sabato 20 LUGLIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Velvet Underground & Nico, la band vista dagli occhi di Warhol

warhol«Trovo il montaggio troppo stancante […] lascio che la camera funzioni fino a che la pellicola finisce, così posso guardare le persone per come sono veramente.» (Andy Warhol)

La Fondazione Made in Cloister continua con la sua rassegna cinematografica Icons, e dopo Harlem 58 e Bob Dylan è il momento di una delle più grandi icone della Pop culture, nonché artista più venduto al mondo dopo Picasso: Andy Warhol. L’11 luglio si terrà nei locali la proiezione seguita da dibattito del film The Velvet Underground & Nico: A Symphony of Sound (USA 1966, b&w, versione originale sottotitolato in italiano) film girato da Warhol assieme al collega Paul Morrissey, cattura su video una performance della band precedente al loro debutto ufficiale. Un documento storico eccezionale, realizzato in un’epoca nella quale riprendere le esibizioni dei gruppi rock non era per nulla un fatto scontato, specie quando si trattava di artisti molto “al limite” come i Velvet Underground. Dalle 19.00 aperitivo al Cloister Bar & Mostra Art Kane Visionary e poi dopo una breve presentazione di Antonio Tricomi inizierà il film.

Velvet Underground, Nico e Warhol: un progetto per la Factory

Warhol, icona Pop nasce Andrew Wharol Jr, figlio di Ondrej Warhola (anglofonizzò il proprio nome in Andrew Warhola poco dopo il suo arrivo negli Stati Uniti) e di Júlia Justína Zavacká. L’artista dopo l’università lascia Pittsburgh, città che ha visto i suoi natali, e raggiunge la Grande Mela, NY, negli anni ’50 nel pieno fermento del dopoguerra, con il boom economico e il campo pubblicitario che esplode ne fanno un cuore pulsante per l’economia. Warhol si fa un nome sia nel mondo della pubblicità che della moda collaborando con Glamour eVogue. L'interesse di Warhol per il cinema nasce solo pochi anni prima, in seguito alla visita, da parte dell’artista de la cinémathèque di Jonas Mekas e il circuito del New American Cinema. Warhol acquista una Bolex 16 mm, iconica telecamera d’origine svizzera, capace di registrare solo l’immagine. Le sue prime produzioni cinematografiche ( Sleep, Kiss, Eat, Blow Job, Empire, tutti del 1963-1965), osservano uno stile minimal e giocano su una distorsione del tempo, sulla meccanicità della vita e delle azioni ripetute, in ogni caso sempre riprese con una camera fissa. Warhol tratta questi film come dei quadri in movimento, immaginandone il consumo esattamente nello stesso modo, invece di essere appesi sono proiettati.

La potenza dei film di Wharlol viene anche dai dettagli tecnici che l’accompagnano, questi film sperimentali senza sonoro sono girati in 16mm alla velocità di 24 fotogrammi per secondo e proiettati alla velocità di 16 fotogrammi al secondo, creando così all’occhio nudo un effetto ottico che rallenta e amplifica l'immagine del film, che viene percepito in un tempo lunghissimo. Luogo fondamentale sia per la sperimentazione che per l'ispirazione nel mondo del cinema di Warhol fu la Silver Factory; l'ampio locale ubicato al quarto piano di un'ex fabbrica di cappelli sulla 47ª strada, fu il più noto studio-laboratorio di Warhol, teatro di molti progetti artistici tra il 1963 e il 1968. Circondato da persone con cui scambiare suggerimenti ed idee, Warhol lavorò alla Factory con ritmi da "catena di montaggio". La Factory era una open house, un luogo aperto in cui tutti erano invitati a partecipare.

warhol 1

Cosa: The Velvet Underground & Nico: A Symphony of Sound (USA 1966, b&w, versione originale sottotitolato in italiano) film girato da Warhol assieme al collega Paul Morrissey

Quando: 11 luglio ore 19h30

Dove: Made in Cloister Piazza Enrico De Nicola, 48

Costi: Info su Made in Cloister

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
forioleggeForioLegge, il festival letterario...L'isola verde si prepara ad ospitare tre giorni di...
Maglia Napoli 2019 2Fermenti in casa NapoliIl calciomercato è entrato nel vivo in casa Napoli: il...
bellavistaIl Mistero di Bellavista e...Apprendendo della triste notizia della scomparsa di...
scarlatti in jazzScarlattinJazz al Maschio AngioinoLa Nuova Orchestra Scarlatti diretta da Bruno Persico,...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500