giovedì 25 APRILE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Al San Carlo Ozpetek porta Madame Butterfly negli anni '50

MBSarà una Madama Butterfly assolutamente originale, ambientata in un villaggio di pescatori di una Nagasaki degli anni Cinquanta, quella che andrà in scena dal 16 al 20 aprile al Teatro San Carlo di Napoli. Con una regia d'eccezione: quella di Ferzan Ozpetek. Il regista turco che già si cimentò con il Bel Canto ne “La Traviata” proprio sul palco del più antico teatro lirico del mondo, ritorna a prestare il proprio “occhio cinematografico” all'opera lirica, questa volta con il compito di rendere nella sua personale cifra tutta l'intensità del capolavoro di Giacomo Puccini.

A dirigere l'orchestra sarà Gabriele Ferro mentre direttrice del Coro sarà Gea Garatti. Il cast non poteva che essere stellare: i soprani Evgenia Muraveva e Rebeka Lokar si alterneranno nel ruolo di Cio-Cio San, i tenori Saimir Pirgu e Angelo Villari in quello di Pinkerton, Raffaella Lupinacci e Chiara Tirotta saranno Suzuki, mentre Giovanni Meoni e Filippo Polinelli interpreteranno Sharpless.

“Cio-Cio San è determinata, sa perfettamente quello che vuole, non è un personaggio fragile. Tutt’altro - racconta Ozpetek - La vittima è invece Pinkerton, un burattino nelle mani della donna e che alla fine diventerà vittima di se stesso. Ci saranno scene realistiche di desiderio fremente, come quella in cui i due amanti faranno l’amore”.

MB 2

La tragedia giapponese, così come venne definita dai librettisti Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, ha visto fra i suoi innumerevoli interpreti anche la grande Maria Callas. La storia racchiude in sé tutti i topoi romantici: l'amore travolgente che supera ogni barriera, il disinganno, l'esodo tragico. Una storia che,nei secoli, mantiene tutta la sua freschezza continuando a far commuovere il pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Project manager della rivista di arte contemporanea Racna Magazine, si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura collaborando con l'Istituzione Internazionale Art1307, Villa di Donato, Casa Morra – Fondazione Morra e diversi artisti. Curatrice d'arte contemporanea e scrittrice compulsiva, collabora fra l'altro con il quotidiano “Roma”, come referente Arte Contemporanea. Dal 2012 collabora con la casa editrice Marchese editore, occupandosi di pubbliche relazioni, promozione e creazione di eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
PREMIO DE FELICEPremio Nazionale Ezio De Felice 2019...C'è tempo fino al 26 luglio per partecipare al bando di...
MAGGIO DEI MONUMENTI 2019Maggio dei Monumenti 2019: una...Con un omaggio ad uno dei più grandi intellettuali...
La montagna ci invita escursioni sul VesuvioLa montagna ci invita, escursioni...Torna ad Ottaviano l’evento “La montagna ci invita”,...
SHAKESPEARETutti il mondo è Palcoscenico. al...“Tutta Napoli è un palcoscenico”, verrebbe da esclamare...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500