sabato 23 SETTEMBRE 2017
blank
 
chi siamo 
contatti

Il Click di NapoliClick

Scampia Felix

gridasIl carnevale del Gridas, simbolo di una città costruita dal basso, oggi in un film: Scampia Felix. Parte il 20 aprile la campagna per sostenere la pellicola che uscirà il 20 maggio.

Nel 1981 nasce il GRIDAS (gruppo risveglio dal sonno, con riferimento alla frase di una delle incisioni della "quinta del sordo" di Francisco Goya: "el sueño de la razon produce monstros") un'associazione culturale senza scopo di lucro che ha lo scopo di stimolare nelle persone comuni un risveglio delle coscienze e una partecipazione attiva alla crescita della società attraverso tutti quegli strumenti, artistici e culturali, che possano essere di stimolo alla riflessione e al confronto costruttivo per uscire dai recinti mentali e costruire insieme un mondo più giusto. Nel 1983, in un quartiere che nasce e si accresce, Felice Pignataro, Mirella La Magna e Franco Vicario, fondatori del GRIDAS, all'epoca una delle poche realtà vive della nascente Scampia, lanciano un carnevale di quartiere quale momento di aggregazione e riflessione collettive su temi di attualità dalle molteplici finalità, mirando a un percorso che duri nel tempo. Il “Corteo di Carnevale di Scampia” è un appuntamento tradizionale in un quartiere ormai esploso in tutte le sue complessità e contraddizioni di luogo periferico di una grande città. Le voci di alcune delle tante persone, impegnate quotidianamente in realtà associative e di cittadinanza attiva in proposte e azioni per il riscatto sociale e morale, raccontano l’importanza di questo momento come identità territoriale e raccordo tra le tante anime che ne caratterizzano l’unicità e la peculiarità. Problematiche “locali” si mescolano a temi più “globali”, la festa e l’allegoria del carnevale si intrecciano con il dovere della denuncia e la condivisione di analisi e proposte per una società più giusta. Tra pennelli, pinze, cartapesta si affrontano problemi quotidiani e ci si confronta sui responsabili e sulle possibili soluzioni. Da oltre trent’anni la domenica di carnevale il corteo invade il quartiere di suoni, colori, denunce e proposte coinvolgendo le sempre più numerose realtà attive sul territorio, ma anche gruppi accorsi da “altrove”, attirati da un passaparola che si fa propaggine naturale di una vitalità che esplode nel giorno del carnevale contagiando positivamente chi ne viene in contatto.

gridas 1

Nel 2010 il GRIDAS lanciò con il regista siciliano Francesco Di Martino il progetto “Sulle tracce di Felice Pignataro” che raccontava in un libro, attraverso foto e testimonianze scritte, le tracce lasciate da Felice e le realtà sorte seguendole e tutt’ora attive e al lavoro per il risveglio culturale e sociale di Scampia. Felice si raccontava nel documentario “Felice!” di Matteo Antonelli e Rosaria Desirée Klain che fu lanciato in abbinamento al libro. A distanza d 7 anni, il GRIDAS e il collettivo siciliano FrameOff di cui fa parte il regista Francesco Di Martino tornano con un nuovo progetto che è in tutto e per tutto un seguito di quel lavoro. Il film “Scampia Felix” racconta il corteo di Carnevale di Scampia, un carnevale nato nel 1983 dall’intuizione di Felice Pignataro che con Mirella La Magna, Franco Vicario e altri compagni di viaggio iniziò a portare per strada la creatività, la protesta e la proposta in maschera, per svegliare le coscienze e riprendersi le proprie vite e i propri luoghi. Il carnevale è cresciuto nel tempo proprio grazie a quelle realtà che hanno seguito le tracce di Felice e che ora concorrono a rendere quell’appuntamento, ormai più che trentennale, un qualcosa di davvero grande.

gridas 2

Come tutti i progetti messi in cantiere dal GRIDAS, le partecipazioni si sono allargate intrecciandosi con nuovi compagni di viaggio. Il film è così realizzato assieme alla casa di produzione audiovisiva indipendente SMK Videofactory e la sua distribuzione sarà affidata alla piattaforma OpenDDB per la circolazione dal basso di opere indipendenti e la creazione di nuove reti sociali favorite dall’incontro tra autori e spazi pubblici. Per questo film corale non si poteva che scegliere una produzione dal basso per coprire le poche spese “tecniche” sostenute (tutte le persone coinvolte hanno collaborato gratuitamente alla realizzazione del film) e, sostanzialmente, per finanziare la distribuzione.

scampia felix

Parte il 20 aprile, una campagna di coproduzione popolare che terminerà il 19 maggio prossimo. Il 20 maggio 2017 si terrà una presentazione serale del film all’Auditorium “Fabrizio De Andrè” di Scampia e il film sarà scaricabile a pagamento dalla piattaforma Open DDB. In contemporanea ci sarà il lancio dallo stand della Marotta&Cafiero editori al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Sul sito: https://www.produzionidalbasso.com/project/scampia-felix/ si può sostenere la diffusione del film e si possono prenotare i dvd che saranno disponibili entro giugno.

La pluralità che è dietro a questo progetto la si nota già dalle ricompense che abbinano al dvd “prodotti” che spaziano da libri a sacchetti di odori, da cibi a interventi musicali messi a supporto del progetto da alcune realtà di Scampia coinvolte. Ogni donazione, anche minima, sarà ricompensata con il download gratuito del film al termine della campagna di coproduzione. La data del lancio della campagna e dell’uscita di “Scampia Felix” non sono casuali: già “Sulle tracce di Felice Pignataro” aveva sostenuto la campagna #IlGridasNonSiTocca e, a distanza di 7 anni, la situazione è immutata. Il 20 settembre è fissata una nuova udienza contro il GRIDAS “occupante senza titolo” della sua sede storica: il conto alla rovescia prosegue mentre ancora non c’è un accordo di permuta tra Comune e IACP.

Info:web: scampiafelix.it  -  fb: Scampìa Felix

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Giornalista, fotografa, sociologa, attrice, cuoca, artigiana. Fa parte della redazione di Napoli Città Solidale e collabora con il Corriere del Mezzogiorno. Ama le storie e le inchieste: proverbiali i suoi scritti XL. L'eclettica Alessandra talvolta dimentica in quale iperspazio ha lasciato la testa, incorrendo in tragicomiche gaffe. Alice, per gli amici, appena può parte per qualche paese lontano, ma torna sempre nella sua città preferita: Napoli.

Articoli correlati

Tete a tete con l'architet(to)

La rubrica è dedicata a chi è in cerca di consigli e suggerimenti su come arredare casa, ristrutturarla, ma anche a coloro che hanno bisogno di indicazioni su come risolvere piccoli grandi problemi domestici, come la manutenzione degli impianti, le autorizzazioni da chiedere, i tecnici specializzati a cui rivolgersi, i negozi e i mercati dove trovare prodotti unici.
fa3 2015 banner
output 9SRciO
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
lo faccio io
il poggio

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
purgatorio arcoAperture straordinarie al Purgatorio...Al via la 34esima edizione delle Giornate Europee del...
napoli golfo 4Un weekend settembrino scoppiettante!Un weekend nel segno dell’arte e della cultura quello...
giornate europee del patrimonioLe Giornate Europee del PatrimonioSabato 23 e domenica 24 settembre per le Giornate...
pizzerie italia 2018Pizza a colpo sicuroSiete dei “pizzomani”? Allora sapete che c’è pizza e...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
amicar 500
mamacoca