lunedì 21 GENNAIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Come tenere in vita la Stella di Natale e l’Albero, passate le feste?

stella di nataleLa pianta comunemente nota come Stella di Natale (in gergo botanico è l’Euphorbia pulcherrima), insieme all’immancabile Albero, ovvero l’abete che da tradizione si decora e si tiene in casa per tutta la durata delle feste, è il simbolo per eccellenza della ricorrenza che si sta avvicinando.

Bella, rossa, ornamentale, la Stella natalizia, anche detta Poinsettia, può decorare i nostri arredi anche per tutto l’anno, solo occhio ai nostri animali domestici: per cani e gatti, la sostanza lattiginosa contenuta al suo interno può risultare tossica se ingerita. 

Ma come si tiene in vita questa pianta originaria del Messico e come sopravvive l’Albero di Natale, passate le festività? Lo abbiamo chiesto al fiorista ed esperto di allestimenti Giovanni Merolla, che ha un negozio a Napoli (zona Fuorigrotta) ed uno a Formia. 

Quali sono i trucchi perché la Stella di Natale duri per tutto l’anno?

Partiamo dal presupposto che la Stella di Natale non ha una lunghissima vita, ma ci sono alcune semplici regole per farla vivere il più a lungo possibile, inoltre, se si adatta alla temperatura e all’ambiente in cui si trova, può anche durare fino al Natale successivo. Anzitutto, le regole fondamentali: luce naturale e acqua, l’abc per la maggior parte delle piante. Solo che la Stella di Natale non vuole moltissima acqua, per non farla morire bisogna tenerla in un ambiente non troppo freddo e innaffiarla il giusto. 

Come capiamo quando è il momento di darle acqua?

Con un semplice trucco: la Stella di Natale va posizionata, senza travasarla, su di un piatto. Se bagniamo il piatto sottostante, sarà direttamente la pianta a prendere l’acqua di cui necessita. Quando il fondo è completamente asciutto, cioè quando il terreno ha preso tutta l’acqua, possiamo bagnarlo di nuovo. In alternativa, possiamo toccare con mano il terreno e capire quando è il momento di innaffiarla. Operazione che può essere fatta una volta ogni due giorni o anche più, dipende appunto dalla capacità di nutrimento della pianta.

 Come si conserva l’Albero di Natale, una volta archiviate le feste?

Se ha ancora radici, perché continui a vivere, bisogna interrarlo. Si tratta di un piccolo abete a tutti gli effetti, non vuole ambienti chiusi, per cui va ripiantato. In genere, chi non ha un giardino o uno spazio esterno, lo riporta dove lo ha preso, in serra o nel centro dove lo ha acquistato perché sopravviva.

Per chi ha il “pollice nero”, quale è la pianta ideale da tenere in casa?

In realtà, proprio in casa sarebbe meglio non avere piante, per la cui vita è necessaria luce naturale e acqua. Bisognerebbe comunque tenerle dove c’è una finestra sempre aperta, in una zona di luce; il che è molto complicato soprattutto di inverno quando le case restano chiuse. Le uniche che possono sopravvivere sono le piante grasse, che non necessitano di molta cura, perché nei periodi di freddo non vanno innaffiate, dato che già con l’umido si nutrono da sole, d’estate hanno bisogno di acqua quanto serve, sempre controllando prima il terreno e dando la giusta acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista pubblicista, è specializzata nel giornalismo sociale. Collabora con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
leoparediLeopardi, la #10YearChallenge e la...Cosa c’entra l’Infinito di Leopardi con la...
dizionario appasionato di napoliDizionario appassionato di Napoli,...L’ultimo libro del più napoletano dei francesi, Jean...
microbladingMicroblading, ecco la tecnica per...Valorizza lo sguardo e ha un effetto naturale...
CatemarioNasce l’Accademia Catemario, un...Presso la Chiesa di Santa Caterina da Siena, si svolgerà...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500