiettivo è quello di far realizzare ai ragazzi un Travel blog, sfruttando i giorni di navigazione da Civitavecchia a Barcellona. La realizzazione del blog è un modo per comunicare ai ragazzi che l’utilizzo degli strumenti multimediali (in particolare dei social) possono rappresentare un valido strumento lavorativo.

Foto di Matteo Borriello

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Giornalista, fotografa, sociologa, attrice, cuoca, artigiana. Fa parte della redazione di Napoli Città Solidale e collabora con il Corriere del Mezzogiorno. Ama le storie e le inchieste: proverbiali i suoi scritti XL. L'eclettica Alessandra talvolta dimentica in quale iperspazio ha lasciato la testa, incorrendo in tragicomiche gaffe. Alice, per gli amici, appena può parte per qualche paese lontano, ma torna sempre nella sua città preferita: Napoli.

Articoli correlati

Tete a tete con l'architet(to)

La rubrica è dedicata a chi è in cerca di consigli e suggerimenti su come arredare casa, ristrutturarla, ma anche a coloro che hanno bisogno di indicazioni su come risolvere piccoli grandi problemi domestici, come la manutenzione degli impianti, le autorizzazioni da chiedere, i tecnici specializzati a cui rivolgersi, i negozi e i mercati dove trovare prodotti unici.
fa3 2015 banner
il poggio

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
UzbekistanSai dov’è l’Uzbekistan?Già dal nome sembra ostico, poi metti che non ha il...
foja 3'O treno che va - IlluStazioniSabato 24 giugno il treno ripassa per casa con " 'O...
tony servilloWinckelmann: reading on facebookIn occasione della mostra su Winckelmann del MANN, in...
THE GREAT TAMERPapaioannou a NapoliUnica tappa italiana THE GREAT TAMER di Dimitris...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
amicar 500
mamacoca